La felicità come fine dell’uomo: una vita correndo verso l’obiettivo

Ogni uomo ha la felicità come fine ultimo. Ciascuno vive compiendo azioni e rincorrendo sogni che un giorno porteranno alla gioia tanto attesa.

I rituali del benessere: come ritrovare l’equilibrio di mente e corpo da casa

La felicità come fine

Trascorriamo la nostra vita conseguendo obiettivi e ponendocene sempre di nuovi, ma spesso ci domandiamo: qual è l’elemento che ci spinge a compiere azioni? Esiste uno stimolo principale che spinge l’uomo ad agire ed a continuare a farlo con moltissima forza di volontà, anche al costo di combattere. Questo elemento è la ricerca della felicità.

Ogni individuo, infatti, prova un fortissimo desiderio di essere felice. Proprio per questa continua ricerca, però, si finisce con il vivere senza poter fare a meno di cercare di raggiungere il fine ultimo.

Gli uomini, dunque, possiedono idee di felicità differenti e vivono e agiscono per ricercare e raggiungere la loro. Ogni azione, ogni viaggio, ogni battaglia ha un comune obiettivo, talmente importante che spesso porta a svolgere azioni in maniera istintiva e meccanica.

felicità come fine

La felicità come fine dell’uomo: una vita correndo verso l’obiettivo -shutterstock_376687903 Di Minerva Studio

La dimostrazione della teoria

Come è possibile dimostrare davvero che ciascuno di noi combatte per raggiungere la tanto desiderata felicità?

Per fare ciò basta analizzare le azioni umane, cercando di comprendere se realmente sono mosse dal desiderio di ottenere la propria felicità.

Anche le azioni più semplici, spesso svolte per istinto operano per far provare piacere, sia a livello fisico che mentale.

Pensiamo, però, a chi compie gesti estremi, arrivando addirittura a porre fine alla propria vita. Possiamo confermare che ogni azione è compiuta per raggiungere la felicità?

Azioni come queste vengono messe in atto nel momento in cui un individuo si accorge di non poter più essere felice. Si arriva alla convinzione che la vita sia talmente dura e ingiusta che l’unico modo per arrivare a essere felici sia quello di porvi fine.

Inoltre, l’impossibilità di sapere ciò che ci aspetta dopo la morte porta gli uomini a temere di non poter più essere felici, provando quindi paura.

Dunque, ciascuno di noi vive ricercando ogni giorno la propria felicità, facendosi strada tra gli altri e raggiungendo piccoli traguardi, che un giorno potranno portare la gioia più grande.

Le pulizie domestiche contribuiscono al nostro benessere: ecco come

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo una ricerca di Ipsos, oltre il 62% degli italiani ritiene di essere felice. Purtroppo, però, il nostro Paese non rientra tra i 14 paesi più felici al mondo, posizionandosi sedicesimo in classifica.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione