Alla scoperta dello Human Design: come conoscere se stessi

Lo Human Design permette di arrivare a conoscere la nostra vera identità ed il percorso di vita più adatto a noi. Scopriamo di cosa si tratta.

Human Design: di cosa si tratta

Lo Human Design, letteralmente Disegno Umano, è uno strumento che ci consente di comprendere chi siamo realmente e qual è il nostro funzionamento e di prendere buone decisioni nel corso della vita. Grazie alla fusione di scienze antiche e moderne, infatti, si riesce ad arrivare ad avere una personale mappa genetica che analizzata permette di conoscere debolezze e talenti. Grazie a tutto questo si riesce ad avere un’immagine più chiara di sé e delle proprie potenzialità, distinguendo il “sé” dal “non sé”. Con il primo si indica quello che siamo realmente, qual è la nostra verità, unendo mente, corpo e spirito. Con il secondo termine, invece, si identifica con la mente, la quale ci porta a prendere decisioni sbagliate  e senza consapevolezza di noi e senza comprendere la nostra unicità. Infine, questa tecnica per arrivare alla nostra vera identità è pensata, non solo per gli adulti, ma anche per i bambini, in maniera tale da fargli percorrere il loro cammino fin dai primi anni di vita.

Come trovare tempo per sé stessi in un’epoca distratta

Human Design: come funziona

Lo Human  Design si basa su due dati principali, i quali permettono di arrivare a scoprire la nostra vera identità ed unicità. Il primo dato è composto dalla nostra ora, data e luogo di nascita e consente di ricavare il secondo dato. Quest’ultimo è la nostra data pre-natale, ovvero il momento esatto in cui il feto ha completato lo sviluppo cerebrale. In quell’esatta data un essere vivente ha all’interno di sé tutto il proprio reale potenziale. Grazie alla nostra data pre-natale, poi, si arriva ad un disegno che mostra le nostre componenti fisse ed affidabili ma inconsce, indicate con elementi di colore rosse. Esse rappresentano l’eredità genetica di ciascuno di noi. Al contrario, alla nostra nascita si creerà un disegno con elementi di colore nero i quali, invece, rappresentano le nostre parti consce affidabili che vanno a creare la nostra personalità. La sintesi dei due disegni, infine, va a creare il nostro corpo grafico, necessario per comprendere chi siamo e quali sono le decisioni più giuste da prendere.

human design come funziona

Alla scoperta dello Human Design: come conoscere se stessi
Immagine di Shutterstock di Lidia_sv

La storia ed i benefici

Questo strumento di analisi chiamato Human Design nasce nel 1987 grazie alla conoscenza ricevuta durante una lunga esperienza mistica da Ra Urh Hu. Successivamente, nel 1992, esso decide di condividere con gli altri questo strumento, per consentire a tutti di conoscere realmente se stessi. Infatti, grazie a questo disegno, si riescono a comprendere le proprie debolezze ed i propri punti di forza. Oggi, lo Human Design si è diffuso ed è possibile arrivare avvicinarsi al proprio disegno grazie a:

  • Conferenze gratuite: introducono lo strumento di auto-conoscenza
  • Seminari: Human Design Experience e Live Your Design, rispettivamente di una e due giornate
  • Supporto individuale
  • Human Design Child: rivolto ai più piccoli

Esprimere se stessi attraverso forme di arte

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • Nel Disegno Umano sono presenti 9 centri i quali si definiscono in base al nostro Corpo Grafico;
  • Esistono 4 principali tipologie di appartenenza, all’interno dello Human Design, che sono: il Manifestatore; il Proiettore; il Generatore ed il Riflettore

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione