Come risparmiare in casa: 5 consigli della nonna

In un periodo come questo risparmiare in casa diventa un fattore molto importante del vivere bene. Vediamo come risparmiare in casa con 5 preziosi consigli della nonna.

Non a caso erano proprio le nonne a serbare nella loro gestione familiare la saggezza del risparmio, dell’italiano conservatore che non sperpera inutilmente risorse, energie e denaro. Cambiano i tempi, ma le persone tendono generalmente a rilassarsi e a essere “comodi” o semplicemente pigri nell’affrontare in modo oculato le spese con piccoli e semplici accorgimenti.

Come risparmiare in casa: imparare a scegliere

Come risparmiare in casa: 5 consigli della nonna

Credits: www.pixabay.com

Scegliere i prodotti utili, che risultano davvero indispensabili per la casa, non è banale. Viviamo in una giungla di pubblicità, spot e stimoli audio-visivi davvero invasivi. La vera rivoluzione è “less is more”: avere meno prodotti per la pulizia non solo aiuta a risparmiare soldi e spazio utile, ma vi consente di migliorare l’organizzazione di casa e avere subito a portata di mano ciò che serve, senza eliminare la qualità.

Puntate sui prodotti che riescono a sconfiggere lo sporco davvero e che risultano utilizzabili in più ambiti. Evitate di usare panni usa e getta intrisi di prodotti chimici. Molto meglio la microfibra, che avvolge la polvere e che si può lavare, in quanto è riutilizzabile. Mai provato a rendere brillanti i vetri con la carta di giornale? Funziona davvero: basta diluire una tazza di aceto bianco in un flacone di acqua calda, a cui puoi aggiungere qualche goccia di olio essenziale di tea tree oil, disinfettante e dal profumo intenso. Aceto e alcol denaturato sono ottimi alleati per le pulizie di casa.

Pulire casa con aceto e bicarbonato

Come risparmiare in casa: sfruttare bene la tecnologia

lavanderia a domicilio

Foto di Pixel-Shot su Shutterstock

Una sana abitudine è quella di utilizzare la tecnologia a nostro favore: la lavatrice è uno degli strumenti molto utili in casa, ma se non siamo attenti può facilmente diventare un nemico in fatto di consumi. Fatta eccezione per abiti da lavoro molto sporchi e per le macchie ostinate, la maggior parte del bucato può essere trattata con un programma veloce a 30° per una durata complessiva di 30 minuti. È un’ottima abitudine far partire la lavatrice di sera oppure la mattina prima di uscire, in modo da ritirare e piegare il bucato asciutto immediatamente, evitando di lasciarlo esposto alla polvere. L’aceto può essere utilizzato al posto dell’ammorbidente: per ottenere una profumazione intensa si consigliano gli oli essenziali. Un trucchetto per aumentare la capacità pulente è quella di depositare il sapone direttamente sui tessuti. Inoltre, eviterete di incrostare la vaschetta con il detersivo!

Risparmiare energia con la lavatrice: ecco gli orari in cui conviene

Come risparmiare in casa: prodotti naturali

Come pulire oggetti in metallo usando prodotti naturali

www.pixabay.com

Per poter pulire la casa senza spendere tanti soldi è necessario avere degli attrezzi che siano affidabilisostenibili e duraturi. Uno strumento utile per pulire tutto sono i panni magici, oppure le spugne di luffa, completamente biodegradabili e leggermente abrasive. Un metodo antico per eliminare gli odori forti era riciclare i fondi del caffè. Un modo sostenibile di riciclare quello che diventerebbe inevitabilmente un rifiuto che produciamo in casa: i fondi di caffè possono essere usati come deodorante per il frigorifero e per altri punti della casa come la cantina, la dispensa o la scarpiera. Basta lasciare asciugare i fondi di caffè estratti dalla caffettiera e, quando saranno asciutti versare la polvere in un bicchierino o in un piccolo contenitore senza coperchio. Riponendoli nello sportello del frigorifero si eviterà la formazione dei cattivi odori.

Come insegnano le nonne, esporre cuscini e coperte sul davanzale, quando è possibile, è un’ottima abitudine, perché luce e aria aperta asciugano l’umidità, combattendo gli acari. Per pulire il materasso usa bicarbonato e una spazzola vecchia.

Come risparmiare in casa: la spesa intelligente

Come risparmiare in casa: 5 consigli della nonna

Credits: www.unsplash.com

Non siamo più abituati ad assaggiare i prodotti, come facevano le nostre nonne! Frequentare supermercati e ipermercati ha inevitabilmente modificato le nostre abitudini, allontanandoci da alcune realtà molto più sane. Allora come adeguarsi e fare una spesa intelligente?

Bisogna imparare a ridurre, e con il tempo eliminare, l’acquisto di prodotti già pronti: sono più costosi e non avranno mai la stessa qualità che sceglieremmo noi nel prepararli. Molti piatti, come pasta, cordon bleu o polpette, in realtà non sono difficili, ma dobbiamo imparare a ricavare tempo e pazienza e realizzarli in casa. Il gusto sarà totalmente diverso. Un’altra buona abitudine è congelare carne, zuppe, sughi e verdure. Al contrario evitate di farlo con pasta e riso, per una migliore qualità degli alimenti. Sfruttate maggiormente i mercati cittadini per conoscere i produttori locali e la tua spesa di frutta e verdura conoscerà un significativo miglioramento: più verdure di stagione, prezzi più bassi, maggior bontà.

Lista spesa settimanale: come risparmiare

Come risparmiare in casa: meno oggetti, meno sprechi

decluttering habitante

Shutterstock – bfk

Concludiamo con un argomento molto caro alle vecchie buone abitudini delle nonne: non bisogna essere spreconi! Viviamo in una cultura dell’usa e getta che fa spavento: siamo continuamente desiderosi di oggetti momentanei, veloci, all’occorrenza. E questo ci fa tendere ancora di più allo spreco. Un esempio sono i tovaglioli di carta che la maggior parte delle persone utilizza in casa, a discapito del modello tradizionale in cotone, che fino a pochi anni fa ogni mamma aveva. Questa è una buona idea per evitare eccessivi sprechi. L’importante è agire con intelligenza e adeguarsi alla situazione utilizzando la scelta migliore a seconda delle circostanze. Meglio evitare di lavare ogni giorno i tovaglioli, altrimenti si vanificherebbe il tentativo di pesare meno sull’ambiente. Ognuno terrà il suo tovagliolo per alcuni giorni. L’aspetto positivo è anche la personalizzazione di questi oggetti di casa: chi ama ricamare può aggiungere una piccola iniziale per riconoscere il proprio. Tovaglia di stoffa, sacchetti in nylon da tenere in borsa, flaconi e recipienti in vetro di riciclare aiutano a risparmiare e dare una mano all’ambiente: c’è bisogno di tornare ad alcune sane abitudini per il bene nostro e dell’ambiente.

Decluttering: vivere al meglio il nostro habitat

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Sapevate che la pallina dosatrice nella lavatrice ci permette di risparmiare circa il 20% del detersivo?
  • La pulizia della lavatrice è importante: periodicamente basta fare un lavaggio a vuoto con l’aceto, pulire il filtro e le guarnizioni.
  • Gli spazzolini da denti vecchi sono un ottimo alleato per la pulizia dei punti difficili.
  • Gli sgrassatori comunemente in commercio possono essere sostituiti da un prodotto fai da te che costa meno e, in più, non inquina. Per farlo basta unire in un flacone acqua bicarbonato e aceto bianco, ottimo per l’acciaio. Aggiungendo qualche goccia di olio essenziale di bergamotto, eucalipto o lavanda si otterrà un prodotto dalla delicata profumazione.
  • Per eliminare bruciature e incrostazioni dalle pentole d’acciaio si possono usare Pepsi e Coca-Cola. Basta versare la bevanda sulla superficie, lasciare riposare almeno per una notte e poi spazzolare con una spazzola a setole rigide.

Credits immagine in evidenza: www.pixabay.com

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Esperta in architettura e comunicazione. Consulente digitale e Instagram Strategist.