Vai al contenuto
le spezie afrodisiache per il desiderio

Le spezie afrodisiache che accendono il desiderio

Condividi L'articolo su

Sono svariate le spezie afrodisiache che accendono il desiderio. Le ricette in cui aggiungerle per aumentare l’effetto dei feromoni e rendere una cena più passionale sono moltissime! Scopri quali sono in questo articolo.

I cibi afrodisiaci nell’antichità

Già nell’antica Grecia e tra i latini erano molto diffusi ed apprezzati gli afrodisiaci naturali. I Greci utilizzavano cipolle, tartufi, miele, uova, pesce e crostacei. Invece, i Romani credevano che gli organi genitali di animali quali il lupo, l’asino o il cervo potessero conferire virilità agli uomini. Successivamente nel Medioevo e nel Rinascimento erano molto usati il diasatirion, ricavato dal Satyrium hircinum e la mandragola. Invece, in Oriente, si considerano tutt’oggi efficaci i corni di rinoceronte, le pinne di pescecane e i testicoli di tigre.

le spezie afrodisiache per il desiderio
Le spezie afrodisiache che accendono il desiderio – shutterstock foto Di MIKISTOCKER

Cosa sono le spezie afrodisiache

Quando si parla di cibi e spezie afrodisiache ci si riferisce ad alimenti che hanno il potere di esaltare la libido e di migliorare le prestazioni sessuali. Infatti, queste sono in grado di far venir meno i blocchi e le riluttanze nei rapporti. Inoltre, aumentano il desiderio e migliorano le prestazioni sessuali. Le spezie afrodisiache che la natura offre possono essere aggiunte a qualsiasi tipo di ricetta, per rendere l’atmosfera accattivante!

Tutti i segreti e i benefici del tè matcha

Come e quali spezie afrodisiache utilizzare

Se vuoi organizzare una cenetta speciale e romantica prepara la giusta atmosfera a lume di candela. Per di più, scegli con cura il menù e arricchisci i piatti con questi ingredienti afrodisiaci:

  • Aglio: fluidifica il sangue, favorisce l’erezione maschile e la vasodilatazione genitale femminile.
  • Semi di anice: profuma l’alito e facilita la digestione, infatti è ottimo da sgranocchiare a fine pasto.
  • Coriandolo, cumino, finocchio, e cardamomo: aiuta la digestione ed è utile contro l’intestino irritabile.
  • Assafetida: è una radice da grattugiare a piacimento sulle pietanze e ha proprietà digestive.
  • Noce moscata: contiene un olio essenziale eccitante chiamato miristicina ed ha un effetto speciale soprattutto negli uomini.
  • Zafferano: la picrocrocina conferisce allo zafferano un caratteristico sapore e ha un effetto stimolante sulle zone erogene.
  • Zenzero: ottimo ricostituente naturale, se utilizzato con il ginseng evita il calo della libido.
  • Peperoncino: è un analgesico locale che grazie alla capsaicina è in grado di innalzare la soglia del dolore. Infatti, svolge un’azione analgesica locale per ridurre il dolore.

Tutti i segreti e i benefici del tè matcha

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • Il termine “afrodisiaco” deriva dal nome greco Afrodite, dea dell’amore e figlia di Zeus e di Dione.
  • Uno studio compiuto dall’Università di Grenoble ha scoperto che consumare peperoncino piccante aiuta ad aumentare il livello di testosterone, l’ormone deputato allo sviluppo degli organi sessuali, della barba e dei peli.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News