Progetti di efficientamento energetico nelle case popolari di Milano

Le case popolari di Milano comprendono più di 73.000 unità immobiliari. MM spa ha avviato in questi anni diversi progetti di riqualificazione, sia da un punto di vista socio-culturale che energetico, per migliorare sotto tutti gli aspetti la vita degli inquilini.

Le case popolari di Milano

A Milano le case popolari sono una città nella città. Basti pensare che solo quelle di proprietà del Comune di Milano, gestite da MM spa, sono 30.000, situate in 1.100 edifici, aggregati in quasi 300 complessi. Se sommate a quelle di Aler, l’altro grande gestore della città, si superano le 73.000 unità immobiliari. Insomma, possiamo immaginare quasi una città policentrica dalle dimensioni di Padova, Parma, Trieste.

L’83% degli inquilini delle case popolari del Comune di Milano sono italiani, e circa il 33% degli abitanti sono nella fascia d’età 66-over 90 anni. A seguire un 30% di inquilini è tra i 46 e i 65 anni. Il 41% degli abitanti delle case popolari sono nuclei monofamiliari, il 31% sono nuclei composti da 2 persone, e il 13% da 3 persone.

POP! Abitare voce del verbo popolare. Una rivista di social design

Progetti di efficientamento energetico

La città di Milano è impegnata da diverso tempo in programmi di transizione ambientale per ridurre le emissioni in ambiente. Da quest’anno un contributo importante all’abbattimento dei livelli di inquinamento è arrivato anche dalle case popolari.

Infatti, gli impianti di riscaldamento nelle case popolari del Comune di Milano, gestite da MM, non sono più dotati di nessuna centrale termica alimentata a gasolio. Tutti gli impianti sono stati trasformati in “oil free” con alimentazione a metano o con allacciamento alla rete cittadina di teleriscaldamento.

Questa iniziativa è stata fortemente voluta dal Comune di Milano e da MM per efficientare gli impianti termici riducendo anche i costi per gli inquilini, ottimizzando il funzionamento complessivo, rendendo costante e sicuro il fabbisogno di caldo delle famiglie. Questo inoltre permette di salvaguardare l’ambiente con una drastica riduzione dell’emissione di polveri sottili e CO2.

Il progetto di efficientamento energetico delle case popolari di Milano stima una riduzione delle emissioni di CO2 pari a circa 1.750 tonnellate/anno.

Con questo tassello prosegue così l’attività di riqualificazione del patrimonio residenziale pubblico della città, avviato da dicembre 2014 con la gestione da parte di MM.
Nell’ultimo triennio sono state convertite 49 centrali termiche con una potenza installata complessiva di circa 25.000 Kw. Allo stesso tempo gli impianti allacciati alla rete di teleriscaldamento cittadina sono passati da 16 a 40.

I 42 complessi edilizi coinvolti, pari al 25% del patrimonio complessivo, riguardano 10.800 inquilini e il risparmio economico atteso è di circa il 50% sul costo unitario del MWh.

case popolari Milano MMspa

Case popolari di Milano – foto di Polifemo, da archivio di MM spa

Forestazione urbana

A partire dal 2019, MM è stata coinvolta nel processo di forestazione urbana avviato dal Comune di Milano, con l’obiettivo di estendere gli interventi previsti su suolo pubblico anche alle aree verdi private. 

L’ipotesi di fondo è infatti quella che gli interventi vadano oltre la mera piantumazione e possano costituire un elemento di valorizzazione generale degli spazi comuni dei complessi abitativi, ricomprendendo quindi anche:

  • la creazione di nuove aree da gioco per bambini (una per complesso);
  • la ripavimentazione di aree interne fortemente ammalorate, con contestuale creazione di sedute e spazi di condivisione o di aree a prato in prossimità dei giochi, l’integrazione di nuove sedute e panchine.

La seconda fase del progetto prevede l’esecuzione di 4 nuovi interventi, da realizzare nel corso dell’anno 2021.

Le iniziative sostenibili nel mondo: il Ministero della Transizione Ecologica

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Nel 2020 il Comune di Milano ha stanziato finanziamenti ulteriori € 5.250.000 per un ammontare complessivo pari a € 105.050.000. Questo dato conferma il forte impegno del Comune nelle politiche di sostegno all’abitare.
  • La gestione delle case popolari di Milano è divisa tra due enti gestori: Aler, Azienda Lombarda Edilizia Residenziale e MM spa, società partecipata del Comune di Milano.
  • Sul sito di MM spa puoi scaricare i primi due numeri della rivista POP! Abitare, voce del verbo popolare, la rivista realizzata direttamente nelle case popolari in collaborazione con NABA, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Divido il mio tempo tra la mia professione di comunicatore pubblico e l’arte della danza contemporanea, che pratico fin dall’infanzia e che mi porta sui palcoscenici italiani come danzatore e coreografo. Sono un appassionato di new media con particolare riguardo alla comunicazione pubblica e istituzionale: la partecipazione, la trasparenza, la reputazione sono le aree di maggiore interesse. Ho iniziato molto tempo fa con importanti incarichi nella pubblica amministrazione, passando da progetti di consulenza e formazione in ambito pubblico sul posizionamento di nuovi servizi al cittadino alla ideazione di format culturali. Mi piace pensarmi un divulgatore di best practices nell'innovazione sociale e nel public branding. Attualmente lavoro presso l'Università degli studi di Milano-Bicocca nell'Area Affari Istituzionali e Comunicazione. L’incontro con Habitante è un’avventura di scrittura che mi permette di raccontare, con stimoli nuovi, i mondi che ho conosciuto e imparato ad apprezzare negli anni.