Come smaltire le pitture avanzate?

Smaltire le pitture avanzate

Come smaltire le pitture avanzate? Molto spesso capita, dopo aver completato un lavoro di verniciatura in casa, di avere dei secchi di pittura semivuoti o dei barattoli di vernice quasi terminati. Pitture e vernici, se chiuse ermeticamente, si conservano a lungo e possono essere riutilizzate quando necessario. In caso contrario, quando si devono gettare è bene capire dove farlo. Di solito è bene portare la vernice in un centro di raccolta apposito per evitare i soliti errori relativi alla raccolta differenziata.

Vernici e pitture

Per smaltire vernici e pitture bisogna fare molta attenzione. Ciò perché sono considerati rifiuti speciali particolarmente inquinanti che possono danneggiare l’ambiente e di conseguenza le persone che lo vivono.

Pertanto, non potendo essere conferiti con i normali rifiuti, né essere dispersi nell’ambiente e versati nello scarico o in tombini, in quanto contengono solventi nocivi, è bene che i cittadini privati si rivolgano all’area ecologica più vicina.

Tuttavia, oggi, sempre più colorifici e negozi di pitture effettuano il servizio di ritiro degli avanzi. In questo modo provvedono a riciclarli se sono ancora utilizzabili o a smaltirli correttamente se sono secchi.

Smaltire pitture

Come smaltire le pitture avanzate – shutterstock foto di mdbildes

Smaltire vernici e pitture

Prima di smaltire vernici e pitture è bene capire se siano ancora buone. Una pittura all’acqua se deteriorata, al momento dell’apertura emana un cattivo odore sgradevole e pungente. Invece, in assenza di cattivo odore se sulla superficie si è formato semplicemente uno strato acquoso, è possibile riutilizzare la vernice mescolandola.

Mentre, se passa molto tempo dall’ultimo utilizzo, nel caso delle vernici, queste si seccano in maniera irrimediabile, specialmente se esposte all’aria, ed è necessario smaltirle nel modo corretto.

Smaltire pitture

Come smaltire le pitture avanzate – shutterstock foto di New Africa

Come smaltire in maniera adeguata una vecchia pittura

Pitture e vernici spesso possono contenere solventi nocivi per la salute e l’ambiente, per questo non vanno eliminate né nella natura né nei rifiuti domestici e nello scarico, per evitare che gli additivi nocivi possano raggiungere le acque reflue e quindi anche l’acqua potabile.

Se nel secchio si trovano ancora pochi residui di colore, è necessario farli indurire lasciando il secchio senza coperchio all’aperto o aggiungendo qualche truciolo di segatura.

In ogni caso, è bene cercare informazioni sui programmi di riciclaggio delle vernici offerti dalla comunità locale. Per esempio, i centri di raccolta rifiuti, le scuole e i comuni potrebbero essere interessati a raccogliere la vernice e mescolarla per utilizzarla in progetti per la comunità.

Se è necessario smaltire molta vernice a base d’acqua, è possibile acquistare su Internet uno speciale agente indurente. I prodotti di questo tipo, chiamati waste paint hardener, si utilizzano versando all’incirca una tazza di prodotto in 3,5 litri di vernice. Lo scopo è quello di solidificare la vernice e quindi renderla molto più facile da trasportare e buttare, nel giro di qualche ora.

Dipingere le pareti di casa in pochi semplici passi migliorando la qualità dell’aria

Dove smaltire gratuitamente pitture e vernici?

Prima di smaltire una pittura è bene leggere accuratamente l’etichetta per controllare che la vernice non contenga piombo o altre sostanze pericolose.

La maggior parte delle vecchie vernici va conferita negli ecocentri o nei centri attrezzati per la raccolta differenziata ed è bene seccarla o solidificarla prima di essere buttata via.

I rifiuti speciali come pitture e vernici vanno sempre smaltiti in modo accurato. Tuttavia, molto spesso lo smaltimento di secchi di pittura vecchia da parte di imprese di smaltimento private non è conveniente. Talvolta però, può avvenire anche gratuitamente:

  • In base alla legge sui prodotti chimici, il negozio in cui si acquista la pittura è tenuto a ritirare gratuitamente sostanze pericolose in piccole quantità che per l’Ufficio Federale dell’ambiente sono le rimanenze consuete nelle economie domestiche.
  • Lo smaltimento può essere effettuato anche nei punti di raccolta delle sostanze nocive dei relativi comuni o cantoni. Nel Canton Zurigo, ad esempio, esiste un furgoncino per rifiuti speciali che visita il comune una volta all’anno. Ogni persona ha la possibilità di consegnarvi fino a un max. di 20 kg.

Perché scegliere le pitture lavabili per imbiancare?

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Ogni anno negli Stati Uniti vengono venduti circa 800 milioni di galloni di vernici e pitture per architettura. Sapevate che circa il 10% rimane inutilizzato ed è disponibile per il riciclaggio? Le leggi sull’amministrazione di pittura e vernice richiedono al loro settore di fabbricazione di sviluppare un programma finanziariamente sostenibile e responsabile dal punto di vista dell’ambiente, per la gestione delle pitture e vernici per architettura post-consumatore (avanzate). I fabbricanti di pittura e vernice hanno fondato PaintCare, un’organizzazione non a scopo di lucro, per gestire programmi di amministrazione di pittura e vernice negli stati che hanno leggi applicabili.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.