Vai al contenuto
bilocale

La casa ideale è in affitto o di proprietà ?

Condividi L'articolo su

Compare la prima casa è sempre un passo molto importante, per questo quando è il momento di scegliere capita spesso di chiedersi se sia meglio optare per una casa in affitto o di proprietà. È bene sapere che sia l’una che l’altra soluzione possono avere vantaggi e opportunità. Scopriamo insieme quali sono per scegliere meglio.

Cosa valutare prima di prendere una casa in affitto?

Gli aspetti da considerare per scegliere tra casa in affitto o di proprietà

Sappiamo bene quando la casa sia importante. Essa rappresenta il luogo confortevole dove tornare ogni sera, dove trascorrere il tempo libero con parenti e amici. Ma sia che si tratta della prima casa che di una residenza successiva, la fatidica domanda su quale sia la soluzione migliore tra casa in affitto o di proprietà risuona sempre.

Per potere scegliere tra le due opzioni, bisogna tenere presenti alcuni aspetti fondamentali, economici e non solo.

Innanzitutto, si deve considerare il budget che si ha disposizione. Acquistare una casa è sempre un investimento importante e richiedete una solida base finanziaria e creditizia.

Non di meno però, è importante anche avere chiari altri aspetti organizzativi della propria vita, nonché una minima previsione del proprio futuro. È bene quindi chiedersi se quella in cui si vive è la città in cui intendiamo mettere le radici, se il lavoro ci dà una sicurezza tale da consentirci di aprire un mutuo. Ma anche considerare se nella coppia o in famiglia ci sono esigenze specifiche di cui si deve tenere conto. Dopo aver risposto a queste domande si può cominciare a riflettere davvero sui vantaggi e le opportunità che entrambe le soluzioni possono offrire.

I vantaggi della casa in affitto

Tra le ragioni per cui in molti preferiscono scegliere di vivere in affitto piuttosto che acquistare casa, vi è il fatto che questa soluzione, nell’immediato, consente di investire meno denaro. I soldi da spendere ogni mese sono solo quelli dell’affitto, regolarmente concordati nel contratto con il locatore. Il resto delle proprie disponibilità economiche può quindi essere investito in altre attività, oppure risparmiato per acquisti futuri.

In linea di massima possiamo dire che l’affitto è meno costoso nel breve periodo. Ma nel lungo periodo, rispetto a un mutuo, la spesa è superiore e i soldi sprecati, perché investiti senza nulla in cambio per il futuro.

Scegliendo di vivere in affitto però si ha la possibilità di cambiare casa con più facilità rispetto a quanto possa fare chi ha un mutuo aperto o una casa di proprietà da vendere.

Inoltre, con l’affitto si può scegliere meglio una casa in base alle finanze disponibili. Ad esempio, se lo stipendio lo consente, si può optare per una casa di lusso dall’affitto molto alto. La spesa sarebbe comunque meno esosa rispetto al costo dell’acquisto di quella casa.

Tra gli aspetti svantaggiosi del vivere in affitto c’è però il fatto che, dà un giorno all’altro, il proprietario può decidere di sfrattare l’inquilino, lasciando all’affittuario solo il tempo necessario per trovare un’altra sistemazione.

In affitto o di proprietà cosa scegliere per risparmiare
La casa ideale è in affitto o di proprietà – Shutterstock Di Photographee.eu

Perché comprare casa di proprietà

Comprare casa è una decisione che deve essere ben ponderata. Questo perché è un investimento duraturo nel tempo, un bene che può essere lasciato in futuro come eredità. Negli anni in cui si paga il mutuo non si perdono soldi, ma si ottiene un bene che avrà valore anche in futuro.

Anche dal punto di vista progettuale la casa di proprietà ha i suoi vantaggi. Quando si compra una casa si è liberi di intervenire con gli interventi di ristrutturazione, cambiare tutti gli arredi e la disposizione della casa. Demolire le pareti o aggiungere un secondo bagno in modo da personalizzare gli spazi secondo il proprio gusto.

Sia che la si acquisti con i contanti che attraverso un mutuo in linea di massima la scelta di una casa di proprietà preclude però la possibilità di altri investimenti nell’immediato.

L’acquisto di una casa di proprietà presuppone una stabilità abitativa, perché inevitabilmente dopo l’acquisto ci si sentirà obbligati a restare nel posto in cui si è comprata casa. Ovviamente la casa può sempre essere venduta, ma è bene considerare che la vendita potrebbe portare ad una perdita economica. Inoltre ci può volere anche molto tempo per vendere una casa.

In conclusione la casa ideale non è in affitto né di proprietà. Si tratta di quel luogo che meglio risponde alle singole esigenze delle persone e del loro stile di vita.

Comprare casa, cosa devi sapere per risparmiare

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo i dati Istat pubblicati nell’Annuario statistico, l’80% degli italiani vive in una casa di proprietà e ben il 17,7% dei proprietari di alloggio ha contratto un mutuo ipotecario. La rata mensile media di un mutuo è di 586,41 euro e il range varia tra i 497 euro e i 636 euro.
  • La stessa indagine Istat rileva che a pagare l’affitto sono il 18% delle famiglie e che il canone di affitto medio è di 430,50 euro.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News