Tessuti per l’arredamento: il jacquard per imbottiture e tendaggi

Il jacquard per l’arredamento di casa

Scegliere un tessuto jacquard per l’arredamento significa donare alla propria abitazione un fare di classe e sofisticato.

I tessuti jacquard sono caratterizzati da disegni complessi e fantasie di diverso genere, presenti su un solo lato, che vengono ottenute mediante l’intreccio di fili di vari colori. Solitamente si tratta di un tessuto spesso che include i broccati e i damascati.

jacquard per l'arredamento

Foto di pixfuel.com

Jacquard per l’arredamento: tratti di un tessuto elegante

Il Jaquard incarna lusso e regalità. Si tratta di un tessuto ricco da sfruttare in ogni occasione. Di diversa grammatura e composizione, il suo punto forte è la lavorazione che si presta a innumerevoli fantasie: geometriche, floreali, astratte, animalesche, camouflage, araldiche aggiungendo colore e particolarità all’arredo di casa.

È adatto soprattutto a chi ama l’attenzione al dettaglio, ma senza esagerare. Un tessuto in jaquard, per la sua particolarità, va abbinato a linee pulite e tinte neutre.

Il jacquard per l’arredamento: cuscini e divani

Per rendere il divano il protagonista del proprio salotto è importante scegliere un colore e una fantasia che sappiano valorizzarlo. Per questo motivo, il jacquard è uno dei tessuti che si abbina meglio a questo elemento indispensabile della zona giorno.

Solitamente, per un divano o una poltrona in jacquard, si scelgono colori profondi, dal rosso porpora all’ottanio, ma questo tipo di tessuto non disdegna nemmeno le note vivaci. I più audaci potrebbero provare abbinamenti che mischiano tinte intense e scure a decorazioni brillanti, dal giallo al fucsia.

Se vi siete già innamorati di questo tessuto, non è necessario optare per una vera e propria rivestitura del proprio divano. Ci sono numerosi copri-divani semplici da utilizzare e spesso economici che rinnoveranno l’aspetto del tuo soggiorno in pochissimo tempo.

Discorso simile si può fare per i cuscini. Questi però, è meglio sceglierli per divani a tinta unita, per dare contrasto a un tipo di arredamento che altrimenti risulterebbe molto statico. I cuscini in jacquard inoltre, possono essere rifiniti da cordoncini e nappine.

Il jacquard per l’arredamento: i tendaggi

Optare per il jacquard può essere una scelta perfetta per dare un tono illustre alla propria casa. Soprattutto in soggiorno, scegliere di usare questo tessuto dalle decorazioni più lussuose per i copri tenda è una mossa azzeccata, soprattutto per quegli arredamenti che amano i richiami dal passato.

Un tempo infatti, non era difficile servirsi di tessuti lavorati per i nobili letti a baldacchino delle abitazioni regali. Nella nostra casa possiamo fare lo stesso. Perché non scegliere un tessuto brillante con rilievi raffinati, per dare nuova vita alle nostre finestre? Ideale in abbinamento a tende leggere, in organza o georgette: queste, filtrando la luce solo leggermente, illuminano il nostro jacquard con giochi di luce davvero d’effetto.

Pillole di Interior Design: come scegliere il divano perfetto

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu? 

  • Questo tessuto prende il nome dal francese Joseph Marie Jaquard, il primo a sperimentare nei primi anni del 1800 un nuovo tipo di telaio automatico per ottenere disegni complessi con l’impiego di un solo tessitore. L’invenzione per quanto rivoluzionaria, non fu vista molto bene dai lavoratori del settore, che avevano paura di perdere il posto.

  • Se cerchi un sito per rinnovare il tuo arredamento con tessuti in jacquard, puoi rivolgerti a Leader stoffe

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

In copertina: foto di goodfreephoto.com