Alla scoperta di Latina: la città, gli abitanti, cosa visitare e mangiare

L’Appuntamento con l’Habitante Viaggiatore oggi vi accompagna a Latina: scopriamo insieme i luoghi e gli appuntamenti da non perdere per conoscere questa città e la sua provincia.

Alla scoperta della città di Latina

Siamo nel Lazio, qui si trova Latina, una città di recente costruzione, ideata e realizzata dall’architetto e urbanista Oriolo Frezzotti nel 1932, secondo l’imponente e funzionale monumentalità tipica del periodo razionalista. Al centro della pianta ottagonale della città si trova Piazza del Popolo, da qui si diramano le strade rettilinee. Qui si trova la Torre Civica del Palazzo Comunale e il Monumento dell’Acqua, una fontana con una grande sfera in travertino. A Piazza Libertà si trova il palazzo della Prefettura, un tempo Palazzo del Governo, che ospita il ciclo pittorico di Duilio Cambellotti con La Redenzione dell’Agro Pontino. All’artista è dedicato il Museo Civico che si trova nei pressi della Chiesa di San Marco.  Opera di Frezzotti anche la Casa del Combattente e l’Opera Nazionale Balilla in Piazza San Marco, dove sorge anche la Cattedrale di San Marco. Una delle costruzioni più rappresentative del periodo fascista in città è il Palazzo M, costruito a forma di M in onore di Mussolini. Poco distante il Palazzo della Cultura, con il Teatro Comunale, dove si trovano le opere di Corrado Cagli, Emilio Greco e Duilio Cambellotti, e la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea che ospita più di 400 opere dalla fine dell’Ottocento ad oggi, con un focus sugli anni Trenta. A Piazza del Quadrato, primo nucleo della città, il Museo della Terra Pontina, che ripercorre la storia precedente alla bonifica fino alla sua fondazione. Mentre a Piazza dei Bonificatori si trova il Palazzo delle Poste, progettato dall’architetto Angiolo Mazzoni del Grande, futurista e firmatario del Manifesto dell’Architettura Aerea. Da visitare anche il Centro di Esposizioni Storiche di Piana delle Orme, che racconta la storia dei primi 50 anni del Novecento, con testimonianze della vita dell’Agro Pontino, dello sbarco di Anzio e della battaglia di Cassino.

latina


Gli abitanti di Latina: quanti sono e come si chiamano?

Gli abitanti di Latina si chiamano latinensi e in totale sono 126.746 di cui 61.708 uomini 65.038 donne.

Tutti i comuni della provincia di Latina

I comuni limitrofi sono 6: (in ordine alfabetico)

Sermoneta, Pontinia, Sezze, Cisterna di Latina, Nettuno (RM), Sabaudia 

Le frazioni sono 47 (in ordine alfabetico)

Argilla, Astura, Bassianese, Borgo Sabotino-Foce Verde, Borgo Santa Maria, Campolazzero, Campomaggiore, Campovivo, Canneto Di Rodi, Capograssa, Casal Delle Palme, Casal Traiano, Casermette, Casilina, Chiesuola, Cioccatelli, Colle Cavaliere, Cooperativa, Crocefisso, Epidaffio, Farneto, Gionco, Gorgoglicino, Lago Di Fogliano, Litoranea, Macchia Di San Giovanni, Macchia Grande, Nascosa, Pantanello, Pantano D’Inferno, Pecoraro, Piano Rosso, Piscina Rodi, Piscinara Destra, Prato Di Coppola, Quadrato, Riserva Tatti, Roma, San Pietro, Santa Croce I, Santa Croce II, Santa Fecitola, Santa Rosa, Scopeto Madonna Gulia, Sisto, Uccellara, Valli D’Oro

http://www.comune.latina.it/


Alla scoperta di Frosinone: la città, gli abitanti, cosa visitare e mangiare

Alla scoperta della provincia di Latina

La provincia di Latina si estende su un territorio che comprende aree montane e aree marine, con i tratti di costa più belli del Lazio, come Sperlonga, Gaeta, San Felice Circeo e Sabaudia. La sua area turistica infatti si sviluppa dalla foce del fiume Astura alla foce di Rio Martino, luogo di ritrovo per gli appassionati di surf, windsurf e kitesurf. In questo territorio si trovano il Parco Nazionale del Circeo, e il Parco e il Lago di Fogliano, con strutture per l’animazione naturalistica e lo studio dell’ambiente. Ma anche numerosi percorsi per il trekking, come quelli dal Picco di Circe a San Felice Circeo, all’Eremo di San Michele Arcangelo e Monte Redentore a Formia, fino a percorrere un tratto della via Francigena. Alla Bufalara si possono incontrare le bufale che pascolano al di là delle dune e a Cisterna di Latina, si può visitare il Giardino di Ninfa, giardino storico all’inglese, Oasi del Wwf dal 1976. Tra i siti storici e archeologici da visitare l’area archeologica di Satricum e la casa del martirio di Santa Maria Goretti. E poi il Parco Archeologico della città romana Norba Antica, le isole Pontine, e i borghi come Sermoneta con il suo castello Castello Caetani, e Bassiano.

Gli appuntamenti da non perdere

Tra gli appuntamenti da non perdere a Latina l’International Circus Festival of Italy unica manifestazione in Italia dedicata al mondo del circo che vede coinvolti artisti provenienti da tutto il mondo. E poi la Sagra Antichi Sapori a Rocca Massima e l’Infiorata di Itri, che si tiene in occasione del Corpus Domini e che vede le strade della città di Itri invase da tappeti fioriti.

I piatti tipici da assaggiare

Tra i piatti tipici di Latina e provincia troviamo il tortino di alici, con alici e mollica di pane, la bazzoffia, tipica delle zona di Sezze e Priverno, piatto a base di pane raffermo inzuppato e condito con diverse verdure come carciofi, fave, piselli, insieme a bieta, lattuga e cipolla fresca. Poi la Tiella di Gaeta, una specialità gastronomica tipica proprio della città di Gaeta, pasta in sfoglia ripiena di prodotti della terra o del mare, ad esempio con il polpo o ripiena di scarola con baccalà o acciughe ed olive di Gaeta, ma anche di sarde o alici, cipolla e altre varianti. Poi la zuppa di fagioli alla sezzese, con la pane casareccio raffermo e fagioli cannellini ed ancora i carciofi e i broccoletti cucinati alla sezzese. Tra i prodotti tipici la caciotta romana di Aprilia, i kiwi Latina IGP, la mozzarella di bufala pontina, il prosciutto cotto al vino di Cori, stagionato per 16 mesi, viene avvolto nel fieno di erba medica, salvia, rosmarino, ed immerso nel vino bianco, prima di subire la cottura al forno.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Latina, nata con il nome di Littoria, fu la prima delle quattro “Città di Fondazione” costruite nella sua provincia tra il 1932 e il 1937. Insieme a Latina furono costruite Pomezia, Aprilia e Sabaudia, tutte città nate con la bonifica dell’Agro Pontino.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

esperta in design e artigianato, curo anche la rubrica Habitante Viaggiatore per raccontare le bellezze dell'Italia, tra regioni e province