Vai al contenuto
costruire un garage in muratura quali sono i permessi da chiedere

Quanto costa costruire un garage in muratura?

Condividi L'articolo su

Realizzare un box auto può essere una scelta necessaria e sapere quanto costa costruire un garage in muratura rappresenta senza dubbio il primo step. 

Costruire un garage in muratura: le prime cose da sapere

La superficie minima necessaria per un garage è intorno ai 12,5 metri quadrati e in media l’importo di un garage in muratura è di 570 €/mq.  Pertanto un garage di medie dimensioni può avere un costo che varia dai 5.000 ai 10.000 euro, a seconda dei materiali scelti.

Per costruirlo è sempre necessario richiedere il permesso di costruire.

Quali permessi servono per costruire un garage?

Perché costa costruire un garage in muratura

Costruire un garage in muratura, ha in genere un costo superiore rispetto a un garage costruito con altri materiali. Queste perché è una tipologia edilizia che richiede tempi di realizzazione più lunghi.

Per quanto di piccole dimensioni, la costruzione di garage in muratura, ha dei tempi di cantiere che vanno dai 30 ai 60 giorni.

 Tra i fattori che influenzano il prezzo ci sono: i materiali usati per la costruzione, le finiture, il sistema d’isolamento, le dimensioni del garage e la presenza di impianti. Nel prezzo finale è da considerare anche il costo della manodopera, oltre alle spese che competono al professionista per la redazione della pratica edilizia richiesta dal Comune.

Pur essendo una costruzione di piccole dimensioni, essendo in muratura, è necessario realizzare le fondamenta per dare stabilità alla struttura.

La realizzazione della struttura portante è in cemento armato. Su di essa poi, si edificano le pareti a cui successivamente, verrà applicato il rivestimento esterno ed interno. Viene poi realizzata la struttura portante del tetto, che potrà essere a falda o piano.

Uno dei vantaggi del garage in muratura, è che se costruito accanto alla casa, può diventare in un ampliamento della stessa, da sfruttare come ripostiglio e a cui accedere senza dover uscire di casa.

costruire un garage in muratura quanto può costare

Quanto costa costruire un garage in muratura – Shutterstock Di Photographee.eu

I vantaggi di un garage in murata

Tra le caratteristiche più apprezzate del garage in muratura c’è il fatto che, oltre ad essere una costruzione stabile e resistente, necessita di poca manutenzione.

Un garage il legno infatti, richiede trattamenti per l’isolamento e l’applicazione costante di un impregnante per il mantenimento del colore.

Inoltre, rispetto al garage con struttura in legno o in acciaio, offre un ottimo isolamento termico. Un box in lamiera zincata, che ha costo decisamente inferriare, ha un basso potere isolante. Ovviamente, è sempre possibile isolarlo per renderlo più confortevole, ma il costo rischierebbe di aumentare a dismisura.

Per ottenere un buon isolamento termico, nei garage muratura si possono scegliere tre diverse soluzioni di porte. Basculanti, porte sezionali o  saracinesche, ognuna delle quali può essere opportunamente coibentata.

Le leggi che disciplinano la realizzazione di garage sono la legge Tognoli (L.122/1989) che indica le superfici minime delle autorimesse private in rapporto al volume abitativo costruito, e il D. M. 1 febbraio 1986, concernente il tema della sicurezza per la costruzione di garage. Il garage, sia che lo spazio si trovi in un condominio che in una casa indipendente, per legge non deve superare i 40 mq. 

La superficie minima invece è di 12,5 metri quadrati, anche se la misura più confortevole sarebbe di almeno 15 metri quadrati.

Chi possiede un garage privato deve anche sapere che, pur essendo di proprietà, non può decidere di modificarlo a proprio piacimento. Ci sono nomi da rispettare compresa la normativa antincendio per garage privati.

Quando è obbligatorio il progetto per impianti elettrici?

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo e tu?

  • Secondo i dati emersi dal focus auto 2021 condotto dall’Osservatorio Findomestic, a causa dell’emergenza Covid, in Italia l’auto è oggi “indispensabile” per gli spostamenti quotidiani dal 90% degli intervistati. Ma solo 88% degli italiani è disposto a usarla meno per ridurre l’impatto ambientale e lo stress.
  • Una ricerca BVA-Doxa per l’Osservatorio “Change Lab, Italia 2030” realizzato da Groupama Assicurazioni ha voluto indagare i principali trend che entro il 2030 cambieranno le abitudini di mobilità degli italiani. Dall’indagine emerge che 62% degli italiani intervistati si dichiarano pronti alla shared mobility, il 40% a utilizzare mezzi diversi in base alle esigenze di movimento e il 36% si mostra disposto anche ad avvalersi esclusivamente di mezzi ecologici. I più inclini al cambiamento con una dato intorno al 66% sembrano essere i giovanissimi di età compresa tra 18 e 25 anni.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News