Crea il tuo orto in casa riciclando i barattoli di vetro della marmellata

È possibile creare un orto in casa riciclando i barattoli della marmellata? Assolutamente sì, basta qualche accorgimento.

Che differenza c’è tra marmellata e confettura?

Orto in casa riciclando i barattoli: una scelta sostenibile

Basta poco per avere un angolo green in casa. Il riuso dei barattoli di vetro infatti, può rendere il tuo giardino o il tuo balcone unici con un piccolo spazio per l’orto. Come? Grazie all’utilizzo di vasetti in vetro recuperati dalle confezioni della marmellata.

Per un motivo o per l’altro, tutti hanno in casa questo contenitore. Che sia per una colazione sostanziosa o per la preparazione di dolci, o ancora, perché si è soliti acquistare questo tipo di barattoli di vetro per conserve fatte in casa, chiunque ne avrà almeno uno a portata di mano.

Il riuso è, in generale, una scelta consapevole e sostenibile, che permette di salvaguardare l’ambiente con gesti semplici e quotidiani.

Il riuso dei barattoli di vetro

Con pochi passaggi, è possibile realizzare un piccolo giardino in barattolo.

Questo minuscolo orto domestico si presta bene alle erbe aromatiche, ideali da avere sempre fresche e facilmente accessibili per le proprie pietanze e per profumare la casa. I barattoli si possono usare anche per piccoli frutti, come quelli di bosco che sprigionano anche un buon odore. È quindi possibile creare il tuo angolo fai da te a contatto con la natura quasi dappertutto: in balcone, in un angolo del giardino, sopra il banco da cucina o vicino a qualche finestra del soggiorno.

Scopriamo quindi come il riutilizzo creativo può aiutare a stimolare la tua inventiva e dare un nuovo aspetto ai barattoli di vetro in ottica sostenibile, riempiendoli per creare un orto su misura.

orto in casa riciclando i barattoli

Crea il tuo orto in casa riciclando i barattoli di vetro della marmellata – Pixabay di jackmac34

Come creare un orto in casa riciclando i barattoli

Coltivare un orto in vetro richiede i seguenti oggetti:

  • barattolo vuoto di vetro
  • pietre-ghiaia per il drenaggio
  • terriccio
  • etichetta effetto lavagna
  • pennarello indelebile bianco

Per procedere a piantare i semi, basta lavare accuratamente il barattolo di vetro e togliere eventuali residui di colla dell’etichetta. Una volta asciugato con cura, apporgli una nuova etichetta sulla quale si scriverà il nome della piana che nascerà li dentro.

Ideale per un tocco decorativo, inerire sul fondo del barattolo piccole pietre o ghiaia, almeno per un quarto, al fine di garantire un buon drenaggio. Al di sopra andrà il terriccio, oppure un mix di terra e compost, fino a riempire completamente tutto il contenitore.

A questo punto si provvederà a piantare il seme della futura piantina e coltivarlo secondo le istruzioni.

Come curare l’orto

Solitamente è fondamentale una buona dose d’acqua e l’esposizione al sole, perciò per la coltivazione è meglio optare sempre per una zona soleggiata in modo che la piantina possa assorbire al meglio la luce naturale. L’ideale è quindi posizionarle nei pressi delle finestre o lasciarle esposte alla luce per circa quattro ore durante arco della giornata.

Una volta che le piante cresceranno, si avrà il proprio orto fai da te, ricco di buona frutta e verdura o erbe aromatiche. Questa soluzione permette di adottare uno stile di vita il più naturale possibile e perfetto per chi ama vivere in autosufficienza.

E poi, dai nostri frutti, magari sarà possibile confezionare della nuova marmellata per dare vita a un meraviglioso ciclo di sostenibilità.

Tante idee per colorare la cucina con i vasetti di spezie

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • I dati sul mercato dalle confetture e marmellate in vasetto di vetro mostrano nel 2020 una contrazione in termini di volumi (-0,9%) nei canali GDO ma un trend a valore stabile (-0,1%), per un totale di 316 milioni di euro, con un lieve aumento del prezzo medio (+0,8%) e di una pressione promozionale pressoché invariata.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Sono laureata in giornalismo e lavoro come redattrice, traduttrice e copywriter. Mi piace parlare di tutto con approccio scientifico, soprattutto di enogastronomia. Scrivo di moda e la creo (sono anche ricamatrice e modellista sartoriale).