Cosa trapiantare ad agosto nell’orto?

Ad agosto la terra offre molti ortaggi estivi, gustosi e fondamentali al benessere dell’organismo. Se però è importante mangiare frutta e verdura di stagione durante i mesi più caldi, lo è anche in inverno perciò è necessario, in questo mese, non accantonare il trapianto di alcune piantine. Cosa trapiantare ad agosto nell’orto?

5 cose da sapere per realizzare un orto in casa

Cosa trapiantare ad agosto nell’orto di casa

Il trapianto degli ortaggi è essenziale per creare poi un proficuo orto invernale. Trapiantare una piantina formata e cresciuta in vasetto o acquistata in vivaio, vuol dire metterla a dimora in campo, inserirla nell’orto nel periodo giusto, con il clima più adatto e favorevole al suo sviluppo. Per il corretto trapianto di una piantina da un vasetto all’orto, è assolutamente fondamentale valutare dei fattori: la crescita raggiunta dalla pianta, la stagionalità e il clima esterno. Ma quali ortaggi è possibile trapiantare ad agosto nell’orto?

Ad agosto nell’orto possono essere trapiantate piantine di:

  • asparago
  • basilico
  • bieta da coste
  • carciofo
  • cardo
  • cavoli
  • cetriolo
  • cicoria
  • cime di rapa
  • cipolla
  • fagiolo
  • finocchio
  • indivia
  • lattuga
  • porro
  • prezzemolo
  • radicchio
  • sedano e spinaci.

Limitatamente all’inizio del mese è possibile trapiantare piantine di mais, melanzane, peperoni e zucchine, per far sì che riescano poi a produrre frutti maturi prima dell’inverno.

Come procedere per un trapianto ottimale

Per un trapianto ottimale delle piantine è necessario:

  1. lavorare per bene il terreno, rimuovendo le erbacce;
  2. prima del trapianto fare una pacciamatura con paglia o altro materiale;
  3. dopo il trapianto effettuare delle sarchiature tra le piante coltivate per attivare la respirazione delle radici delle piante e aumentare la massa di terra attorno alle stesse;
  4. irrigare regolarmente, soprattutto nelle ore serali o al mattino presto.

I vantaggi di avere un orto casalingo

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu? 

  • Il periodo giusto per trapiantare una piantina può leggermente variare in base alla zona climatica e all’esposizione dell’orto.
  • Una volta trapiantate, le piantine devono essere protette dal caldo. La luce del sole diretta e un caldo particolarmente eccessivo e arido possono danneggiare le piantine. Per tutelare le giovani piantine è possibile utilizzare delle protezioni contro il sole battente.
  • La pacciamatura aiuta a mantenere una buona umidità del terreno.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web