Vai al contenuto
Catalogo cucine Scic

Illuminazione cucina piccola: mini guida e consigli pratici

Condividi L'articolo su

Quando si ha una cucina piccola è essenziale progettare una corretta illuminazione in modo da renderla funzionale e confortevole. Un’illuminazione adeguata può fare la differenza tra una cucina accogliente e uno spazio, invece, cupo e opprimente. Illuminazione cucina piccola: tendenze e consigli per creare l’atmosfera giusta.

Illuminazione cucina piccola: da dove partire per creare uno spazio luminoso

L’illuminazione genera un impatto significativo sugli ambienti domestici e sulla qualità di vita, quindi non bisogna mai trascurarla. L’illuminazione generale è la base di qualsiasi cucina ben illuminata. In una cucina piccola, si potrebbe voler optare per un’unica fonte di luce in modo da risparmiare spazio e denaro. Una plafoniera centrale potrebbe essere un’ottima scelta, in quanto diffonde la luce in modo uniforme in tutta la stanza. Tuttavia, bisognerebbe anche considerare l’installazione di ulteriori punti luce, come dei faretti, per creare un effetto più dinamico e sofisticato. Un trend molto apprezzato negli ultimi anni è quello delle strisce LED.

Illuminazione cucina piccola
Canva

Consigli pratici per l’illuminazione generale di una cucina piccola

  • Scegliere una plafoniera centrale che diffonda la luce in modo uniforme o installare più punti luce per creare un effetto più dinamico.
  • Scegliere una temperatura di colore bianco caldo (2700-3000 K) per creare un’atmosfera più accogliente e familiare.
  • Assicurarsi che l’illuminazione generale sia abbastanza forte da illuminare tutta la stanza, ma non così forte da abbagliare gli occhi e risultare fastidiosa.

Illuminazione del piano di lavoro per una cucina funzionale

Illuminazione piano lavoro
Canva

L’illuminazione del pino di lavoro è essenziale in cucina, soprattutto se si ha poco spazio. Ciò vuol dire che bisogna posizionare le luci in modo strategico per illuminare al meglio le aree di lavoro come il lavello e la zona cottura. In genere si sceglie di installare dei faretti o delle strisce led sotto i pensili o lungo la parte inferiore degli stessi, per illuminare il top. Questo crea un’illuminazione di lavoro efficace senza occupare spazio prezioso.

Illuminazione di ambienti cucina soggiorno

Illuminazione cucina piccola
Canva

L’illuminazione dell’ambiente cucina living serve in modo principale a creare un’atmosfera rilassante e accogliente in un locale non particolarmente spazioso. Questo tipo di illuminazione è molto utile se si ha un’area per la zona pranzo o si vuole ritagliare una piccola zona salotto. Le lampade da tavolo, i lampadari a sospensione e le strisce LED possono essere utilizzati per creare un’illuminazione ambientale efficace e piacevole dal punto di vista estetico.

Illuminazione decorativa: creatività e tendenze

Illuminazione decorativa
Canva

L’illuminazione decorativa può aggiungere un tocco di creatività e stile ad una cucina non molto grande. Utilizzare delle luci decorative può aiutare ad evidenziare elementi architettonici come i soffitti a volta o i muri in mattoni, o per creare un’illuminazione scenografica sopra i pensili. Bisogna però fare attenzione e scegliere luci decorative che si adattino allo stile della cucina e che creino l’atmosfera desiderata.

Sfruttare al meglio l’illuminazione naturale

Illuminazione naturale cucina
Canva

L’illuminazione naturale è l’opzione più economica e sostenibile per illuminare una cucina dalla metratura piuttosto ridotta. Ciò che è importante è sfruttare al massimo la luce del sole posizionando gli infissi in modo strategico per far entrare la luce del giorno. Tuttavia, se la cucina non dispone di finestre, è possibile utilizzare una luce solare artificiale per simulare la luce del giorno.

Sfruttare l’illuminazione naturale in cucina è un modo efficace per creare un ambiente comodo da vivere e piacevole. La luce del sole è una fonte di illuminazione naturale che può anche aiutare a ridurre i costi dell’elettricità e a creare un ambiente più salutare.

Ecco, nel dettaglio, alcuni consigli pratici per sfruttare al meglio l’illuminazione naturale in cucina.

Posizionare gli infissi in modo strategico

Per far entrare la luce del sole in cucina, è importante posizionare gli infissi in modo strategico. Se la cucina dispone di finestre, bisogna scegliere delle tende o delle persiane leggere per permettere alla luce di filtrare. Se la cucina non ha finestre, è possibile considerare l’installazione di un tubo solare, che consente di far entrare la luce del sole attraverso un tubo riflettente.

Illuminazione cucina piccola
Canva

Usare materiali riflettenti

I materiali riflettenti come il metallo, il vetro e lo specchio, riflettono la luce del sole e possono aiutare a diffondere la luce in tutta la cucina. Utilizzare questi materiali sulle superfici dei pensili o nelle finiture dei piani di lavoro consente di creare un effetto più luminoso.

Scegliere una luce solare artificiale

Se la cucina non dispone di finestre o se la luce del sole è insufficiente, è possibile utilizzare una luce solare artificiale. Esistono lampade che simulano la luce del sole, che possono essere utili per creare un’atmosfera luminosa e piacevole.

Scegliere le tende più adatte

Le tende possono aiutare a controllare la quantità di luce solare che entra nella cucina. Scegliere delle tende leggere e trasparenti aiuta a far entrare più luce possibile. Allo stesso modo, delle tende oscuranti aiutano ad avere maggiore controllo sulla quantità di luce in entrata.

Illuminazione naturale cucina
Canva

Utilizzare il colore per dare luce ad una cucina piccola

Utilizzare colori chiari è un modo efficace per dare luce ad una cucina piuttosto piccola. I colori chiari riflettono la luce e possono aiutare a creare un’atmosfera luminosa e spaziosa regalando un ambiente accogliente e rilassante.

Tinta chiare per le pareti

Le pareti chiare riflettono la luce del sole meglio delle pareti scure. Bisognerebbe quindi optare per una tinta chiara per le pareti della cucina, in modo da massimizzare l’effetto dell’illuminazione naturale.

Arredi e rivestimenti in bianco

Il bianco è il colore più luminoso tra tutti e può aiutare a riflettere la luce naturale e artificiale. Prediligere il bianco per le pareti, i pavimenti e gli arredi aiuta a creare un’atmosfera luminosa e un ambiente visivamente più spazioso.

Illuminazione cucina piccola
Canva

Tonalità neutre per riscaldare la stanza dedicata alla cucina

Le tonalità neutre come il beige, il grigio e il crema possono aiutare a creare un’atmosfera calda e accogliente, senza sacrificare la luminosità della cucina.

Dettagli e arredi nei colori pastello

I colori pastello come il rosa, il verde menta e il celeste possono aggiungere un tocco di colore alla cucina senza sovraccaricarla. Sarebbe un’ottima idea utilizzare queste sfumature sulle tende, sulle tovaglie, sulle piastrelle, sugli arredi, per creare un’atmosfera accogliente e di tendenza.

Cucina colori pastello
Canva

No ai colori troppo intensi o scuri

I colori scuri assorbono la luce e possono far sembrare la cucina più piccola e claustrofobica di quanto in effetti già sia. Bisogna, dunque, evitare i colori scuri come il nero, il marrone e il blu notte, soprattutto per le pareti e i mobili.

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News