I piccoli di casa e la genitorialità: bambini in spiaggia. I consigli e le precauzioni per una vacanza serena

Sapere come comportarsi con i propri bambini in spiaggia durante le vacanze è fondamentale per godersi in totale tranquillità un po’ di sole e mare.

I piccoli di casa e la genitorialità: adolescenti alle prime uscite. I consigli per concedere la giusta libertà

Proteggere i bambini in spiaggia

La vita da spiaggia insieme ai bambini può risultare stressante e difficile da gestire. Spesso, infatti, non si sa come comportarsi di fronte a situazioni inusuali quali, il sole, il mare, il caldo ed il cambio di routine.

Godersi una vacanza insieme ai bambini in tutta sicurezza, però, è possibile grazie ad alcuni suggerimenti.

Per iniziare, è importante tenere in considerazione che, nonostante sia suggerito di non tenere i piccoli in spiaggia nelle ore più calde, è possibile sfruttare al meglio i giorni a disposizione. Mantenendo la pelle protetta con la protezione e la testa riparata da un berretto e l’ombra creata dall’ombrellone è possibile trascorrere tutta la giornata in spiaggia senza problemi.

È importante ricordare, però, che la protezione solare va applicata anche quando i piccoli sono già abbronzati poiché aiuta a proteggere la pelle, prevenendo i danni causati dai raggi del sole.

Infine, è fondamentale far bere ai piccoli tanta acqua, anche fresca o gassata. Questo permetterà di mantenere la corretta idratazione.

Attenzione però alle bibite ghiacciate, meglio evitarle.

bambini in spiaggia- consigli

Bambini in spiaggia. I consigli e le precauzioni per una vacanza serena – immagine di Unsplash di chema photo

I consigli

Spesso i piccoli non amano indossare il cappello. In questi casi, per evitare colpi di calore, è possibile tenere bagnata la testa, mantenendo la giusta temperatura.

Far indossare al proprio bambino le ciabatte quando si cammina in ambienti pubblici, quali bar, docce, ecc., è fondamentale per evitare di contrarre infezioni o micosi.

Utilizzare l’aria condizionata, ove possibile, poi, è un’ottima idea per permettere al bambino di riposare e respirare un’aria gradevole. Attenzione però a mantenere una temperatura non troppo bassa.

Se il piccolo non sentirà fame, inoltre, è bene non forzarlo, in estate si ha meno appetito ed i cibi caldi risultano poco gradevoli. Dunque, è bene offrire una buona colazione e lasciar scegliere al bambino ciò che preferisce per i pasti successi, evitando che resti a stomaco vuoto.

Per concludere, spesso i lunghi viaggi in auto in estate possono essere poco piacevoli per i bambini. Per questo, è importante sapere che i piccoli possono viaggiare in aereo senza problemi, accorciando così i tempi.

I piccoli di casa e la genitorialità: Impariamo a rispettare l’ambiente. Bambini alla scoperta della sostenibilità

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu? 

  • Secondo i dati ISTAT, tra le motivazioni degli italiani che quest’anno hanno deciso di non spostarsi per le vacanze estive troviamo: 32% questioni economiche, 15% timori per la situazione COVID-19, 13% motivi di salute.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione