I costi d’adozione: le spese da affrontare per adottare un bambino

Adottare un bambino è una decisione importante ed è bene tenere conto di tutte le spese che si dovranno affrontare. Scopriamo i costi d’adozione nazionali ed internazionali.

I costi d’adozione: quali sono?

Sono moltissime le famiglie italiane che desiderano adottare un bambino, sia connazionale che straniero. Spesso, però, i costi d’adozione necessari per le varie procedure si rivelano più alti del previsto e molte coppie sono costrette ad abbandonare il proprio sogno. Tra le spese da affrontare, infatti, ci sono alcune parti di cui spesso moltissime persone non tengono conto, come, ad esempio, i prezzi dei soggiorni all’estero. L’adozione può essere sia nazionale che internazionale. La prima ha dei costi ridotti, al contrario della seconda che, invece, porta i futuri genitori a spendere anche decine di migliaia di euro. Quando si tratta di adottare un bambino straniero, infatti, i costi posso aggirarsi addirittura sui 40 mila euro. Tutto varia in base all’ente a cui ci si rivolge, ne esistono davvero tantissimi, ed al Paese d’origine del bambino.

Adottare una bambino. Pensieri e timori per l’inizio di una nuova vita

Le spese per la procedura ed il soggiorno

Esistono due principali categorie di costi d’adozione: una inerente alle procedure italiane e l’altra riguardante tutte le spese estere. La prima include i servizi di assistenza che l’ente prescelto svolge e la documentazione che predispone, qui le cifre si aggirano intorno ai 4 mila euro, con prezzi che variano in base all’associazione. La seconda, invece, include tutti i costi riguardanti lo stato d’origine del bambino da adottare e qui i prezzi variano in base al Paese ed alle regole in vigore. Oltre alle pratiche estere, la categoria internazionale include anche le spese per il soggiorno all’estero. Queste ultime, spesso, si rivelano non indifferenti in quanto i genitori possono soggiornare anche per settimane o, addirittura, mesi. I Paesi in cui le adozioni si rivelano più economiche, ad esempio, sono: Albania, Bulgaria, Romania. Mentre, tra i più costosi troviamo: Kenya, Cina e Congo.

costi d'adozione - quali sono

I costi d’adozione: le spese da affrontare per adottare un bambino
Immagine di Shutterstock di Aprilante

Quanto viene rimborsato?

Un fattore da non sottovalutare sono i costi che direttamente o indirettamente vengono rimborsati. Infatti, oltre il 50% delle spese che vengono certificate dall’ente prescelto possono essere detratte all’interno della dichiarazione dei redditi. È fondamentale specificare che la deduzione delle spese avviene anche nel caso in cui l’adozione non sia ancora conclusa o non abbia ricevuto esisto positivo. L’altra metà rimanente, invece, potrà subire un ulteriore rimborso da parte della CAI (Commissione per le Adozioni Internazionali), che fa parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Quindi, è bene tenere in considerazione tutti questi fattori nel caso in cui si desideri adottare un bambino, ricordando che tutte le spese saranno ripagate con un amore che durerà una vita intera.

Da oggi anche i single possono adottare un bambino

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Sono circa mille ogni anno i bambini adottabili in Italia.
  • Nel mondo, molti bambini che necessitano di essere adottati possiedono disabilità o problemi di salute vari.
  • La differenza di età necessaria tra il bambino da adottare ed i futuri genitori deve essere di almeno 18 anni.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione