La noia. Cos’è, da cosa è dovuta e come combatterla

Quante volte ci capita di annoiarci? Scopriamo insieme questo sentimento comune, chiamato noia, e vediamo come combatterlo.

Cos’è la noia? Quando nasce?

La noia è lo stato d’animo che porta un soggetto, il quale vorrebbe essere attivo, alla convinzione che non ci sia nulla si interessante a cui posa dedicarsi. Questa sensazione può nascere sia a causa di mancate attività sia per uno scarso interesse per ciò che circonda l’individuo. Quando si prova noia, inoltre, poiché non si trova il modo adatto per scaricare le energia che si possiedono e, quindi, ogni attività appare poco stimolante. Secondo alcuni studiosi, inoltre, esistono alcune soggetti più predisposti ad annoiarsi rispetto ad altri e che le attività considerate “noiose” variano da persona a persona. Ad esempio, qualcuno considera lo studio come un attività oggetto di noia, mentre altri la considerano un’attività stimolante che per la mente. Infine, è curioso osservare che questo stato d’animo esiste fin dalle epoche più antiche. Eppure, di questi tempi, dovrebbe essere più difficile annoiarsi poiché internet ed i social network ci consentono di scoprire cose nuove e stimolanti ogni qualvolta lo si desidera.

La psicologia dell’abitare: come gli spazi influenzano il nostro benessere.

La noia:  pro e contro

Nonostante la noia si considerata da molte persone come un qualcosa di negativo, è bene osservare che può presentare dei benefici. Questo stato d’animo, infatti, ha il potere di stimolare la creatività ed aiutare la mente a liberarsi dallo stress. Inoltre, un momento di noia può essere considerato un momento di pausa, in cui staccare la spina dai mille impegni e dai pensieri quotidiani, che spesso portano a vivere ansie e stress. Quindi, invece di cercare di riempire con mille attività ogni momento vuoto, e bene godersi gli attimi vuoti poiché possono rivelarsi fondamentali per il proprio benessere psicofisico. Oltre a presentare pro, però, questo sentimento possiede anche degli aspetti negativi da non sottovalutare. Infatti, se si prova noia molto frequentemente potrebbero esistere dei malesseri a livello psicologico che, se non possono portare addirittura alla depressione. Le sensazioni provate in questi casi portano demotivazione, tristezza e scarsa voglia di agire per uscire da questo stato emotivo.

noia

Immagine di Shutterstock

Come combattere la noia

Considerati i benefici della noia, ogni tanto sarebbe bene non trovare attività alternative con cui riempire questi attimi vuoti, poiché possono rivelarsi di fondamentale importanza. I momenti in cui ci sentiamo annoiati, quindi, non devono spaventarci, ma se frequenti con alcuni piccoli cambiamenti si potranno evitare alcune situazioni di noia spesso considerate tristi e fastidiose. Alcuni momenti noiosi, quindi, potrebbero essere riempiti con attività creative, in maniera tale da stimolare la mente. Ad esempio, ascoltare musica, leggere un libro, piuttosto che scrivere quello che si sente.  E` bene anche praticare dell’attività motoria, che aiuta a scaricare le energie e a eliminare le tensioni ed i pensieri negativi, giovando alla nostra salute.

Arte e bellezza salvano dalla depressione

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Molte persone, quando sono annoiate, provano agitazione ed irrequietezza;
  • Secondo alcuni studi, quando ascoltiamo qualcosa di noioso, il nostro cervello ha la capacità di doppiare ciò che stiamo udendo, rendendolo più interessante.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione