Arredare casa con il patchwork: idee e consigli

Vuoi sapere come arredare casa con il patchwork? Scopri come utilizzare questa tecnica che prevede il mix di diversi colori e fantasie per dare allegria alla casa.

I tessuti per l’arredo di tendenza nel 2022

Arredare casa con il patchwork per dare allegria agli ambienti

Ideale in particolare per chi ama lo stile country o shabby chic, il patchwork può essere usato anche per arredare una casa classica o moderna.

Questa tecnica prevede l’accostamento di diverse texture e colori, unendo tessuti diversi per poter ravvivare gli ambienti. Non si applica solamente a trapunte e cuscini ma è perfetto anche per mobili e complementi o al posto di carta da parati e piastrelle. Infatti, si può usare per conferire alla casa uno stile originale e bohemien. Arredi e oggetti in patchwork danno agli ambienti colore e carattere, trasformandoli in poche mosse.

I colori

Oggi il multicolore è molto apprezzato e sono tanti i designer che scelgono questa tecnica per dar vita alle loro creazioni d’arredo. La particolarità che affascina particolarmente di questa tecnica nata in America è sicuramente il senso di vivacità che nasce dagli accostamenti dei colori, delle fantasie e delle decorazioni.

Si può iniziare ad inserire elementi patchwork nella zona living grazie all’utilizzo di trapunte e cuscini a stampe floreali. Si possono poi aggiungere arredi e complementi che hanno la stessa originalità senza appesantire però troppo l’ambiente. Per le abitazioni moderne sono perfetti gli accostamenti audaci ma nelle case tradizionali si può rimanere su soluzioni più classiche con colori dai toni neutri

Insomma, il patchwork riesce a conferire in poche mosse vitalità ad ogni ambiente, portando con sé vivacità e brio.

Tessuti per l’arredo: come decorare le pareti con le stoffe

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Un tessuto di bassa qualità produce emissioni inquinanti in ogni fase della lavorazione: la produzione delle fibre causa il 18% delle emissioni di gas totali prodotte dall’industria manifatturiera, quella dei filati il 16% e quella di utilizzo da parte del consumatore il 39%.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Condividi su
Scritto da