Le Chiese più belle del Piemonte

L’Italia possiede un patrimonio culturale e ambientale unico al mondo. Non solo coste, riserve e paesaggi naturali, ma ben oltre 4.000 musei, 6.000 aree archeologiche, 40.000 dimore storiche e 85.000 chiese soggette a tutela. L’Habitante viaggiatore va oggi alla ricerca delle Chiese più belle del Piemonte.

Alla scoperta del Piemonte, tradizioni e numeri della regione più bella del mondo

Le Chiese più belle del Piemonte

1. Il Duomo di Torino

Tra le chiese più belle del Piemonte si trova indubbiamente il Duomo di Torino. Dedicato a San Giovanni Battista, sorge nella piazza intitolata al santo, in pieno centro storico. Si tratta di una chiesa in stile rinascimentale, voluta dai Savoia e dal vescovo Domenico della Rovere, costruita tra il 1491 e il 1498. Nel corso del Seicento venne edificata la maestosa cupola: i lavori durarono ventotto anni. La Cappella del Duomo di Torino ha una pianta interna circolare al centro della quale sorge l’altare dove, in una teca di vetro e argento, è custodita la Sacra Sindone.

La facciata e gli interni del Duomo furono restaurati dopo il grave incendio avvenuto nel 1997. In quel tragico evento la Sindone fu salvata grazie ai vigili del fuoco che la portarono fuori dall’edificio praticamente in fiamme. Fu a seguito di quell’incendio che la Sindone venne collocata in una nuova teca in vetro antiproiettile, a tenuta stagne, in assenza di aria e con un gas inerte, protetta dalla luce a dagli altri agenti atmosferici. All’interno del Duomo, sulla parete opposta all’altare maggiore, è possibile ammirare una copia dell’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci: un dipinto maestoso realizzato dal pittore vercellese Luigi Cagna.

Le Chiese più belle del Piemonte

shutterstock_689209753 By Boris Stroujko – Duomo di Torino

2. Le chiese gemelle di Torino

La chiesa di Santa Cristina e la chiesa di San Carlo Borromeo sono note come “Le chiese gemelle di Torino”.  Si trovano in Piazza San Carlo, una delle più importanti piazze di Torino. La Chiesa di Santa Cristina fu costruita nel 1639 per volere di Maria Cristina di Francia, moglie di Vittorio Amedeo I di Savoia. La splendida facciata è opera di Filippo Juvarra. Le statue dei santi e delle virtù che la ornano, sono opera di Antonio Tantardini e del Caresana.

La Chiesa di San Carlo Borromeo fu costruita per volere di Carlo Emanuele I di Savoia nel 1619. Gli interni decorati sui colori del rosa, del rosso e dell’oro sono di grande pregio e in stile barocco torinese. È possibile osservare all’interno dell’edificio dipinti del XVI e XVII secolo raffiguranti San Carlo in adorazione della Santa Sindone.

Le Chiese più belle del Piemonte

shutterstock_481584478 By RossHelen – Le Chiese Gemelle di Torino

3. La Cattedrale dei Santi Pietro e Marco

La cattedrale dei Santi Pietro e Marco, ad Alessandria, è in stile neoclassico, decorata con affreschi in chiaro scuro che raccontano gli avvenimenti della vita dell’apostolo Pietro e sovrastata dalle imponenti statue di Gesù con gli evangelisti.

Lo splendido e maestoso campanile è il simbolo della città di Alessandria. Costruito tra il 1889 e il 1922, è alto 106 metri. La chiesa è composta da dieci cappelle laterali e da un grande presbiterio che ospita un altare di recente fattura. Nell’incrocio della navata centrale con il braccio trasversale, si innalza una cupola a base ottagonale ornata all’interno da 24 nicchie. Nel centro del presbiterio si trova San Pietro in gloria in atto di preghiera in favore della città di Alessandria. Splendido l’organo a canne posto all’interno dell’edificio, realizzato nel 1929 e costituito da tre tastiere da 58 note ciascuno.

Le Chiese più belle del Piemonte

shutterstock_1484997389 By EnricoAliberti ItalyPhoto – cattedrale di Alessandria

4. La Basilica di Sant’Andrea

La Basilica di Sant’Andrea si trova nel cuore del centro storico di Vercelli, in Piazza Cavour. In stile romanico gotico, la chiesa è di notevole interesse storico artistico per la fusione del romanico con i primi segni del gotico italiano. La basilica di Sant’Andrea fu costruita tra il 1219 ed il 1227 per volontà del cardinale Giacomo Guala Beccaria. L’edificio ha mantenuto in buona parte la forma originaria.

Le Chiese più belle del Piemonte

shutterstock_1484916452 By Luca Ponti – Chiesa Sant’Andrea, Vercelli

5. Il Duomo di Novara

Il Duomo di Novara è suddiviso in tre navate separate da colonne in stucco marezzato dal colore giallo ocra con capitello corinzio. La navata centrale è coperta da una volta a botte mentre le navate laterali hanno copertura a calotta. Sul fondo del Duomo spicca l’arco trionfale adorno di vittorie alate, mentre al centro si può osservare una finestra circolare di vetro istoriano, raffigurante l’Assunta.

L’interno del Duomo è ricco di innumerevoli bellezze tra cui l’altare Antonelliano. Nella parte mediana è collocato un tempietto formato da otto colonne corinzie in marmo verde di Varallo. Nella parte superiore trovano posto Mosè e San Pietro.

Le Chiese più belle del Piemonte

shutterstock_1528468556 By Ihor Serdyukov – Duomo di Novara

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • L’Italia è suddivisa in regioni ecclesiastiche. La regione ecclesiastica è un’istituzione cattolica, regolata dal Codice di diritto canonico nei canoni 433 e 434, che raggruppa più province ecclesiastiche e/o diocesi direttamente soggette alla Santa Sede tra loro vicine.
  • In Piemonte e Valle D’Aosta ci sono 249 chiese.
  • Che differenza c’è tra chiesa, basilica, cattedrale e duomo? Tutte sono chiese. La basilica è, letteralmente, la casa del Signore. Ogni chiesa, quindi, può essere considerata una basilica, ma per esserlo deve avere una certa importanza e un certo valore artistico. Il duomo (dal latino domus, casa), rappresenta anch’esso la casa di Dio, ma è la chiesa più importante di una città. Se il duomo si trova in una città che è sede vescovile, prende il nome di cattedrale, perché il vescovo ha lì la sua “cattedra”.

La classifica delle chiese più belle d’Italia

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web