Alla scoperta di Frosinone: la città, gli abitanti, cosa visitare e mangiare

L’Appuntamento con l’Habitante Viaggiatore oggi vi accompagna a Frosinone: scopriamo insieme i luoghi e gli appuntamenti da non perdere per conoscere questa città e la sua provincia.

Alla scoperta della città di Frosinone

Siamo nel Lazio, qui si trova Frosinone, capoluogo della Ciociaria, è circondata dai monti Ernici e dai monti Lepini, tra le Valli dei fiumi Sacco e Liri. Una città con una storia antica, abitata prima dai volsci, poi dai romani, divenuta poi libero comune nel Medioevo. Non ci sono purtroppo molte tracce visibili della sua storia a causa di numerosi saccheggi, eventi sismici e i bombardamenti della seconda guerra mondiale, che hanno distrutto buona parte dei beni di questa città. Per conoscere la memoria storica di Frosinone si possono visitare le rovine dell’anfiteatro romano e del complesso termale, la Tomba di Sant’Angelo e il Museo Archeologico che ospita reperti del periodo preromano, in pietra e in terracotta, come vasellame, oggetti di ornamentazione personale, sculture ed epigrafi. Da visitare la cattedrale di Santa Maria Assunta, in stile barocco, che custodisce opere di artisti contemporanei, fra i quali Annigoni, e Purificato. Con il suo campanile che domina la città, fu ricostruito prima nel medioevo, poi rimaneggiato nel XVIII secolo, e infine restaurato nel 1950 cercando di ricreare le linee romaniche originali. La Chiesa di San Benedetto, già basilica benedettina, che fu eretta nel 1134 in stile romanico e interamente ricostruita nel 1800. Nel Palazzo della Provincia è possibile ammirare opere di Amleto Cataldi, di Umberto Mastroianni, Guttuso e d’Arpino.


Gli abitanti di Frosinone: quanti sono e come si chiamano?

Gli abitanti di Frosinone si chiamano frusinati e in totale sono 46.054 di cui 22.043 uomini 24.011 donne.

Tutti i comuni della provincia di Frosinone

I comuni limitrofi sono 17: (in ordine alfabetico)

Capo Barile Nicolia, Cerreto, Cinque Vie, Colle Cannuccio, Farnito, Fontana Grande, Impratessa, La Cervona, Lago Maniano, Le Noci, Le Pignatelle, Le Rase, Pratillo, San Liberatore, Selva Dei Muli, Valle Contessa, Vetiche I

Le frazioni sono 8 (in ordine alfabetico)

Torrice, Arnara, Ceccano, Veroli, Supino, Ferentino, Patrica, Alatri

https://www.comune.frosinone.it/


Isola del Liri, Frosinone, Italy – August 2018 – Scenic waterfall of Isola del Liri, small town in the province of Frosinone, Lazio, central Italy. | Credits Shutterstock

Alla scoperta della provincia di Frosinone 

La provincia di Frosinone è ricca di borghi arroccati sui crinali montuosi, abbazie, piccole città e tanti paesini che si sviluppano lungo il golfo, intorno ai laghi o nel verde dei boschi. È una zona conosciuta anche per le molte fonti termali, come il centro termale di Fiuggi, le Terme Pompeo a Ferentino e le Terme Varroniane a Cassino. Il frusinate fu il rifugio di San Benedetto, quindi qui ci sono molti monasteri a lui dedicati, ed è possibile percorrere il Cammino delle Abbazie, da Subiaco a Montecassino, visitando nove tappe tra le quali il Monastero di Santa Scolastica, il Sacro Speco, l’Arco di Trevi, la chiesa della Madonna della Neve e il borgo medioevale di Guarcino. Attraversando percorsi immersi nella natura, tra boschi e fiumi, fino ad arrivare all’Abbazia di Montecassino. Tra i borghi da visitare Alatri, detta città dei Ciclopi per la presenza dell’Acropoli della Civita, al centro della quale si erge la Cattedrale di San Paolo edificata nel periodo alto medievale. Il borgo di Collepardo, nel cuore dei Monti Ernici, dove si possono visitare anche le Grotte dei Bambocci. Isola del Liri, famosa per le sue cascate naturali, che cadono nel cuore del suo centro storico. Campoli Appennino, sulle colline, da dove si possono ammirare le montagne del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, dove si tiene la Fiera del Tartufo Bianco. Il borgo medievale di Guarcino e poi la Riserva Naturale Lago di Posta Fibreno, con la sua isola galleggiante, e i Parchi Naturali dei Monti Aurunci, quello Regionale dei Monti Simbruini.

Gli appuntamenti da non perdere

Tra gli appuntamenti da non perdere a Frosinone il Festival nazionale dei Conservatori italiani, giunto alla settima edizione, che promuove la realtà dei Conservatori di Stato, offrendo un palcoscenico in grado di valorizzare l’attività artistica dei giovani talenti che animano gli Istituti di Alta Formazione Musicale Italiani. Altro appuntamento importante è il Carnevale storico della città con la tradizionale Festa della Radeca che rievoca la festa carnevalesca della “Radeca”, foglia d’agave, simbolo di fecondità, e celebra la rivolta dei frusinati contro le truppe d’occupazione francese avvenuta nel 1798 e nel 1799. Nella provincia si tengono anche diverse sagre per celebrare i prodotti enogastronomici tipici locali e i piatti della cucina tradizionale, feste medievali e rievocazioni storiche, come il Palio delle Corti a Ceprano, rievocazione storica in costume medioevale del passo nella Divina Commedia sugli eventi di Ceprano dell’11 ottobre 1254. Il Palio dell’Assunta a Paliano e la Caccia al Gallo a Strangolagalli, che rievoca l’assedio che l’esercito di Carlo VIII pose alla città di Monte San Giovanni Campano, respinto grazie ad uno stratagemma degli abitanti di Strangolagalli.

I piatti tipici da assaggiare

Tra i piatti tipici della Ciociaria troviamo particolari paste fatte in casa e zuppe, come i cecapreti e i fini-fini o maccaruni, conditi solitamente con pomodoro, ragù e funghi. Poi brodi e minestre, la zuppa col pane sotto, con pane raffermo adagiato sul fondo del piatto e condito con fagioli, olio e verdure di stagione. Sagne e fagioli e zuppa di ceci e rosmarino, e il timballo Bonifacio VIII, tagliatelle fini-fini condite con ragù e pomodoro, avvolte da fette di prosciutto crudo. Tra i secondi una grande varietà di piatti di carne, come il garofolato, castrato di agnello che viene insaporito con chiodo di garofano, aglio ed erbe aromatiche, e accompagnato dal sugo di pomodoro. Poi labbuoto, involtino con interiora di agnello avvolte nelle budelline di agnello. La coratella, con interiora d’agnello, gli  arrosticini di pecora e le coppiette ciociare, listarelle di carne stagionata, insaporite con aromi di finocchio e rosmarino.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Nel territorio di Frosinone si può percorrere Il Tracciolino, Strada delle tipicità agroalimentari, tra le strade del vino che attraversano il Lazio, lungo il percorso si possono apprezzare i prodotti tipici dell’enogastronomia locale e le eccellenze agroalimentari della Ciociaria. Questa strada tocca 27 comuni e si snoda tra Valle di Comino e la Valle del Liri.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

esperta in design e artigianato, curo anche la rubrica Habitante Viaggiatore per raccontare le bellezze dell'Italia, tra regioni e province