Perché si forma la muffa nelle nostre case?

Sono tre le cause principali della formazione di muffa sulle pareti delle abitazioni: condensa, umidità e temperatura. Scoprire perché si forma la muffa nelle nostre case è il primo passo fondamentale per liberarci di questo ospite indesiderato.

la muffa sui muri di casa

Perché si forma la muffa nelle nostre case? – shutterstock foto di Burdun Iliya

Che cos’è la muffa e perché si crea sulla pareti nelle nostre case?

La muffa non è solo una macchia da dover rimuovere, ma è un vero e proprio essere vivente. Come ogni specie, il suo obbiettivo primario è quello di crescere e riprodursi. Le spore che formano la muffa sono migliaia e in continua crescita, inoltre può restare silente per mesi prima di trovare la condizione ideale per moltiplicarsi. La nostra abitazione è un perfetto set per le spore della muffa che si moltiplicano se trovano umidità e temperature troppo alte tra le insenature dei muri. Dobbiamo ricordarci di areare sempre molto gli ambienti, e isolare i muri con un cappotto termico adatto. Il vapore che resta dopo aver fatto un bagno caldo, perdite d’acqua dalle tubature ed eccessivo uso del forno possono favorire la formazione di muffa nella nostre case. L’odore della muffa è fastidioso, ma anche molto dannoso per le nostre vie respiratorie, per questo motivo è necessario sbarazzarcene. Per evitare la formazione di muffa non dobbiamo superare mai il 55% di umidità all’interno della nostra casa.

Inquinamento domestico: quali sono le cause?

Come possiamo eliminare la muffa dalle pareti di casa?

Purtroppo alcuni rimedi più famosi, come ad esempio la candeggina, le vernici antimuffa e spray isolanti, spesso non sono soluzioni definitive. Per eliminarla, dobbiamo andare più in profondità, entrando nelle pareti e nell’esposizione della casa. La giusta misura tra luci e ombre infatti è fondamentale, come anche l’altezza delle pareti e la cura del giardino o la pulizia della cantina. Esistono dei trattamenti personalizzati messi a punto da ditte specializzate che sono in grado di trattare il problema definitivamente, come Bastamuffa. A seconda del tipo di abitazione, studiano un trattamento d’urto che garantisce la morte delle spore. Per scoprire quale sia il tasso di umidità della nostra casa, possiamo utilizzare delle apposite tecnologie che rilevano la condizione dell’aria che respiriamo. Oggi sul mercato sono presenti degli intonaci termoisolanti che sono un’ottima idea di prevenzione, che uniti a degli impianti di ricircolo d’aria all’interno della parete, assicurano la pulizia dei muri.

Rimedi naturali e sostenibili per rimuovere la muffa dalle pareti

Ci sono dei rimedi naturali che possono aiutarci a limitare il problema, ma va detto che non uccidono il fungo in modo definitivo. Trattare le pareti con acqua, aceto e bicarbonato è l’ideale per sanificare le superfici senza inquinare gli ambienti domestici. Possiamo avere il supporto anche di oli essenziali quali lavanda, olio di pompelmo e tea tree. L’acqua ossigenata è il rimedio più potente, ma anche quello meno naturale in alternativa ai prodotti chimici, deve essere a 30 volumi e consigliamo l’uso di guanti e mascherina. Il miglior modo per chi trova spesso la muffa nelle pareti, è di avvalersi di impianti di ricircolo d’aria, che possono essere impiantati nei muri delle cantine e taverna, assicurando la traspirazione di tutta la casa.

la muffa sui muri di casa

Perché si forma la muffa nelle nostre case? – shutterstock foto di nadisja

Le conseguenze della muffa per la nostra salute

La muffa è un nemico della nostra salute, a va combattuto con tutte le resistenze possibile. Vivere in un ambiente umido lascia delle conseguenze non da poco, come difficoltà respiratorie e sensibilizzazione ad attacchi asmatici. Inoltre è nemica delle ossa e può essere causa di dolori articolari e forti mal di testa. Anche la pelle può essere vittima della muffa, sviluppando dermatiti, pruriti ed eruzioni cutanee. Raffreddore e tosse, riniti e congiuntiviti sono anche loro causati dalle spore che nidificano sulla pareti casa, ed è quindi assolutamente necessario vivere in ambienti puliti e sempre rinfrescati.

Assovernici: vernici anti Covid, attenzione agli inganni

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La più pericolosa e purtroppo anche quella più diffusa è la Muffa Nera. Si espande a macchie più o meno grandi, e corre veloce nelle nostre case.
  • Non si stipula un numero preciso dei tipi di muffe esistenti, essendo un organismo in continua mutazione, fare la stima delle specie è quasi impossibile. Si crede ce ne sia circa un milione, ma al momento non si hanno certezze sulle specie esistenti.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Appassionata da sempre di animali, con il sogno di vivere in mezzo a loro, credo negli alberi e nella magia del bosco, credo alle mani forti e gli occhi pieni. Camminare scalza nei prati è una delle mie più grandi passioni. Scopro il mondo della cinofilia nel 2016, e inizio un percorso di formazione che è ancora in atto. Proprio grazie ai cani, incontro Sonia Carrera e le sue adorabili spitz, e così nasce la collaborazione con Habitante, grandissima fonte di ispirazione e spinta a mettermi in gioco.