I piccoli di casa e la genitorialità: la valigia per il parto. Come prepararla e cosa non dimenticare

Come preparare la valigia per il parto? Scopriamo tutto l’occorrente necessario alla mamma ed al piccolo presto in arrivo.

I piccoli di casa e la genitorialità: come la nostra mente vive la scoperta e la gravidanza

Preparare la valigia per il parto

Quando si giunge alla fine del periodo di gravidanza una delle preoccupazioni delle mamme è quella della preparazione della valigia contenente tutto il necessario per il parto ed i giorni in ospedale.

Generalmente, è bene preparare tutto il necessario qualche settimana prima della scadenza prevista, perché nell’ultimo periodo tutto può succedere. Gli esperti consigliano di farsi trovare preparati a partire dalla 36/37 settimana.

Innanzitutto, quando si prepara l’occorrente per la mamma e il bambino è bene essere pronti a tutto. Infatti, spesso in ospedale può fare davvero caldo o, al contrario, la temperatura può rivelarsi più bassa delle aspettative. Per questo è meglio avere un cambio per ciascuna delle due possibilità.

Inoltre, il piccolo necessiterà di due cambi per ogni giorno di ricovero. Di solito si consiglia un abbigliamento a cipolla, per permettergli di non sentire freddo o caldo.

In pochi sanno, poi, che pannolini ed i prodotti per l’igiene del piccolo solitamente vengono forniti direttamente dall’ospedale.

Dunque, per essere pronti ad ogni evenienza è necessario portare con sé: tutine a manica lunga e corta, body di cotone, calzini, un cappello ed una copertina per il piccolo.

valigia per il parto - preparare

I piccoli di casa e la genitorialità: la valigia per il parto. Come prepararla e cosa non dimenticare – immagine di Unsplash di Janko Ferlic

L’occorrente per la mamma

Si sa, spesso si tende a preoccuparsi troppo dell’occorrente del piccolo, ma anche la mamma necessita di vari oggetti personali ed indumenti per il ricovero.

Infatti, sarà bene munirsi di tutto il necessario per l’igiene personale, di asciugamani puliti ed assorbenti. Oltre a tutto questo, saranno necessarie camicie da notte e pigiami, possibilmente comodi per allattare il piccolo, una vestaglia, delle calze e delle ciabatte.

Per concludere, è bene non dimenticare i documenti (carta d’identità e tessera sanitaria), utili per il ricovero, la dichiarazione di nascita e gli esami eseguiti in gravidanza, necessari a medici ed infermieri per comprendere al meglio la vostra situazione.

I piccoli di casa e la genitorialità: i tipi di parto. Conoscere e scoprire come un bambino può venire al mondo

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Ogni anno, in Italia, più di 7 mila mamme partoriscono naturalmente.
  • Nella regione Campania due parti su tre sono cesarei. Ciò equivale ad oltre il 65% dei parti totali che avvengono all’interno del territorio campano.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione