Infusi e tisane autunnali: gli alleati perfetti del nostro organismo

Tisana, coperta e un buon libro sono gli ingredienti vincenti di un autunno perfetto.

Oltre a rendere piacevoli le giornate più uggiose dell’anno, le tisane e gli infusi permettono di migliorare il nostro sistema immunitario e apportare benefici all’organismo. Un buon bicchiere fumante di tisana quindi può contenere vari ingredienti. Per questo motivo non possono mancare le spezie, elementi portanti della medicina cinese e ayurvedica e i frutti ricchi di vitamine.

Tisane e infusi: alcuni consigli per l’autunno

Ecco quindi alcune piante officinali perfette per preparare tisane autunnali di ogni tipo.

Perfetti antisettici

La tisana di karkadè è la regina dell’autunno. Di colore rosso e dal sapore leggermente aspro, grazie alle sua qualità migliorerà le difese immunitarie (è ricco di vitamina C) ed è un potente antisettico e un buon aiuto per le vie urinarie.

Di natura antisettica è anche la bardana ed è particolarmente d’aiuto in caso di foruncolosi, eczemi, acne, dermatosi, reumatismi, gotta o diabete. La sua radice è ricchissima di una fibra prebiotica naturale, l’inulina, e mucilaggini, e risulta depurativa e benefica per varie infezioni.

Tisane autunnali drenanti

Anche ortica e betulla sono perfette per tisane drenante contro i liquidi in eccesso e la pelle a buccia d’arancia. L’ortica è diuretica, ricca si sali minerali e depurativa; anche la betulla è un diuretico. Unitela a dei frutti di bosco per dare un gusto in più.

Anche finocchio, ortica, salvia, erba medica e liquirizia hanno effetto drenante. Quest’ultima inoltre, è antiossidante (ma non è assolutamente adatta in caso di ipertensione), mentre l’erba medica è un ottimo ricostituente.

infusi e tisane

Foto di liliya Vantsura su Shutterstock

Antidolorifici e rilassanti

La tisana rilassante è un must prima di dormire. Gli ingredienti possono essere tanti, dal tiglio alla melissa, che hanno proprietà calmanti, alla passiflora e alla valeriana, sedative e ansiolitiche. Ottimi anche il biancospino e l’altea, emolliente e antinfiammatoria. Queste tisane contrastano anche l’ipertensione e hanno un effetto antispasmodico.

Per contrastare invece le infiammazioni e i dolori articolari e la stanchezza, la gramigna, l’ortica e l’artiglio del diavolo possono essere d’aiuto.

infusi autunno

Foto di Natalia Klenova su Shutterstock

Detox e antinfiammatori

L’autunno può anche essere un’occasione per prendersi cura di sé depurando l’organismo. Ingredienti come cardo mariano, toccasana per il fegato, achillea, che favorisce la funzionalità epatica e intestinale, tarassaco, grande contrastatore di tossine, e  finocchio con le sue proprietà digestive ti saranno di grande aiuto.

Fondamentale anche la malva con le sue foglie ricchissime di mucillagini che idratano l’intestino riportando regolarità in caso di stitichezza e pancia gonfia. La tisana di malva è un ottimo rimedio anche contro problemi del cavo orale e della gola e contrasta tosse, ascessi, faringiti, gengiviti e stomatiti.

Lo zenzero ha un effetto detox grazie al suo principio attivo curativo e antiossidante, il gingerolo che oltre a essere un antinfiammatorio è antitumorale, digestivo e antiemetico. È utile anche per annientare mal di gola e tosse e liberare il naso in caso di raffreddore.

Tutti i segreti e i benefici del tè matcha

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • Tra infusi, tisane e decotti c’è differenza.  L’infuso è fatto da parti di una stessa pianta, sia i fiori che le foglie; la tisana è una bevanda che può avere degli effetti benefici sul nostro organismo e quindi viene preparata con una miscela di piante officinali che vengono sminuzzate, immerse in acqua bollente e lasciate in infusione. Nel decotto gli ingredienti vengono fatti bollire insieme all’acqua e lasciati riposare in infusione per altri dieci minuti.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it