Tiny house, consigli per chi vuole costruire una mini-casa

Piccole e confortevoli, le mini-case sono diventate un vero e proprio fenomeno negli Stati Uniti. In Italia non è così semplice averne una, ma non impossibile.

Vediamo allora come costruirla e progettarla in base alle proprie necessità.

Aspetti da considerare

Innanzitutto, bisogna dire che in Italia le norme edilizie sono molto severe, quindi potrete costruire una mini-casa solo se avete la possibilità di impiantarla in un terreno edificabile di vostra proprietà. In America, invece, questo tipo di abitazioni sta spopolando e in generale è meno difficile andarci a vivere in pianta stabile.

In caso ne abbiate la possibilità, la prima cosa da considerare è la dimensione di cui si ha bisogno: ha spazio sufficiente per tutte le esigenze? Ad esempio, se vivete da soli o con un partner e non avete figli o animali domestici, una casa anche molto piccola sarà sufficiente. In caso contrario, è meglio dirigersi verso soluzioni un po’ più grandi. Le piccole dimensioni sono una prerogativa essenziale delle mini-case, ma non bisogna dimenticare che ognuno deve avere il proprio spazio.

In secondo luogo, pensate bene a tutti i comfort da inserire: ovviamente sarà necessario fare una scelta, non potendo avere elettrodomestici di grandi dimensioni o mobili troppo robusti. Se è vero che quando si costruisce una mini-casa sono tante le cose da considerare, dalla disposizione delle stanze alle finestre necessarie per massimizzare la luce naturale, è anche vero che il comfort è fondamentale. È consigliabile trovare sempre uno spazio per la televisione e per i piccoli elettrodomestici. Meglio preferire gli ebook ai libri cartacei e i film in streaming ai dvd; tutto per questioni di spazio. Per far funzionare queste cose, però, avrete ovviamente bisogno di una connessione a internet. Una soluzione valida può consistere nel ricorrere al Wi-Fi ricaricabile, un’opzione proposta da molti gestori, per evitare installazioni e ingombri.

La terza cosa da considerare è la quantità di denaro che si può investire in questo progetto: così come ci sono case piccole e grandi, ce ne sono anche di economiche e di più costose; quindi, se si vuole qualcosa che sia bello ma che non sia troppo fuori budget, valutate bene tutte le soluzioni. Se da una parte è possibile costruirsi una mini-casa da sé, dall’altra è anche possibile rivolgersi a ditte specializzate, capaci anche di personalizzarle.

I benefici di vivere in una casa sul lago

Vantaggi di una mini-casa

Le mini-case offrono molti vantaggi a chi le abita. Innanzitutto, sono facili da pulire. Le dimensioni ridotte delle mini-case rendono facile spolverare l’intera struttura e mantenerla pulita.

Un altro vantaggio è che permettono agli abitanti di godere della vicinanza alla natura, benefica per la salute. Le dimensioni ridotte della struttura e la vicinanza al terreno, poi, danno la sensazione di essere più vicini all’ambiente esterno rispetto ad altri tipi di opzioni abitative, come gli appartamenti e i condomini.

Con una mini-casa potete anche riscaldare e raffreddare facilmente gli ambienti interni. La maggior parte di esse è dotata di un riscaldatore a propano e di un’unità di condizionamento dell’aria alimentati da pannelli solari sul tetto. Non dovrete quindi più preoccuparvi delle bollette.

I benefici di passeggiare nel bosco

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by