Tutti i segreti e i benefici del tè matcha

Il tè matcha, o tè verde giapponese, è definito il re dei tè verdi e conterrebbe 137 volte più antiossidanti dei tradizionali tè verdi. Scopriamo tutte le sue proprietà.

 

Il tè matcha e le sue proprietà

Un tè davvero molto particolare: si presenta con il colore verde ed è dimostrato che le foglie di questo tè contengono un grande numero di antiossidanti rispetto al normale tè verde, polifenoli e diversi amminoacidi, che riducono lo stress fisico e psicologico, e l’acido glutamminico che agisce sul sistema nervoso centrale.

È un tè famoso in tutto il mondo solo di recente: affonda le sue radici nell’antica cerimonia del tè giapponese. Oggi viene definito anche in Europa una sorta di elisir di lunga vita proprio grazie alle sue eccezionali proprietà.

Il tè matcha, infatti, è ricco di antiossidanti e possiede un sapore e un profumo molto particolari. È perfetto per rilassarsi e per coccolare il nostro corpo. Per vedere i risultati dell’effetto benefico di questo tè, è significativo iniziare a berlo tutti i giorni.

Il tè matcha e i benefici di berlo ogni giorno

tè matcha

Shutterstock – Satori Studio

Sembra che questo tè, se bevuto ogni giorno, consente di vedere miglioramenti nel nostro organismo: questo, infatti, è un antiossidante naturale nonché un energetico naturale e fa molto bene alla nostra salute. Ecco i benefici che riceveremo nel bere una tazza di tè matcha:

  • Aiuta a rilassarsi
  • Ci si disintossica
  • Ci si mantiene giovani più a lungo
  • Si ha un effetto drenante
  • Il sistema immunitario si rafforza
  • Il colesterolo cattivo diminuisce
  • Si riducono i rischi di contrarre il diabete di tipo 2
  • L’organismo si disinfiamma
  • Diminuisce il colesterolo cattivo
  • La pressione si regolarizza
  • Si ha più memoria
  • Dopo i pasti stimola la digestione
  • Il cuore, i reni ed il fegato ne traggono giovamento

Davvero un toccasana in una sola tazza! Se bevuto per 30 giorni, senza zucchero, vedremo i primi risultati positivi e il nostro organismo ci ringrazierà.

Le controindicazioni nell’uso del tè matcha

Ovviamente, come ogni alimento, si cono delle controindicazioni: il tè matcha risulta essere comunque un eccitante naturale, dunque è sconsigliato a chi soffre di pressione alta, le donne in gravidanza e con coloro che, in generale, hanno problemi con la teina. Inoltre, chi è allergico al nichel deve prestare attenzione prima di consumarlo e chiedere un parere al proprio medico curante. Esagerare nelle dosi giornaliere, non aumenterà i benefici. Ci vuole parsimonia e costanza per volersi bene.

Come si beve il tè matcha?

tè matcha

Shutterstock – yulya_talerenok

È possibile trovare in commercio questo tè verde giapponese solitamente in polvere. Per prepararlo basterà affidarsi alle indicazioni della confezione, ma, in generale, basterà la punta di un cucchiaino aggiunta all’acqua calda (non bollente) che andrà poi mescolata tramite un frustino, solitamente venduto insieme al tè.

In Italia è possibile è trovare nei negozi anche il più diffuso matcha latte: si tratta di una bevanda a base di tè matcha e latte. Per un miglior raggiungimento dei risultati prima elencati, risulta più efficace bere il tè o, al massimo, realizzare il matcha latte in casa, così da essere certi della qualità di tè impiegato.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Il matcha migliore, solo in polvere e di qualità più pregiata, proviene dalla regione dell’Uji Tawara, che sembra abbia le condizioni di terreno e climatiche ottimali per la coltivazione del tè.
  • Scegliete il matcha biologico di grado 1 per il quale vengono impiegati solo i primi germogli, mentre nei matcha più economici (dal grado 2 in poi) vi sono mescolate anche foglioline di seconda e terza raccolta.
  • Il matcha viene utilizzato anche come colorante alimentare naturale, come spezia, nella preparazione di dolci tradizionali giapponesi e di cioccolatini e biscotti.

 

Credits immagine in evidenza: Shutterstock – Brent Hofacker

 

SE TI È PIACIUTO L’ARTICOLO  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione