Cantina di vini: come progettarla, idee e consigli

La cantina di vini è sempre un’ottima soluzione di desing per la propria casa in campagna. Per poter riporre tutti i migliori vini in maniera consona.

Progettare una cantina di vini è il sogno di tantissime persone. Soprattutto di chi possiede una bella casa in campagna, con una cantina troppo vuota. Tanti si chiedono quale sia il progetto migliore per una cantina che deve accogliere questo genere di prodotti e la risposta è sempre una: bisogna pensare ad un progetto accurato e preciso.

Come progettare una cantina di vini: consigli e idee

Progettare una bella cantina di vini è il sogno di tantissimi proprietari di casa. Soprattutto per gli amanti del buon vino, i quali vogliono sempre riporlo nel modo migliore possibile, facendolo durare nel tempo. E magari, assaggiarne il gusto anni dopo. Però per poter attuare un piano di questo tipo, occorre certamente rispettare diverse regole ben precise. Infatti, che il destinatario del progetto sia un inteditore oppure no, si sa, il vino in sè richiede molta cura ed attenzione. Per questo motivo è sempre bene prima di iniziare seguire delle regole per poter procedere al meglio. Inoltre, bisogna sempre considerare che, questo articolo deve essere essere riposto in un luogo molto fresco e anche protetto. Ma soprattutto che sia privo di luce, anche di suoni o di varie vibrazioni. Per chi non ha a disposizione una vera e propria cantina, può crearne una nel porprio sottoscala oppure nel porprio seminterrato.

Vino

Cantina di vini: come progettarla, idee e consigli – pexels di Julia Volk

L’ambiente

Per poter ricreare l’ambiente di una vera e propria cantina come si deve, bisogna sempre avere a disposizione almeno uno scantinato, oppure un seminterrato, un sottoscala o un ripostiglio. Non si potrà mai costruire una cantina come si deve senza avere uno spazio consono per il posizionamento. Sicuramente questo è il punto di partenza, quello più importante. Poi, dopo che si ha scelto l’ambiente in cui realizzare la cantina di vini, si passa allo step successivo.

Arredamento

Inoltre, per poter rendere la cantina per vini il più funzionale possibile, occorre avere almeno degli scaffali, o procurarseli. Si rciorda che, questo tipo di arredamento può essere realizzato anche con legno, metallo, cemento, così da reggere le bottiglie nel tempo. Solitamente vengono prediletti degli scaffali totalmente in legno, per poter mantenere stabile il tasso dell’umidità.

Temperatura

Un altro aspetto che deve sempre essere considerato è proprio quello legato alla temperatura. Infatti, si consiglia sempre di avere un termometro all’interno della cantina per vini. Proprio per avere sempre sotto controllo la temperatura e così si può aggiustarla quando non è più adeguata alla conservazione. Per esempio, la temperatura ideale consigliata dagli esperti per un buon invecchiamento del vino è dai 10 ai 14 gradi. Se la temperatura fosse troppo alta, quindi che supera i 20 gradi, essa può portare anche al deterioramento del vino e la temperatura troppo bassa al contrario fa sì che si geli. Quindi occorre sempre evitare i vari cambiamenti bruschi di temperatura.

Vini

Cantina di vini: come progettarla, idee e consigli – pexels di Arthur Brognoli

Luce

Anche la luce ha il suo posto in questa scena. Infatti, il locale che verrà adibito a cantina dovrà sempre essere rigorosamente buio. Non dovranno mai esserci neanche degli spiragli di luci, quindi sia naturale che elettrica. Così il vino potrà riposare al meglio.

Umidità

Per poter realizzare una cantina per vini come si deve, dovrai tenere sempre sotto controllo il livello di umidità della cantina. Proprio perchè temperatura e umidità viaggiano proprio a braccetto in queste situazioni così particolare da gestire. Infatti, anche l’umidità può rovinare in maniera drastica il vino, tanto quanto può fare la luce e la temperatura. Solitamente l’umidità consigliata in cantina si aggira intorno all’80%. E per misurarla solitamente si utilizza l’igrometro, uno strumento apposito per questo settore.

Odori

Anche l’aspetto “odori” va considerato con attenzione in queste situazioni così particolari. Proprio perchè la cantina sarà sempre la casa delle bottiglie di vino, non una dispensa. Quindi si consiglia sempre di evitare qualsiasi tipo di profumo forte, proprio perchè potrebbe contaminare il vino, il suo gusto. Il vino ha la capacità di poter assorbire tutti gli odori, quindi anche le varie contaminazioni da vario cibo. Solitamente si consiglia di evitare di riporre del cibo all’interno della stessa cantina del vino, o ne prenderà il gusto.

Cantine

Cantina di vini: come progettarla, idee e consigli – pexels di Leo Woessner

Posizione delle bottiglie

Poi bisogna sempre tenere in considerazione anche la posizione delle bottiglie. Infatti, si consiglia di tenerle sempre posizionate in un certo modo, proprio anche per rendere la cantina sempre più organizzata. Così l’etichetta riposta sopra sarà semrpe in vista, se le si posiziona in maniera orizzontale. Solitamente le bottiglie di spumante vanno sempre riposte in maniera orizzontale. E anche per il loro corretto invecchiamento è utile siano sempre riposte in maniera orizzontale.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondi i dati di Degusta, il mercato dei vini nel 2021 ha registrato un tren super positivo. Il vino proprio a denominazione d’origine risulta essere cresciuto dell’1,8%.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Condividi su
Scritto da

Scrittrice, redattrice e agente immobiliare. Esperta del settore casa e sostenibilità. Specializzata in progettazione di giardini e laureata in Comunicazione. Da sempre, scrive e parla di arredamento, case e giardini. Amante del mondo vintage, country e in particolare, dell'arredamento antico inglese.