Gli eventi più importanti che ci aspettano nel 2019, ecco l’agenda

Eccoci approdati nel 2019 abitanti italiani. Il 2018 si è chiuso lasciando in sospeso importanti sviluppi per gli abitanti italiani ed europei e il 2019 si preannuncia un anno intenso e foriero di avvenimenti di grande rilevanza.

Ecco allora gli eventi più importanti che ci aspettano nel 2019.

Iniziamo subito citando tre eventi che interesseranno il nostro Paese per tutta la durata del 2019:

 

  • l’anniversario dei 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci. Roma, Torino, Milano e Firenze omaggeranno il genio del Rinascimento con eventi ed iniziative;

 

  • La ricostruzione del Ponte Morandi (con la sentita speranza che non si chiami più così una volta riedificato, e che sia identificato anche nel linguaggio corrente con un nome meno autocelebrativo del progettista e più celebrativo della Città). Renzo Piano ha dichiarato che il nuovo ponte: “Sarà proprio come Genova: bello, semplice ma non banale, maestoso e destinato a durare” e noi vogliamo credergli, soprattutto sull’ultimo punto. Se i lavori rispetteranno le tempistiche previste le auto dovrebbero ritornare a solcare il viadotto a Natale 2019.

 

Un altro colosso italiano, non in calcestruzzo però, ha grandi progetti per il 2019. Fiat intende infatti investire 5 miliardi di euro in Italia tra gli stabilimenti di Melfi, Pomigliano e Mirafiori per lanciare 4 nuovi modelli e 12 restyling. Un proposito ambizioso, non c’è che dire.
Una notizia che rientra senza dubbio tra gli eventi più importanti che ci aspettano nel 2019, perché tocca da vicino gli abitanti torinesi. A Torino infatti 3000 dipendenti resteranno in cassa integrazione per tutto il 2019, per consentire all’azienda di riconvertire lo stabilimento e formare gli operai per avviare la produzione della nuova Fiat 500 totalmente elettrica. Che dire, una notizia buona per metà, purché serva a garantire nuovamente la piena occupazione nello stabilimento.

today.it

Per procedere cronologicamente, tra non molto, il 21 gennaio, è prevista una Eclissi Lunare totale. L’ombra della Terra oscurerà del tutto la Luna, l’evento sarà visibile dall’Italia dalle 3:37 alle 6:42 durante la notte tra il 20 e il 21 gennaio. Non perdetevi questa eccezionale fredda alba.
Restando in tema di eventi astronomici, di cui il 2019 sembra essere ricco, vi segnaliamo anche l’Eclissi Solare totale, prevista per il 21 luglio. L’eclissi però sarà visibile in Cile, anche se sarà possibile seguire l’evento in streaming da tutto il mondo. Bisognerà attendere il 12 agosto del 2026 per vedere qualcosa di simile in Italia.

ScuolaZoo

Come non menzionare la Brexit tra gli eventi più importanti che ci aspettano nel 2019. A metà gennaio è infatti previsto il voto finale della Camera dei Comuni riguardo agli accordi tra Londra e Bruxelles.
Gli scenari possibili, come sempre accade per gli intricati avvenimenti politici, sono molteplici. Se infatti il voto di gennaio sancirà l’accordo, la Gran Bretagna darà seguito alla volontà espressa dai cittadini con il referendum del 2016 riservandosi la possibilità di definire gli accordi per regolamentare commerci e dogane entro il 31 dicembre 2020. In caso contrario il premier May potrebbe decidere di tirare dritto e procedere all’uscita no deal, dunque senza accordi, oppure dimettersi e passare la patata bollente nelle mani dei vincitori delle elezioni che ne conseguirebbero.
In ogni caso, un imbocca al lupo agli abitanti britannici.

Sky News

Restando in tema di politica, tra gli eventi più importanti che ci aspettano nel 2019 ci sono senza dubbio le elezioni europee, che ci riguardano tutti molto da vicino. Si andrà alle urne il 26 maggio.
Il tema dell’utilità o dell’inutilità (per non dire nocumento) dell’organismo UE nella sua forma attuale è caldissimo e lo scenario delle candidature vedrà chiaramente una netta spaccatura tra i partiti anti UE e quelli pro UE. Staremo a vedere.

Il Bo Live – Unipd

Concludiamo con l’auspicio di un 2019 foriero di scelte politiche oculate ma non pavide, di investimenti vincenti ma responsabili nei confronti dei lavoratori e di buona cultura, che sia schietta, coraggiosa, audace, di quella c’è sempre estremo bisogno.

Pillole di curiosità- Io non lo sapevo, e tu?

  • Pare che già dopo pochi anni dalla costruzione il Viadotto Polcevera (vero nome del Ponte Morandi) manifestò problemi strutturali e di precoce obsolescenza evidenziati dallo stesso progettista Morandi. Nel 2006 l’architetto spagnolo Santiago Calatrava  ne propose la demolizione e ricostruzione. Il progetto però fu bocciato a causa del costo e dei disagi che avrebbe creato.
  • Secondo uno studio presentato nella città di Vinci e  condotto da Alessandro Vezzosi e Agnese Sabato nel 2016 erano presenti 35 discendenti viventi di Piero da Vinci, padre di Leonardo, tra i quali il regista Franco Zeffirelli.

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti iscrivetevi alla newsletter e continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Post Tags
Share Post