Le iniziative sostenibili nel mondo: la casa di Horace Burgess in Tennessee è l’edificio sull’albero più grande al mondo

Le iniziative sostenibili nel mondo: la casa di Horace Burgess in Tennessee è l’edificio sull’albero più grande al mondo. Questo si trova nella cittadina di Crossville ed è entrato nel Guinness World Records, in quanto è una costruzione interamente in legno di 5 piani che ha come pilastri ben sei querce. Inoltre, è sopraelevata su dei mastodontici alberi e ha un’altezza di 29,5 metri.

la casa di Horace Burgess in Tennessee è l’edificio sull’albero più grande al mondo

la casa di Horace Burgess in Tennessee è l’edificio sull’albero più grande al mondo – shutterstock foto di Alexander Komraz 2

La storia della casa di Horace Burgess

Burgees ha iniziato la costruzione nel 1993 utilizzando principalmente materiale di scarto, quindi nel pieno rispetto dell’ambiente. La spesa di tutto il progetto è stata una cifra irrisoria: 12.000 dollari. La costruzione è terminata nel 2013 e secondo il Daily Mail, l’intera struttura è tenuta insieme da ben 258.000 chiodi. Oltre alle numerose sale, la casa dispone di scale a chiocciola, una cantina e al terzo piano una chiesa che al termine delle funzioni religiose diventa un campo da basket. Inoltre, Burgess ha dichiarato di averla costruita per tutti, si tratta della casa sull’albero di Dio in cui lui veglia su di essa.

Dove soggiornare in una suggestiva casa sull’albero in Italia

La casa sull’albero come spazio d’intrattenimento

Non si può di certo non rimanere affascinati da questa casa sull’albero che è sorta con pochissime risorse, creando anche un piacevole spazio di intrattenimento per i bambini nel rispetto totale dell’ambiente. All’interno, ci sono più di 80 camere, tra cui un santuario, che può essere utilizzato anche come un piccolo campo da basket, una chiesa e il campanile, oltre a particolari accessori come un’antica panca, una vetrata di Gesù e un coro. In aggiunta, dal tetto, si può vedere la parola ‘Gesù’ scritta sull’erba di un campo vicino.

Turismo ecologico o ecoturismo: cos’è e come farlo

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La costruzione di una casa sull’ albero deve soddisfare 3 parametri fondamentali: il rispetto dell’ambiente, infatti, il progetto e i materiali devono preservare l’integrità dell’albero e del contesto naturale circostante. La progettazione reversibile, nel senso che la struttura una volta inutilizzata potrà essere smontate senza recare alcun danno. Infine, la sicurezza preceduta da uno studio ed un’analisi dettagliata che guardi a lungo termine.
  • In Italia ci sono molteplici case sull’albero in grado di offrire un soggiorno alternativo nel pieno rispetto dell’ambiente. Alcune sono davvero originali ed ecologiche costruite con materiali sostenibili, senza rinunciare ai comfort e neppure al design. Questa è una forma di turismo eco-sostenibile, in quanto la maggior parte delle tree house sono costruite rispettando regole green per la salvaguardia dell’ambiente circostante.
  • Pitchup.com è l’unica piattaforma di instant booking in Italia specializzata in soggiorni in campeggi e villaggi turistici. Nata nel 2009 in Inghilterra è stata riconosciuta dal Financial Times come una delle FT 1000: Europe’s Fastest Growing Companies nel 2019. Oggi è presente e attiva per le prenotazioni di campeggi in oltre 65 paesi con circa 4.200 strutture partner e 22 milioni di visite annue.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.