L’uovo di Pasqua salato: Habitante ve lo presenta

Avete mai mangiato un uovo di Pasqua salato? Probabilmente no, ma semplicemente perché non esisteva. E allora ecco che Valerio Braschi, il più giovane vincitore di Masterchef Italia, ha deciso di dar vita all’uovo di Pasqua salato dop. La realizzazione della ricetta è stata possibile anche grazie all’aiuto di WMF, un brand tedesco leader nella produzione di accessori da cucina.

Lo chef romagnolo, ricevendo da WMF tutti gli strumenti necessari, ha dato sfogo alla sua fantasia. L’innovativa ricetta ha esaltato il gusto degli ingredienti tipici del Made in Italy, conservando al tempo stesso i sapori pasquali tradizionali.

Così nasce l’uovo di Pasqua salato.

Questo nuovo prodotto ha sostituito il classico uovo di Pasqua in un secondo piatto. L’uovo difatti è si composto da cioccolato fondente, ma anche farcito con un tricolore DOP di spugna di pesto genovese. Vanno aggiunti pomodori di San Marzano, mozzarella di bufala e carne d’agnello. Verrà tutto accompagnato da una crema di carciofi.

E voilà, il piatto è servito.

Per tutti coloro che sono fortemente tentati dalla voglia di provare a cucinarlo, Habitante fornisce ingredienti e procedura della ricetta.

Ingredienti

uovo pasqua salato habitante

Shutterstock – Leonova Iuliia

 

Cioccolato fondente 80% 200gr

Mozzarella di bufala campana dop 250g 1

Panna liquida 300ml

Pomodori San Marzano dop 500gr

Cosciotto d’agnello IGP a fette : 200gr

Aglio di Voghera dop 1 spicchio

Basilico genovese dop 20gr

Carciofo spinoso dop: 3

Sale q.b.

Pepe q.b.

Uova 2 intere + 1 tuorlo

Farina 0: 90gr

Timo fresco q.b.

Procedimento

uovo pasqua salato habitante

shutterstock – S_Photo

 

1) Sciogliere il cioccolato a bagnomaria e foderare due stampini a forma di semi uovo. Successivamente mettere il tutto in freezer per circa un’ora.

2) Pulire i carciofi eliminando le parti più esterne e la barba centrale. Poi tagliarli a fettine sottili e arrostirli in padella rovente con olio evo per circa 10 minuti. Aggiustate il sapore con del sale e del pepe, aggiungendo acqua al bisogno.

3) Frullare i carciofi e setacciare la crema con un colino.

4) Frullare i pomodori San Marzano e aggiustarli di sale e pepe.

5) Tagliare l’agnello a pezzetti. Successivamente arrostirli in padella rovente con olio evo, l’aglio in camicia, sale e pepe per 5 minuti. Poi aggiungere il timo e i pomodori di San Marzano precedentemente frullati.

6) Cuocere l’agnello per circa 30 minuti a fiamma bassa.

7) Bollire il basilico in acqua per circa 1 minuto. Successivamente raffreddarlo in acqua ghiacciata, frullarlo con un po’ di olio EVO e setacciare, ottenendo una crema liscia e leggermente liquida, dal colore verde molto intenso.

8) Mescolare bene con una frusta le uova e il tuorlo. Poi aggiungere la farina setacciata e l’estratto di basilico, mescolare bene e mettere il tutto in un sifone con una carica, infine riporre in frigo per un’ora.

9) Estrarre dal freezer il sifone, inserire un’altra carica e spumare in un bicchiere di cartone riempiendone solo metà. Successivamente metterlo in forno a microonde per circa un minuto a massima potenza. Infine farlo raffreddare prima di estrarre la spugna dal bicchiere.

10) Frullare la mozzarella di bufala con la panna, setacciarla e mettere il tutto in un sifone con una carica, riponendo la crema in frigo per 20 minuti.

11) Estrarre le due metà d’uovo di cioccolato, scaldarne i bordi e unirle. Poi riporre l’uovo in freezer per altri cinque minuti.

12) Scaldare un coppapasta cilindrico piccolissimo e praticare un foro nel lato basso dell’uovo in modo da poterlo farcire.

13) Prendere il sifone dal frigo, caricarlo con un’altra carica e spumare dentro all’uovo tramite il foro applicato.

14) Estrarre la spugna dal bicchiere e romperla in pezzi.

15) Impiattare la crema di carciofi alla base del piatto, adagiarci sopra l’uovo farcito di mozzarella, la spugna di basilico e l’agnello con la sua salsa.

Se volete passare un pranzo di Pasqua diverso dal solito, sicuramente l’uovo di Pasqua salato sarà la soluzione che fa al caso vostro.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Leonardo Innocenzi

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • Secondo i dati forniti dal CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato), Pasqua è il periodo in cui in Italia si vende più cioccolato. Nel nostro Paese il consumo è ormai vicino ai cinque chili pro capite (4.835 grammi, per la precisione).
  • La CNA stima che ogni uovo avrà un prezzo medio di vendita di 15 euro, con un valore al chilo che si aggira tra i 38 e i 40 euro.
  • Durante la Pasqua in Italia si consumeranno circa 15 milioni di uova di cioccolato. È quanto rivela un’indagine condotta dal CNA, secondo la quale il mercato dei famosi dolci pasquali sposterà 230 milioni di euro.