Dove raccogliere le castagne con i bambini in Toscana

Le castagne sono le regine della stagione autunnale. Il periodo di raccolta di questo frutto va da fine ottobre a tutto il mese di novembre, anche se ci possono essere delle differenze a seconda della regione. Vediamo dove raccogliere le castagne in Toscana.

Dove raccogliere le castagne con i bambini in Toscana

Troppo spesso i bambini sono chiusi tra quattro mura davanti ad uno schermo. Non conoscono gli alberi e i frutti e non hanno mai visto un bosco se non attraverso un libro. La raccolta delle castagne con i bambini può rivelarsi un’esperienza oltre che interessante anche emozionante e perchè non sfruttare questa occasione per fare un bel picnic?

Frutta e verdura di stagione: cosa mangiare ad ottobre?

Marradi con la “strada del marrone del Mugello di Marradi” è sicuramente uno dei luoghi d’eccellenza per andare a caccia di castagne. Un percorso naturalistico da percorrere a piedi tra boschi e castagneti tutto da scoprire. Qui vengono periodicamente organizzate feste e sagre, molto famosa è la manifestazione chiamata “Il Riccio” dove è possibile gustare, oltre la castagna, anche pietanze della cucina locale.

Ci sono, inoltre, diverse aziende agricole che danno la possibilità ai visitatori di raccogliere marroni dall’alba al tramonto e in più di beneficiare di un panorama decisamente mozzafiato. Ne è un esempio l’Azienda Agricola Ravale, nella frazione Biforco, in direzione Firenze.

Dove raccogliere le castagne

CREDITS: WWW.PIXABAY.COM

In occasioni di questo genere si consiglia di coprirsi bene e di indossare scarponcini da montagna o scarpe con un buon fondo, guanti e poi portare con sè sacchi in cui riporre il raccolto. La raccolta di marroni permette di stare a contatto con la natura in un luogo tranquillo in cui respirare a pieno la stagione autunnale.

Usi delle castagne in cucina

Da nominare per prime sono di certo le caldarroste tradizionalmente preparate ad un caminetto a legna o alla brace. Si ricava poi dalle castagne essiccate la farina di castagne con cui in genere si prepara il castagnaccio, che può essere arricchito con pinoli e uvetta. Inoltre questo frutto si presta bene anche come ingrediente di zuppe a cui aggiungere ortaggi e spezie. Infine dalle castagne lesse si può ottenere una purea da consumare come contorno o come base per altre ricette, come torte, biscotti, ecc..

5 spezie autunnali: come usarle e i loro benefici

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo e tu? 

  • Le castagne si rivelano un ottimo alleato del sistema nervoso, aiutano infatti a contrastare ansia e stress ma vengono consigliate anche in caso di anemia. Sono ricche di potassio, ferro, calcio, fosforo e alcune vitamine del gruppo B.
  • Il consumo di castagne è molto consigliato alle donne in gravidanza per il contenuto di acido folico. Inoltre la buona dose di fibre presenti le rende utili contro la stitichezza.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Biologa