Quante case vuote ci sono in Italia?

Nonostante l’elevato numero di abitanti in Italia, dove la maggior parte vive come single in una casa, una gran numero di locali rimane inabitata. Non si tratta solo di case invendute e sfitte, o delle vecchie case di campagna abbandonate; si parla anche di seconde case utilizzate solo in un certo periodo dell’anno. Andiamo a vedere quante sono le case vuote in Italia.

I dati sulle case vuote in Italia

Secondo gli ultimi dati Istat (del 2011) riguardo alle case vuote, si stima che su un totale di 31 milioni di abitazioni che esistono nel Belpaese, 7 milioni, risultano inabitate. È un buon 23% in termini percentuali. Una casa su 4 è vuota e i picchi di questa situazione si riscontrano maggiormente in Calabria, con un 40% e in Val da Aosta, con il 50%.

Dove conviene comprare casa in Italia?

Come mai rimangono vuote?

Come già accennato, ci sono varie casistiche e motivazioni per le quali una casa viene lasciata vuota. Alcune di queste riguardano:

  • seconda casa: molte persone sono proprietarie di un secondo immobile, oltre che ad un’abitazione principale. Questo per il semplice motivo di poter avere un’alternativa di alloggio alla propria casa, soprattutto per la stagione estiva, in modo da passarci le vacanze o le feste come il Natale e il Capodanno. In questi casi, normalmente, le seconde case sono acquistate in località di mare o di montagna. Ma c’è chi predilige la campagna, in totale relax;
  • sfratto: in Italia sono oltre 67 mila i casi. Lo sfratto si applica quando il proprietario di casa non viene più pagato dall’affittuario o, chi ha comprato l’immobile, non sta più saldando il mutuo. Oppure, più semplicemente, la struttura in questione è stata occupata illegalmente da chi non ha dimora. Un altro caso riguarda la costruzione di case abusive;
  • invendute o sfitte: quando i nuclei familiari o i singoli, si trasferiscono o ricevono in eredità una casa che non interessa, decidono di venderla o di affittarla. Molte volte la faccenda non è immediata, così, capita, che l’immobile rimanga vuoto per un certo lasso di tempo;
  • abbandono: in questo senso, può riflettersi nel lascito di una struttura che non prevede eredi, quindi andrebbe al Comune, anche se rimarrebbe lasciato al suo destino per parecchio tempo a causa della burocrazia. Oppure trattasi sempre di una seconda casa, magari lasciata in eredità (come un maniero, un rudere, una casa in campagna o in montagna) ma che non viene curata e quindi rimane lì, trasandata e sciatta.
case vuote in italia

Quante case vuote ci sono in Italia?-Foto di Peter H da Pixabay

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • In Italia, la media dell’abusivismo edilizio è pari al 19,7%, secondo l’Istat (2015) e che la concentrazione maggiore di questo fatto si ritrova nel Mezzogiorno, con un 47,3%; mentre al nord si ha un 6,7% e un 18,9% nelle zone centrali;
  • tra le città con il maggior numero di sfratti troviamo Roma con 5.500 casi annui, seguita da Palermo, mentre a Milano sono 1855 gli sfratti annui. Tra i meno ‘sfrattati’ si trova Bologna con 887 sfratti e, per ultima, Firenze, con solo 500 famiglie sfrattate;
  • la percentuale più elevata di abitazioni non occupate si riscontra in Valle d’Aosta con un 50,1%, seguita da Calabria 38,8% e Molise e Provincia di Trento 37,1%.

Quanto costa per i single vivere in Italia?

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Particolarmente affascinata da tutto ciò che anticipa le mode, da qualche anno mi occupo di coolhunting. Sono specializzata in habitat e abitare. In Habitante trovo il mio posto perfetto nel mondo.