Vai al contenuto
Arredo bagno

Arredo bagno: tendenze e consigli per spendere poco

Condividi L'articolo su

Una parte fondamentale della casa è certamente il bagno. Non è un caso, difatti, che questo spazio sia in cima alla lista delle stanze che vengono maggiormente ristrutturate. Vediamo quali sono le nuove tendenze per quanto riguarda l’arredo bagno e come è possibile realizzare un bagno da sogno anche con un budget limitato.

Arredo bagno: tendenze e consigli

Quando si decide di ristrutturare un bagno è necessario badare all’estetica quanto alla funzionalità. Un bel bagno piace a tutti ma è bene ricordare che si tratta di una stanza molto utilizzata, che quindi deve essere in tutto e per tutto vivibile. L’arredo del bagno deve sicuramente essere bello da vedere ma deve anche poter essere utilizzato tutti i giorni con facilità. Inoltre, non sempre è necessario spendere una fortuna per avere un bagno bello e funzionale, il mercato oggi offre una quantità innumerevole di soluzioni che riescono a rispondere alle esigenze di tutti.

Oltre lo specchio: i passaggi fondamentali per ristrutturare il bagno

Nuove tendenze in fatto di bagno

Le ultime tendenze 2021 che riguardano l’arredo del bagno sono davvero molte e sono le seguenti:

  • sanitari sospesi,
  • lavabi d’appoggio,
  • lavabi colorati,
  • rubinetteria per vasca,
  • miscelatore doccia da incasso e da esterno,
  • lavabi ad incasso,
  • lavabi rettangolari,
  • WC Rimless,
  • mobili e vasche da bagno moderni.
Arredo bagno
Arredo bagno: tendenze e consigli per spendere poco – SHUTTERSTOCK di Pixel-Shot

Come realizzare un bagno con un budget ridotto

Quando si decide di ristrutturare il proprio bagno, ancor prima di parlare di stile e design, si fanno i conti con il budget a disposizione. Non sempre volere un bagno bello e funzionale implica spendere una cifra esorbitante. Ecco alcuni consigli da seguire per soddisfare la propria idea di bagno anche avendo a disposizione un budget limitato.

  • La prima cosa da fare è realizzare un progetto preciso e disfarsi del vecchio arredo del bagno. Se l’idea è, appunto, quella di risparmiare sarà necessario occuparsi personalmente di alcune fasi, come lo smontaggio.
  • Prima di iniziare con i veri e propri lavori di ristrutturazione è fondamentale essere ben informati su ciò che c’è dietro le pareti: cavi elettrici, tubi dell’acqua ecc. Questo eviterà eventuali danni, quindi rallentamento dei lavori e ulteriori soldi da spendere per le riparazioni.
  • Un altro consiglio utile è quello di richiedere più preventivi e cercare i prodotti online. Questo è importante per iniziare a orientarsi sui prezzi dei lavori di manodopera e anche su quelli di sanitari, mobili e accessori vari. Dare un’occhiata alle proposte on-line può far risparmiare a volte anche di molto.
  • Infine è sempre bene fare riferimento a ciò che dicono i professionisti del settore. Gli esperti raccomandano di non sconvolgere completamente l’assetto originale del bagno. Modificarne l’intera struttura e trasferire tutti gli impianti idraulici significa avere un notevole impatto sui costi di ristrutturazione, ovvero spendere molto di più.

Quanto costa fare un bagno nuovo?

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Tra gli italiani che hanno ristrutturato casa nel 2019, quasi la metà, ovvero il 46%, appartiene alla Generazione X (40-54 anni), l’altra metà è spartita equamente tra i Baby Boomers (55-74 anni) e i Millennial (25-39 anni) rispettivamente 27% e 26%.
  • Considerando la portata degli interventi un italiano su tre, ovvero il 35%, ha completato una ristrutturazione integrale di tutto l’immobile. Mediamente sono state rinnovate due stanze per abitazione, con una predominanza di bagni (25%) e cucine (20%), seguono camere da letto (16%) e zone living (15%).
  • Da un’indagine realizzata nel 2017 dal Centro Studi di FederlegnoArredo presso gli associati Assobagno per indagare sulle tendenze dell’arredo bagno nel futuro, emerge che oltre l’87% delle imprese produttrici intervistate investono in ricerca e sviluppo. Ad essi dedicano circa il 2% del loro fatturato, e danno grande importanza ai temi che ritengono trainanti nei prossimi 10 anni. Quali il risparmio idrico/energetico, la realizzazione di prodotti green, l’innovazione tecnologica, seguiti da prodotti sicuri nell’utilizzo, facili da pulire e multifunzione. Oltre al design, che per la produzione made in Italy dell’arredo bagno, resta il primo fattore strategico per la crescita aziendale.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News