Quante case ci sono nel mondo?

La popolazione mondiale ha superato i 7 miliardi crescendo negli anni, ma sempre meno. Vi siete mai chiesti però quante case ci sono nel mondo?

Quante case ci sono nel mondo?

Il numero delle unità abitative nel mondo è in forte crescita. Ad aumentare sono le unità familiari mentre a diminuire le dimensioni delle famiglie. Questo spinge verso la crescita della domanda di nuove case in modo particolare verso le aree rurali rispetto alle zone urbane. A prevalere è l’abitazione monofamiliare.

Quante case ci sono in Italia?

Lo studio World Housing del The Freedonia Group

Lo studio World Housing del The Freedonia Group, Inc. ha evidenziato che i maggiori tassi di crescita nell’edilizia residenziale si sarebbero avuti nelle aree più ricche del pianeta, quelle che hanno conosciuto un lungo periodo recessivo prevedendo per esempio nel Nord America un tasso di crescita quasi dell’8% per le nuove abitazioni.

Il tasso di crescita previsionale della ricerca per le nuove abitazioni in Europa occidentale è stato pari al 3,4% circa nel periodo 2013 – 2018. Nell’area Asia/Pacifico sono stati segnalati quasi 38 milioni di nuove unità abitative ovvero tre quinti del totale costruito nel 2018. Nell’area Africa/Medio Oriente invece 13 milioni (2018) con una crescita del 3,7% annuo.

Quanti sono gli abitanti nel mondo? Scopriamo insieme la popolazione attuale

Ci sono troppe case in questo mondo?

Alcuni dei più importanti biologi, ecologi, chimico fisici del mondo, hanno studiato in 141 diversi Paesi la crescita edilizia, e in particolare quella delle case per famiglia. In generale è emerso che le abitazioni sono aumentate di più rispetto alla popolazione.

Secondo gli scienziati delle università del Michigan e di Stanford (Usa), l’incremento delle case sta portando gravi danni all’ambiente.

Secondo i risultati di una ricerca scientifica condotta a livello internazionale, i maggiori responsabili sarebbero non solo gli edifici ma in particolare le risorse necessarie per la loro costruzione.

L’aumento delle case nel mondo è dovuta a una riduzione delle dimensioni degli stabili, legata all’incremento dei divorzi, alla diminuzione della fertilità, all’allontanamento dei figli dalle famiglie d’origine e all’abbandono delle tradizioni che prevedevano che un gruppo allargato condividesse lo stesso spazio.

10 materiali sostenibili per la Casa di Domani

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu? 

  • Nel 2018 la maggior parte della popolazione di ciascuno Stato membro dell’UE abitava in un alloggio di proprietà.
  • Nel 2018 il 17,1% della popolazione dell’UE viveva in abitazioni sovraffollate; tra gli Stati membri il tasso di sovraffollamento più elevato si registrava in Romania.
  • Tra gli Stati membri dell’UE, nel 2018 la Grecia ha registrato l’incidenza più elevata del costo dell’abitazione sul reddito per chi viveva in abitazioni in affitto locate a canone di mercato: per l’83,1% dei residenti in affitto i costi dell’abitazione superavano il 40% del loro reddito.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web