I Parchi Nazionali più belli d’Italia

L’infinita biodiversità italiana, si rispecchia anche nel numero di Parchi Nazionali presenti nello stivale. Da nord a sud è possibile visitare aree naturali che si è cercato di preservare nel tempo con l’istituzione dei Parchi.

 

1.Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena

È tra i Parchi Nazionali marittimi più belli del mondo e si trova nel nord della Sardegna. La varietà di spiagge, tra cui la famosa spiaggia rosa di Budelli, le acque cristalline, rendono l’arcipelago una meta naturalistica unica. Le principali isole del Parco che si snodano nell’ampio e suggestivo tratto di mare compreso tra le Bocche di Bonifacio e la Costa Smeralda sono: La Maddalena, Caprera, S. Stefano, Spargi, Budelli, Razzoli, S. Maria, più una miriade di isolotti, tra cui Mortorio, Soffi e Nibani.

spiaggia rosa

Spiaggia rosa di Budelli

2.Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini comprende il gruppo montuoso più elevato dell’Appennino umbro- marchigiano e la sua vetta più alta, il Monte Vettore, raggiunge i 2.479 metri s.l.m., mentre i suoi molti comuni sono distribuiti tra l’Umbria e le Marche. Un viaggio che regalerà emozioni, paesaggi e colori straordinari. L’esempio perfetto dell’interazione tra natura e lavoro umano è la fioritura di Castelluccio di Norcia. Uno degli scenari più belli e variopinti dell’intero pianeta.

Fioritura

Fioritura nel Pian Grande di Castelluccio di Norcia

3.Parco Nazionale del Gran Paradiso

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso si trova nelle Alpi Graie (di cui fa parte anche il Monte Bianco) ed è compreso nel territorio di Valle d’Aosta e Piemonte, per una superficie complessiva di 710 Km². Venne istituito il 3 dicembre del 1922, diventando il primo Parco Nazionale italiano. Lo stambecco è il simbolo del Parco, vive tra le nevi del ghiacciaio, i boschi di abeti, larici e pini, le rocce e i prati. Uno scenario mozzafiato impreziosito dalle candide nevi e le acque cristalline.

Parchi Nazionali: Gran Paradiso

Parco Nazionale del Gran Paradiso

4.Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Il Parco, localizzato nel cuore dell’Appennino, si estende sul territorio di tre regioni: l’Abruzzo, il Lazio e le Marche. Con 2364 specie censite, è una delle aree protette con la maggior biodiversità vegetale in Europa. La mole dolomitica del Gran Sasso domina il paesaggio, stagliandosi sui monti, i colli, i pascoli e le valli coltivate. Il Parco è attraversato da una fitta rete di sentieri escursionistici e dall’Ippovia del Gran Sasso, percorribile anche in mountain bike.

Parchi Nazionali: Gran Sasso

Parco Nazionale del Gran Sasso

5.Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Il Parco si trova nella provincia di Belluno, al limite meridionale dell’area dolomitica. Qui si può ammirare una ragguardevole varietà floristica, che oltre a boschi di latifoglie e di conifere, comprende rododendri, cardi, stelle alpine e altre specie alpine. Ne fanno parte anche le spettacolari Pale di San Martino, uno scenario unico per escursionisti e amanti della montagna.

Parchi nazionali: Pale

Pale di San Martino

6.Parco Nazionale dello Stelvio

Nel cuore delle Alpi centrali il Parco Nazionale dello Stelvio custodisce fin dal 1935 le meraviglie paesaggistiche delle vallate alpine e tutela la fauna e la flora di una vasta area naturalistica protetta racchiusa tra le Province Autonome di Trento e Bolzano e la Regione Lombardia. Il paesaggio è caratterizzato da picchi vertiginosi, rigogliose foreste, prati d’alta montagna solcati da cristallini torrenti che sgorgano dai ghiacciai perenni. Inoltre, è il valico automobilistico più alto d’Italia che lo rende la meta preferita di ciclisti e amanti della guida.

Parchi nazionali: Stelvio

Passo dello Stelvio

7.Il Parco Naturale dell’Etna

Anche se non è un Parco Nazionale va necessariamente citato. Il Parco si estende per 59.000 ettari in un’ambiente naturale unico: lo straordinario paesaggio che circonda il vulcano attivo più alto d’Europa, è diventato, nel 2013, Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Si passa dai 3350 m. di altezza dell’Etna, al livello del mare in pochi chilometri. Un viaggio alla scoperta del paesaggio primordiale terrestre, capace di rievocare ad ogni eruzione la nascita del pianeta. Un suolo così ricco da essere divenuto uno dei poli vitivinicoli e agricoli italiani di maggior interesse al mondo.

Parchi Nazionali: Etna

Vista dell’Etna

8.Il Parco Nazionale del Pollino

Il Parco si estende su 192.565 ettari di terreno ed è posto a cavallo tra due regioni, la Basilicata, detta anche Lucania, e la Calabria. Grazie alle sue preziose ricchezze e bellezze che gelosamente custodisce è oggi considerato l’area protetta più estesa d’Italia. Grande protagonista e simbolo del parco è il pino Loricato, specie rarissima (in Europa presente solo nei Balcani), che si adatta agli habitat più difficili, dove altre specie molto rustiche non sono in grado di sopravvivere.

Parchi Nazionali: Pollino

Parco Nazionale del Pollino

9.Parco Nazionale Arcipelago Toscano

Il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano è il più grande parco marino d’Europa e tutela 56.766 ettari di mare e 17.887 ettari di terra. Comprende tutte le sette isole principali dell’Arcipelago Toscano e alcuni isolotti minori e scogli. Come ogni opera d’arte, ogni isola è diversa dall’altra: Elba, Capraia, Gorgona, Pianosa, Montecristo, Giglio e Giannutri. Un paesaggio caraibico capace di affascinare ogni tipo di visitatore.

Parchi Nazionali: Pianosa

Isola di Pianosa Toscana

10.Parco Nazionale del Gargano

Il Parco Nazionale del Gargano è un’area naturale protetta che si estende nell’estremità nord-orientale della Puglia. Fanno parte del Parco le quattro Isole Tremiti (Riserva Marina) e la Foresta Umbra. Un’insieme di habitat molto diversi tra loro capaci di attirare migliaia di visitatori ogni anno: dalle fitte ed estese foreste alla macchia mediterranea, dai grandi altopiani carsici alle ripide falesie sul mare, con grotte, valli boscose che scendono verso il mare, lagune costiere, colline e pianure steppose. Un paradiso per gli amanti della natura e del mare.

Parchi Nazionali: San Domino

Isola di San Domino, Tremiti

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • L’istituzione dei Parchi Nazionali ha avuto lo scopo di conservare gli ambienti naturali ad elevato valore scientifico e culturale.
  • Nel XIX secolo ci fu la nascita dei primi Parchi Nazionali al mondo, in Canada del Glacier National Park (1866) e poi negli USA con lo Yellowstone National Park nel 1872.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Di Edoardo Tardioli