Fevi Frutta: l’impegno verso la sostenibilità e la coltivazione fuori suolo

Fevi Frutta e l’ingrosso ortofrutticolo

L’azienda Fevi frutta s.r.l. è largamente conosciuta in tutto il sud Italia e non solo. Nota sul mercato per le primizie proprie della regione Basilicata, l’azienda ha iniziato un percorso minuzioso e all’avanguardia per la produzione di fragole c.d. fuori suolo. Inoltre, da anni ormai, Fevi Frutta investe su pannelli fotovoltaici, nell’ottica del rispetto e della salvaguardia dell’ambiente.

Buon pomeriggio Maria. Intanto, grazie infinite per aver accettato di concedere un intervista ad Habitante. La Fevi Frutta s.r.l, di cui lei è responsabile commerciale, ha un lungo passato nel territorio del metapontino. Qual è  la storia dell’azienda e come nasce?

Buon pomeriggio e grazie mille a voi per avermi contattato. Si, Fevi Frutta nasce nei primi anni 90, su iniziativa di Antonio Ferrara e Rocco Viggiano, i due soci fondatori. In quegli anni, l’azienda si occupava quasi esclusivamente della vendita di prodotti locali. Trascorsi i primi periodi d’attività, l’azienda Fevi Frutta ha iniziato ad avvertire l’esigenza di crescere e di estendere la propria competenza, in campi sempre nuovi e stimolanti. Così, si è deciso di puntare l’attenzione anche su prodotti esotici e ricercati. L’impegno e la dedizione di questo primo periodo sono stati fondamentali tanto per l’azienda, quanto per i suoi clienti. Infatti, i produttori locali hanno avvertito la vicinanza e l’importanza di una collaborazione totale e completa da parte di Fevi Frutta. In questo modo, siamo riusciti ad acquisire la fiducia dei nostri clienti e ci impegniamo a rafforzarla, giorno dopo giorno.

Fragole: è la Basilicata la prima regione a livello di produzione

Dalle sue parole si percepisce la costanza e l’impegno con i quali portate avanti da molto tempo il vostro progetto. Complimenti! Come mi accennava, già nei primi anni di vita, l’azienda è stata  protagonista di numerosi ed entusiasmanti cambiamenti. Attualmente, invece, di cosa vi occupate principalmente?

Negli ultimi anni, la nostra visione aziendale si concentra principalmente nel soddisfare le esigenze della GDO. Infatti, il settore della grande distribuzione organizzata rappresenta per Fevi Frutta un importante canale di commercializzazione. Per questo, l’azienda ha avuto modo di incentivare la cura dei minimi dettagli, soprattutto investendo in protocolli di certificazione volontaria. Ad esempio, da diversi anni Fevi Frutta s.r.l. ha avviato il protocollo di certificazione Chain of Custody. Si tratta di un protocollo che garantisce la tracciabilità delle produzioni (sia certificate Global Gap, che convenzionali). In questo modo, siamo in grado di dimostrare la provenienza certa e sicura dei prodotti. Non solo, attraverso il Chain of Custody il consumatore finale ha la totale certezza di avere nelle proprie case un prodotto controllato e di qualità.

fevi frutta sostenibilità

Fevi Frutta: l’impegno verso la sostenibilità e la coltivazione fuori suolo- foto concessa da Fevi frutta s.r.l

A livello logistico e di personale, com’è organizzata Fevi Frutta?

L’azienda è dotata di una zona logistica con:

  • panchine di carico/scarico
  • aree di sosta temporanea delle merci a temperatura controllata
  • moderne attrezzature per imballo

Invece, per quanto riguarda l’organizzazione del personale, l’azienda è strutturata in questo modo:

  • Antonio Ferrara e Rocco Viggiano (i due fondatori)
  • 30 addetti

Infine, io mi occupo della commercializzazione dei beni e di tutte le attività che riguardano il lancio e la vendita dei prodotti.

Adesso, vorrei soffermarmi su un punto fondamentale e che, inoltre, vi sta molto a cuore. Mi sto riferendo alla sostenibilità. In che modo l’azienda Fevi Frutta si impegna a rispettare e tutelare l’ambiente?

Da molto tempo, ci impegniamo a sviluppare conoscenze verso tecniche di coltivazione innovative e sostenibili. Nello specifico, si tratta di:

  • limitare l’impiego di pesticidi
  • ridurre al minimo l’utilizzo di sostanze chimiche per la difesa fitosanitaria

Per limitare al massimo tutto questo, utilizziamo:

  • insetti pronubi (per l’impollinazione)
  • insetti utili antagonisti, per contrastare diversi patogeni

Un ulteriore impegno nell’ottica della sostenibilità, riguarda l’installazione di un impianto fotovoltaico della potenza di 200 kw. In questo modo, autoproduciamo energia, assicurando non soltanto un risparmio energetico, ma anche tutela all’ambiente circostante. Inoltre, è da circa 2 anni che l’azienda si sta impegnando nella coltivazione di fragole fuori suolo.

fevi frutta sostenibilità

Fevi Frutta: l’impegno verso la sostenibilità e la coltivazione fuori suolo- foto concessa da Fevi Frutta s.r.l.

Quello della coltivazione delle fragole fuori suolo è un elemento fondamentale, in ragione della tematica della sostenibilità. Si tratta di un sistema davvero innovativo ed al passo con i tempi. Le andrebbe di scendere più nel dettaglio? Cos’è e come funziona la coltivazione fuori suolo?

Certamente. Il fuori suolo è una tecnica di coltivazione che avviene propriamente in assenza del terreno. Il fabbisogno della pianta (apporto idrico e minerale) avviene attraverso la somministrazione di una soluzione nutritiva completa di macro e micro-nutrienti. In generale, le colture fuori suolo si suddividono in:

  • colture su substrato (l’apparato radicale si sviluppa in un mezzo solido)
  • colture senza substrato (la radice della pianta è, a seconda delle circostanze, più o meno immersa in una soluzione nutritiva)

Per quanto riguarda lo smaltimento della c.d. soluzione nutritiva percolata, l’azienda è dotata di sistemi per la sterilizzazione della stessa. La sostenibilità è un concetto che ci sta molto a cuore. Ci rendiamo conto di quanto l’ambiente sia indispensabile e cerchiamo davvero di preservarlo. In generale, l’azienda si pone diversi obiettivi, rispetto all’ambiente, fra cui:

  • tutelare la biodiversità delle specie e della dimensione ecologica
  • proteggere la salute degli ecosistemi produttivi, rendendoli sostenibili
  • favorire la transazione energetica, utilizzando fonti di energia rinnovabile
  • ideare beni, prodotti e servizi, attraverso una progettazione basata sull’attenzione all’ambiente con l’eco-design
  • mitigare gli effetti del cambiamento climatico.

Un ringraziamento speciale va a Maria Ferrara, per aver accettato di partecipare all’intervista e per averci concesso il suo tempo. Inoltre, ringraziamo vivamente l’azienda Fevi Frutta s.r.l., nelle persone dei fondatori Antonio Ferrara e Rocco Viggiano.

Viticoltura biologica e sostenibilità nelle tenute Moretti Cuseri in Toscana e Sicilia: 150 ettari coltivati bio, qualità e identità territoriale.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Gli ambiti in cui sono più diffuse le iniziative aziendali in materia di sostenibilità riguardano il suolo, l’acqua e l’energia (98,8%). Inoltre, l’84,4% degli agricoltori considera fondamentale la qualità del prodotto a tutela della salute alimentare.
  • É pari al 90% il numero totale delle imprese che  hanno sostenuto investimenti sostenibili negli ultimi due anni, scommettendo nel settore dell’innovazione: dalla meccanizzazione, al rinnovamento delle tecniche di coltivazione, fino al rinnovamento delle modalità di commercializzazione e marketing ed al potenziamento dei sistemi logistici.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it