I vantaggi di avere un orto casalingo

Orto domestico: la soluzione perfetta per una dieta sana e sostenibile

Di questi tempi, riflettere sul filone del “ritorno alla natura” ci porta a fare un pensiero di quanto sia vantaggioso abitare in una casa con l’orto. Che sia grande o piccolo, l’auto-produzione di frutta e verdura ci garantisce la possibilità di mangiare prodotti più sani e più ricchi di vitamine e di sali minerali, ma soprattutto di non preoccuparci di come procurarci del cibo da mettere a tavola.

L'orto di settembre

shutterstock – mythja

Orto di casa: prodotti genuini e controllati

Le verdure e i frutti che riusciamo a coltivare nel nostro orto, sia esso da balcone da terrazzo o dallo spazio che riusciamo ritagliare nel nostro giardino saranno stati coltivati da noi, quindi di origine sicuramente controllata e garantita, il che ci assicura che mangeremo degli alimenti genuini e sicuri.

L’arte di coltivare l’orto, soddisfacente e sostenibile

Pensiamo inoltre alla “fatica” che va dalla semina alla coltivazione del prodotto, che sarà ripagata anche dalla soddisfazione di poter seguirne la crescita, la raccolta e direttamente la degustazione in tavola.

L’arte di coltivare anche un piccolo orticello con frutta e verdura a cui noi stessi abbiamo dato vita, ci permette anche di ottenere un risparmio notevole sul conto economico della famiglia. I costi iniziali saranno presto assorbiti dall’ammortamento negli anni dell’attrezzatura acquistata.

L'orto di settembre

Shutterstock -gpointstudio

Per quanto riguarda l’impegno da dedicare al tuo orto è relativo: esistono delle piantine che si possono produrre da sole. Usando le bustine,  prendendo direttamente dai produttori dei vasetti, raccogliendo direttamente i semi dalle verdure che si mangiano, si possono ricavare delle piantine per l’anno successivo.

Il valore dell’ecologia per un Pianeta Sostenibile

Un aspetto da non sottovalutare nella gestione di un orto è la possibilità di insegnare ai propri  figli le leggi della natura in modo che possano conoscerla, amarla e rispettarla. L’importanza di  trasmettere alle generazioni future il valore dell’ecologia, del rispetto e dell’amore sono da tenere in seria considerazione, soprattutto ai nostri giorni.

Meno cellulari e più giardino per i bambini: salviamo la creatività di domani

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

Le bucce di banana sono ottime per nutrire le piante. Usate sin dai tempi antichi come concime, si è, in tempi recenti, scoperto che il risultato migliore lo danno con le rose. Per fertilizzare le rose basterà spezzettare la buccia di una banana e metterla nel terreno prima di piantare le rose. In questo modo i fiori  cresceranno più forti e i loro petali saranno più splendenti.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Written by