È possibile rinfrescare la nostra casa senza utilizzare il condizionatore?

Assolutamente si, è possibile rinfrescare la nostra casa senza utilizzare il condizionatore. Siamo talmente abituati a gestire ogni nostro desiderio con un telecomando, che ci siamo dimenticati che Madre Natura ha già pensato a tutto. Lei ha creato le correnti d’aria, il nostro compito è semplicemente quello di sfruttarle al meglio. Non dobbiamo temere le torbide giornate estive, abbiamo molte possibilità di stare in un ambiente rinfrescato anche senza consumare energia, restando amici dell’ambiente.

Possiamo rinfrescare casa senza condizionatore?

È possibile rinfrescare la nostra casa senza utilizzare il condizionatore? – fonte Unspash foto di Ashkan Forouzani

Sfruttare le correnti d’aria per rinfrescare l’ambiente domestico senza l’uso di condizionatori

I condizionatori sono nemici del cambiamento climatico, producendo aria fredda da soffiare nelle nostre case, fanno fluire all’esterno aria caldissima e gas di scarico. L’insieme degli scarti, è una delle maggiori cause di surriscaldamento globale. Per fortuna però, è possibile rinfrescare le nostre case senza l’utilizzo del condizionatore creando delle correnti d’aria. Se abbiamo una casa che gode di aperture su più lati, teniamo aperte tutte le finestre in modo da consentire all’aria di creare dei flussi più abbondanti. Un altro trucchetto, è quello di aprire anche le ante degli armadi e le porte interne di casa, fermandole con un fermaporta. In questo modo il calore non resta intrappolato e quindi non crea zone ad alte temperature. Se invece abitiamo in una casa con le aperture su un lato solo, possiamo posizionare un ventilatore a uso smart sul lato senza finestre in modo da creare corrente.

Possiamo rinfrescare casa senza condizionatore?

È possibile rinfrescare la nostra casa senza utilizzare il condizionatore? – fonte Canva

Tende e persiane ci vengono incontro per mantenere l’aria fresca in casa

L’aria è più fresca e umida di notte, quindi di solito è sufficiente tenere aperte tutte le finestre, chiudendo persiane e tapparelle per trovare un po’ di refrigerio. Se la nostra casa è molto esposta al sole durante la giornata, montare dei tendoni per evitare che il sole batta direttamente sulle mura aiuta a non far alzare troppo il calore in casa. Le tende interne ci vengono in soccorso in un modo forse bizzarro, ma decisamente funzionale: posizioniamo delle bacinelle d’acqua fresca e ghiaccio alla base, e immergiamoci il finale del tendone. In questo modo le particelle d’acqua fredda vengono assorbite dal tessuto, che si depositano poi sulla corrente d’aria che risulterà più fresca. Provare per credere!

Come preparare casa all’arrivo dell’estate

Creare un cappotto termico non è utile solo per le basse temperature, ma dona sollievo anche nelle calde giornate estive

Decisamente più costoso degli altri consigli che vi abbiamo dato, ma anche quello più significativo. Il cappotto termico di rivestimento per le mura di casa, viene attribuito sempre al mantenimento del calore. In realtà torna utile anche quando le giornate diventano afose e l’aria irrespirabile. Creando una sorta di barriera, trattiene più facilmente l’aria fresca, tenendo lontani i raggi solari.

Moderiamo l’uso di elettrodomestici e valutiamo un cambio delle lampadine

Può sembrare strano, ma gli elettrodomestici sono una causa importante dell’afa domestica. Ormai non ci accorgiamo più quando dimentichiamo acceso il computer, oppure se abbiamo cambiato stanza lasciando andare la TV. Soprattutto d’estate deve diventare nostra premura spegnere quanti più elettrodomestici possibile. Consigliamo anche di cambiare le lampadine se abbiamo scelto quelle a incandescenza. Sostituire le vecchie lampadine con quelle a led o fluorescenti, contribuisce a tenere bassi i gradi sul termometro. Inoltre, sono fonte di grande risparmio energetico, e sono meno dannose per i nostro occhi. Ricordiamoci di spegnere sempre le luci e gli apparecchi accesi quando cambiamo stanza.

Rimanere in città durante l’estate: ecco cosa fare

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Un condizionatore di classe energetica alta con capacità di raffreddamento di 9000 Btu ha un consumo energetico stimato di 1000 W, il che significa che se lo tieni acceso 6 ore al giorno (considerato un costo al kWh di 0,2 € in bolletta) ti costa 1,20 € al giorno, che per 90 giorni (i tre mesi d’estate), fa 108 € –  fonte https://tariffe.segugio.it/guide

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Appassionata da sempre di animali, con il sogno di vivere in mezzo a loro, credo negli alberi e nella magia del bosco, credo alle mani forti e gli occhi pieni. Camminare scalza nei prati è una delle mie più grandi passioni. Scopro il mondo della cinofilia nel 2016, e inizio un percorso di formazione che è ancora in atto. Proprio grazie ai cani, incontro Sonia Carrera e le sue adorabili spitz, e così nasce la collaborazione con Habitante, grandissima fonte di ispirazione e spinta a mettermi in gioco.