Strumenti musicali trasformati in oggetti di design: 4 idee di riciclo fai da te

È possibile dare nuova vita a strumenti musicali che non funzionano più? La risposta è sì. Ecco 4 idee di riciclo con cui ottenere originali oggetti di design per la propria casa.

Riciclare significa trasformare e cambiare la destinazione d’uso di un determinato in oggetto in qualcosa di totalmente nuovo. In questo modo da una parte si impiega una materia prima già pronta e dall’altra si evita di aumentare il volume di rifiuti. In più si incentiva la propria creatività. Se disponete di strumenti musicali che, per un motivo o per un altro, non funzionano più e non si possono riparare la soluzione migliore è quella di riciclarli piuttosto che buttarli semplicemente. Tra le diverse cose che si potrebbero realizzare focalizziamo la nostra attenzione sulla casa. Ecco, quindi, quattro idee per trasformare chitarre, trombe e batterie in veri e propri oggetti di design da inserire nell’arredamento della propria abitazione. 

1- Realizzare un tavolino partendo dalla cassa di una batteria

Se lo strumento musicale da riciclare è una batteria partendo da una cassa è possibile realizzare un tavolino da posizionare, per esempio, davanti al divano in soggiorno. Si tratta di un lavoro molto semplice. A seconda delle condizioni in cui versa lo strumento si deciderà preventivamente se è necessario dipingerlo. Questo passaggio può essere fatto non solo se la cassa è rovinata ma anche se la si vuole abbinare al proprio arredamento. Dopo aver effettuato questa opera di restauro sarà necessario procurarsi una lastra di vetro della dimensione e forma desiderata che andrà fissata alla cassa. Lo si può fare con del silicone o con colle adatte allo scopo. In questo modo la cassa costituirà la base del tavolino mentre il vetro la base d’appoggio per eventuali sopramobili e complementi di vario genere. Questo tavolino di design si abbina bene alle case dallo stile moderno ma anche minimale.

Strumenti musicali

Strumenti musicali trasformati in oggetti di design: 4 idee di riciclo fai da te – UNSPLASH

2- Vasi con strumenti musicali a fiato

Gli strumenti a fiato per la loro forma sono perfetti per creare dei caratteristici vasi da fiori. La porzione da cui esce il suono dello strumento è difatti costituita sa una grande coppa, si pensi per esempio ad una tromba o a un sassofono. Si procede stringendo la base della coppa, servendosi di una pinza o di una piccola pressa. In questo modo si andrà a chiudere la base, passaggio fondamentale poi per inserire la terra ed evitare che cada, posizionare poi la piantina scelta. Infine è necessario dotarsi di appositi ganci a mezzaluna chiusi con cui poter fissare il vaso-strumento alla parete desiderata.

3-  Realizzare una libreria o una mensola con una chitarra

Per realizzare una mensola è sufficiente fissare la chitarra al muro dal suo lato più stretto con apposite viti fischer sufficientemente resistenti. Così la superficie più larga dello strumento costituirà la base. Un’idea originale è quella di posizionarla, per esempio, all’ingresso di casa, spazio spesso difficile da arredare in maniera creativa.   

Altra idea, che però richiede un po’ di lavoro in più, è quella di trasformare la chitarra in una libreria. In questo caso sarà necessario eliminare la parte di strumento dove sono allocate le corde in modo da poter usufruire dell’interno. Una volta fatto ciò bisognerà decidere se la chitarra sarà posizionata in verticale o orizzontale. A questo punto la parte precedentemente eliminata dovrà essere intagliata al fine di ricavarne delle mensole dalla dimensioni adatte che andranno poi fissate all’interno dello strumento e che costituiranno la parte su cui sistemare i libri. Anche in questo caso sarà necessario usare delle viti fischer per il fissaggio al muro. 

Strumenti musicali

Strumenti musicali trasformati in oggetti di design: 4 idee di riciclo fai da te – UNSPLASH

4- Trasformare i piatti di una batteria in una lampada 

La quarta idea unisce due materie prime allo scopo di creare un unico oggetto. Se disponete di un piatto ricavato da una vecchia batteria e di una lampada priva di paralume ecco che unendo le due cose otterrete una nuova abat-jour di design. Sarà sufficiente praticare sul piatto dei fori in corrispondenza dei punti di contatto mediante un trapano e poi collegare il tutto. Sempre con tale strumento si può anche pensare di realizzare una lampada da soffitto. In quest’ultimo caso sarà ancora più semplice poiché ci si servirà del foro già presente nel piatto per far passare il cavo elettrico e poi applicare la parte di sostegno per la lampadina.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Si stima che esistano almeno 298 gruppi di strumenti musicali. Di questi 108 appartengono alla categoria degl’idiofoni, 36 ai membranofoni, 82 ai cordofoni e 72 agli aerofoni.
  • Incentivati dal periodo di chiusura forzata durante la pandemia gli italiani hanno riscoperto l’arte del fai-da-te applicata al riciclo. Secondo un’indagine di ManoMano, difatti, è emerso che l’Italia sta sviluppando una nuova sensibilità nei confronti dei propri beni materiali. Il 92,2% degli italiani intervistati preferisce riparare da sé gli oggetti presenti in casa. In particolare l’87,7% dichiara di dedicarsi da solo al montaggio dei mobili, il 73,6% alle attività di giardinaggio e il 58,9% si diletta anche in vere e proprie operazioni di restauro.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continua a seguirci su www.habitante.it

 

Scritto da

Biologa