Alla scoperta di Ferrara: la città, gli abitanti, cosa visitare e mangiare

L’Appuntamento con l’Habitante Viaggiatore oggi vi accompagna a Ferrara: scopriamo insieme i luoghi e gli appuntamenti da non perdere per conoscere questa città e la sua provincia.

Alla scoperta della città di Ferrara 

Siamo in Emilia Romagna, qui si trova Ferrara, da scoprire percorrendo le suggestive vie medievali e passeggiando lungo le mura rinascimentali che hanno mantenuto pressoché intatto il loro aspetto originario. Città d’arte, che conserva l’aspetto che gli Estensi le hanno dato durante i tre secoli di governo. Un tessuto urbanistico che mescola Medioevo e Rinascimento, rendendola la prima città moderna d’Europa, che le ha fruttato il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco. Città a misura d’uomo dove il mezzo di trasporto principale è la bicicletta, conosciuta anche per il buon cibo e vino, infatti qui si può visitare l’enoteca più antica del mondo, l’enoteca Al Brindisi. Simbolo della città è il Castello Estense, antica residenza dei duchi d’Este, dove è possibile visitare tra gli altri anche gli appartamenti e le cucine. Da visitare anche il Palazzo Schifanoia, dove ammirare il Salone dei Mesi affrescato nel XV secolo dai pittori dell’Officina Ferrarese. E ancora la Cattedrale di San Giorgio a Piazza delle Erbe, con il suo Museo che custodisce opere di gran pregio. Nella zona medievale della città si trovano il Monastero di Sant’Antonio in Polesine con i suoi affreschi di scuola giottesca, e la Chiesa di Santa Maria in Vado, luogo in cui si manifestò un miracolo eucaristico nel XII secolo. Da non perdere anche una visita ai numerosi musei, come Palazzo dei Diamanti, contenitore di importanti mostre di rilievo internazionale e delle opere del Quattrocento e Cinquecento, e il Museo Archeologico Nazionale che custodisce reperti dell’antica città di Spina, e il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea Filippo De Pisis con oltre 200 tra dipinti e opere  del celebre pittore ferrarese.


Gli abitanti di Ferrara: quanti sono e come si chiamano?

Gli abitanti di Ferrara si chiamano ferraresi e in totale sono 132.052 di cui 62.272 uomini e 69.780 donne.

Tutti i comuni della provincia di Ferrara

I comuni limitrofi sono 16: (in ordine alfabetico)

Vigarano Mainarda, Occhiobello (RO), Poggio Renatico, Voghiera, Canaro (RO), Stienta (RO), Masi Torello, Gaiba (RO), Copparo, Bondeno, Ficarolo (RO), Baricella (BO),  Tresignana, Ostellato, Argenta, Riva del Po 

Le frazioni sono 118: (in ordine alfabetico)

Aguscello, Albarea, Baura, Boara, Borgata Della Stazione, Borgata Della Stradella, Borgo Baiesi, Borgo Bassi, Borgo Berta, Borgo Bosco, Borgo Casino, Borgo Colombara, Borgo Conventone, Borgo Del Passo, Borgo Del Sostegno, Borgo Fondo Reno, Borgo Il Sostegno, Borgo Marighella, Borgo Pancaldi, Borgo Pastoreria, Borgo Poltronieri, Borgo Punta, Borgo Ricovero, Borgo Sacchi, Borgo San Maurelio, Borgo Scarabelli, Borgo Scoline, Borgo Sgarbata, Borgo Slaccara, Borgo Stazione, Borgo Tarapino, Borgo Turola, Borgo Ugo Bassi, Bosca Di Sotto, Boschetto, Bova, Ca’ Baiesi, Ca’ Bartoli, Ca’ Cavallara, Ca’ Ghelli, Ca’ Lunga, Ca’ Mulino, Ca’ Pevere, Ca’ Pugliese, Ca’ Vidara, Casaglia, Casale Del Cantone, Case Campanella, Case Postazza, Case Razzi, Cassana, Castel Trivellino, Castelfranco, Chiesuol Del Fosso, Coccomaro Di Cona, Coccomaro Di Focomorto, Cocomaro Di Cona, Codinsù, Codrea, Cona, Contrapò, Corlo, Correggio, Crociarola, Denore, Focomorto, Fornace Boari, Fossa D’Albero, Fossanova San Marco, Francolino, Gaibana, Gaibanella, Gaibanella-Sant’Edigio, Gorgo, Il Castello, La Bova, La Crispa, La Monta, La Rizza, La Sammartina, Madonna Della Neve, Malborghetto Di Correggio, Marrara, Monestirolo, Montalbano, Osteria, Pacchenia, Palata, Palazzo Jesi Zamorani, Parasacco, Pescara, Pontegradella, Pontelagoscuro, Porotto, Porotto-Cassama, Porporana, Possessione Boschetto, Possessione Ca’ Grande, Possessione Granda, Possessione Palazzo, Possessione Rovere, Possessione Vegra, Possessione Villa, Quartesana, Ravalle, San Bartolomeo In Bosco, San Martino, Sant’Edigio, Scioperina, Selva, Spinazzino, Torre Della Fossa, Uccellino, Via Coronella, Viconovo, Villa Costabile, Villa Pareschi, Villanova

https://www.comune.fe.it/


Alla scoperta della provincia di Ferrara 

Il territorio della provincia di Ferrara si estende nella Pianura Padana, qui si trova una delle zone umide più importanti d’Europa, la più vasta d’Italia che accoglie elementi di biodiversità che lo rendono un posto ideale per naturalisti, biologi, turisti e birdwatchers, il Parco regionale del Delta del Po e le Valli di Comacchio. Luoghi ideali per escursioni e gite, dove visitare anche l’Impianto idrovoro di Marozzo, un impianto di pompaggio per la bonifica costruito nel 1873, e la Casa della Memoria, un primo allestimento museale che prevede il completo recupero strutturale dell’ex idrovoro per destinarlo a museo con un allestimento accessibile anche ai disabili sia visivi che motori. Ma la provincia è anche ricca di antiche città dalle preziose testimonianze storiche, come il circuito delle Delizie Estensi, le residenze di svago dei Duchi di Ferrara disseminate in tutto il territorio. Bondeno dove visitare la Rocca Possente, monumento dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità da parte dell’UNESCO, e passeggiare in bicicletta tra una fitta rete di canali. Argenta, che conserva significative testimonianze del suo passato, e Berra, a ridosso del fiume Po dove si trova la Porta del Delta, in località Serravalle. Nel periodo di Carnevale poi non può mancare una visita a Cento, famosa per le sue sfilate e per i carri allegorici, ma anche per la presenza delle opere pittoriche del Guercino. Per chi ama il mare la tappa sono i Lidi di Comacchio, sette località balneari, vantano larghe spiagge e un’ampia scelta di intrattenimenti. La provincia di Ferrara si può scoprire anche percorrendo le Strade dei Vini e dei Sapori, una serie di itinerari enogastronomici che si snodano tra campi coltivati, risaie e corsi d’acqua, e gli edifici del periodo estense, racchiusi tra il letto del Po, il fiume Reno ed il Mar Adriatico.

Gli appuntamenti da non perdere

Tra gli appuntamenti da non perdere il Palio di San Giorgio, che si tiene l’ultima domenica di maggio, con più di mille figuranti che sfilano in costume rinascimentale e disputano le gare tra le otto contrade. Il Ferrara Buskers Festival, rassegna di artisti di strada che si tiene l’ultima settimana di agosto e il Ferrara Balloons Festival, festival turistico dedicato alle mongolfiere, alla fine di settembre. Nella provincia di Ferrara, a Burana ogni anno tra luglio e agosto si celebra la sagra dedicata allo storione, il “Re del Po”.

I piatti tipici da assaggiare

Tra i piatti tipici di Ferrara la coppia, pane IGP dalla forma particolare, che si ottiene accoppiando due pezzi di pasta e unendoli nella parte centrale a formare un ventaglio di quattro corni con le punte ritorte. Poi i cappellacci, tortelli ripieni di zucca e parmigiano, il pasticcio di maccheroni, cotto al forno in un apposito contenitore di rame, è preparato in un involucro di pasta frolla dolce a forma di cupola ripieno di maccheroni, ragù, besciamella e tartufo. Ed ancora la salama da sugo, salume tipico preparato a base di carne di maiale, e il pampepato, un pan di spezie rivestito da una crosta di cioccolato fuso.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara ha una sezione digitale sempre aperta, che mette a disposizione degli utenti migliaia di ebook e audiolibri, riviste e quotidiani in 65 lingue, video, musica, corsi di lingue, dizionari e film. Anche durante questo periodo di chiusura delle biblioteche è possibile iscriversi o chiedere assistenza.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

esperta in design e artigianato, curo anche la rubrica Habitante Viaggiatore per raccontare le bellezze dell'Italia, tra regioni e province