Ecco come progettare un giardino rustico

Condividi L'articolo su

Creare un giardino rustico non richiede molto lavoro e dedizione. In questa attività la parola d’ordine è naturalezza, per ottenere uno spazio outdoor rustico è fondamentale adattarsi all’ambiente, quindi alle circostanze particolari del suolo e alle condizioni climatiche della zona nella quale si andrà a progettare il giardino. Tutto ciò seguendo, ovviamente, il proprio gusto personale.

Come progettare un giardino rustico

Oggi i giardini rustici sono quelli maggiormente in voga in quanto abbracciano un look country casual molto apprezzato. Un altro motivo è sicuramente la poca manutenzione di cui questi necessitano. Inoltre questo stile si sposa bene sia con una casa moderna che una puramente classica.

La progettazione di un giardino dallo stile rustico prevede una buona valutazione preliminare. Proprio per la natura dello spazio è necessario, per esempio, guardare cosa vi cresce spontaneamente. Il senso di questa tipologia di giardino è proprio quella di far prevalere la natura “quasi selvaggia” sull’intervento dell’uomo. Questo aspetto in realtà facilita anche il lavoro di realizzazione e assicura uno spazio in cui poter staccare dalla routine e quasi dimenticare di trovarsi in mezzo al trambusto della città.

I passaggi da seguire prima di mettersi all’opera sono:

  • valutare le condizioni climatiche e l’esposizione al sole;
  • considerare la tipologia e la fertilità del terreno;
  • stabilire la tipologia d’illuminazione;
  • scegliere piante da fiore e arbusti adatti al contesto;
  • installare un impianto di irrigazione;
  • aggiungere un arredo e delle decorazioni rustiche.

Pillole di interior design: arredare una casa in stile rustico in 3 mosse

Caratteristiche del giardino rustico

Il giardino rustico è l’esatto opposto del giardino formale, anche detto all’inglese. Le caratteristiche che lo contraddistinguono sono, infatti:

  • il posizionamento non ordinato, quasi casuale, della vegetazione;
  • la mancanza di linee o curve precise;
  • presenza di spazi verdi incontaminati e piante autoctone;
  • zona adibita alla coltura di piante aromatiche e, se possibile, anche di un vero e proprio orto.
giardino rustico

Ecco come progettare un giardino rustico – SHUTTERSTOCK di Joanna Tkaczuk

La scelta delle piante

Disporre di un buon terreno è un punto di partenza fondamentale per la realizzazione di un giardino dallo stile rustico. Quindi in tutti i casi si consiglia di effettuare un’attenta valutazione del substrato e prepararlo in maniera idonea, per esempio mediante l’aggiunta di materiale organico e nutrienti. Uno spazio outdoor dall’aspetto rustico consente massima libertà di scelta e di posizionamento delle piante. Sebbene si sia liberi di scegliere il tipo di vegetazione preferito è necessario prestare attenzione al livello di coesistenza tra le piante scelte. Si consiglia sempre di optare per le piante erbacee e da fiore più resistenti che possono, quindi, affrontare bene le diverse condizioni climatiche e anche eventuali malattie.

In un giardino rustico non possono di certo mancare gli alberi, meglio se sempreverdi. Inoltre se nel giardino è presente un piccolo laghetto anche le piante acquatiche sono un’ottima alternativa. Se volete dare un tocco mediterraneo al vostro spazio esterno una pianta che non può assolutamente mancare è la lavanda. Pianta erbacea aromatica sempreverde che, oltre all’inconfondibile profumo darà un tocco di colore al vostro giardino. Se volete giocare con i colori non può poi mancare un albero di mimosa. Se vi piace infine disporre di spezie sempre fresche, dedicate un piccolo spazio alla coltivazione delle piante aromatiche. In questo caso il rosmarino, con i suoi cespugli folti e profumati, è perfetto.

Come fare un giardino da soli?

Arredare un giardino rustico

L’arredamento è una componente fondamentale nella progettazione di un giardino rustico. Un divanetto in ferro battuto o in rattan con cuscini da seduta permetterà di avere un luogo confortevole ed elegante dove sedervi e riposarvi. Un tavolo con uno spesso vetro creerà una superficie di facile manutenzione e al contempo ideale per mettere in evidenza le parti forgiate del ferro o gli intrecci del rattan dell’arredo. Si può optare anche per mobili in legno dalla finitura grezza, in questo caso si consiglia di prestare particolare attenzione alla tipologia di legname, dovrà resistere all’ambiente esterno.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • In Italia un cittadino su cinque vive in una casa indipendente mentre il 52,6% degli italiani vive in appartamento.
  • La superficie media di un’abitazione in Italia, calcolata come rapporto tra superficie complessiva e numero di unità abitative totali, è circa 117 metri quadrati.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Condividi L'articolo su
Post Tags
Scritto da

Biologa