Vai al contenuto
Neve in giardino

I lati positivi e negativi della neve in giardino

Condividi L'articolo su

Arriva il freddo e con sé trascina le piogge che durano giorni, la nebbia e la brina del mattino, tutti fattori che possono mettere a rischio il nostro giardino: ma se venisse a trovarci anche la neve, cosa accadrebbe? I lati positivi e negativi della neve in giardino possono essere molteplici, infatti alcuni studi riportano quanto la neve possa danneggiare il nostro giardino, altri considerano invece i benefici che ne porta il suo arrivo. L’importante è adottare le misure necessarie per proteggerlo dalla neve.

L’Italia si è aggiudicata (anche) il premio per il giardino più green di tutta Europa

Neve in giardino: alleato o acerrimo nemico?

Come in ogni cosa, è giusto analizzare aspetti positivi e negativi di una situazione. In alcuni casi, la neve può essere considerata come un aiuto per il nostro giardino e in altri un danno. Per prima cosa è bene non calpestarla quando si è posata in giardino, perché schiacciandola toglieremmo l’aria necessaria al nostro manto erboso. Un altro importante passo è quello di munirsi di un bastone, e con esso scuotere i rami delle piante per non appesantirli. Vediamo un elenco di consigli in caso di neve o gelate.

  • Prima dell’arrivo di gelate o neve, è fondamentale eseguire la potatura degli alberi presenti nel vostro giardino, così facendo si diminuisce il danno che può causare l’arrivo della neve.
  • Se in giardino avete un impianto d’irrigazione sarebbe utile svuotarlo dall’acqua prima dell’arrivo del maltempo per evitare danni quando lo si riutilizzerà la primavera successiva.
Neve in giardino
I lati positivi e negativi della neve in giardino – SHUTTERSTOCK DI SVIC

Quando la neve fa bene al nostro giardino?

Quando lo strato della neve non supera i 10/15 cm, funge da termoregolatore e impedisce la formazione di ghiaccio. La neve è composta da fiocchi, i quali sono formati da cristalli e quando si posano sul manto è come se si appoggiassero, senza togliere l’aria di cui ha bisogno. Il giusto modo è lasciarla sull’erba esattamente com’è arrivata, solo così possiamo ottenere un vantaggio da essa, vale a dire un effetto di pacciamatura, il quale rilascia sostanze nutritive al manto erboso. Ultimo, ma non meno importante, aspetto, la neve aiuta gli amici lombrichi a continuare la loro attività nel nostro giardino, perché senza di essi avremmo un pessimo impasto del terreno.

Come disporre le piante in giardino

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Un’indagine fatta dalla Coldiretti rileva che con la pandemia quasi 7 italiani su 10 (68%) hanno iniziato ad acquistare piante nei vivai per abbellire le proprie case e i giardini, per combattere afa e caldo, per difendersi da zanzare e insetti molesti o addirittura per coltivare direttamente frutta e ortaggi da mangiare a tavola. La pandemia risulta aver portato un’ondata floreale e colorata nelle case degli italiani.
  • Quando inizia davvero l’inverno? Il 21 di dicembre è il giorno del solstizio d’inverno, vale a dire giorni in cui ci sono meno ore di luce di tutto l’anno e solo in questo momento l’inverno inizia davvero a farsi sentire. Infatti, il mese più freddo in Italia è gennaio. E finisce con l’arrivo delle prime temperature calde, con marzo. In cui il 20 di marzo avremo l’equinozio di primavera.
  • Perché la neve si scioglie con il sale? Vi siete mai fatti questa domanda? Semplice. Il motivo è legato al fatto che il sale ha la proprietà in grado di abbassare il momento di congelamento dell’acqua. Se si aumenta la quantità di sale, il punto di congelamento continua a scendere fino a raggiungere un punto di saturazione. Da un certo punto di vista l’utilizzo del sale durante le giornate di giacchio o neve è fondamentale per la viabilità, ma da un altro porta gravi danni agli alberi posizionati ai lati delle strade.
TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News