Quali sono le migliori piante da ufficio?

Quali sono le migliori piante da ufficio? Le piante oltre ad essere un elemento decorativo ti fanno compagnia durante tutta la giornata lavorativa. Le piante da ufficio sono ideali da tenere sulla scrivania o in un angolo della stanza, infatti, aiutano a rendere più salubre l’aria nell’ambiente di lavoro. Inoltre, insieme all’effetto antinquinamento, alcune piante sono in grado di esercitare un vero e proprio effetto antistress naturale.

Gli effetti benefici delle piante da ufficio

Posizionare una pianta da interni sulla scrivania del PC, su una cassettiera o su un ripiano nella stanza aiuta a purificare l’aria e a respirare meglio. In più le piante da ufficio possono migliorare l’umore e l’ambiente stesso di lavoro. Ciò è dimostrato scientificamente, le piante in ufficio migliorano la produttività e l’umore, purificando l’aria. Infatti, secondo uno studio pubblicato sul Journal of Experimental Psychology, la scuola di psicologia dell’Università del Queensland, negli uffici più “verdi” si registra un maggiore livello di benessere.

Tra i benefici delle piante da ufficio c’è la capacità di assorbire le sostanze volatili presenti nell’aria rendendola così più salubre e respirabile. Le piante ripuliscono l’aria dalle sostanze inquinanti come quelle che produce la vernice dei mobili, o quelle della moquette, assorbendo l’anidride carbonica e emettendo ossigeno.

Inoltre, le piante da ufficio migliorano il benessere psicologico. Ciò è favorito dalla presenza di alcune sostanze. Queste agiscono come veri e propri antistress naturali. Infatti, uno studio condotto nell’ambito della psicologia ambientale, ha dimostrato che la presenza di piante in ufficio contribuisce a prevenire e a contrastare lo stress.

Quali sono le migliori piante da ufficio

Quali sono le migliori piante da ufficio – shutterstock foto di Photographee.eu

Quali piante scegliere e come curarle

Inserire elementi green nel design del proprio ambiente di lavoro riesce a conferire un’atmosfera più accogliente all’ufficio. Inoltre, le piante riescono ad apportare numerosi benefici a chi vive gli ambienti. Scopri quali piante scegliere e come prendertene cura.

L’Areca palmata è adatta da tenere a terra per ottenere una maggiore salubrità dell’aria. Un’orchidea sul tavolo da ufficio è in grado di apportare numerosi benefici, inoltre i suoi fiori si distinguono per una particolare bellezza, capace di migliorare il design dello spazio. Stesso effetto purificante può essere ottenuto optando per il Potus, una pianta che richiede poche e semplici cure.

Quali sono le migliori piante da ufficio

Quali sono le migliori piante da ufficio – shutterstock foto di less.talk

Cactus e piante grasse di facile manutenzione

I cactus sono da sempre utilizzati come piante ornamentali sulle scrivanie. Sono carini e richiedono molte meno cure rispetto ad altre piante. Queste piante grasse aiutano ad assorbire le radiazioni dannose provenienti dal computer. Per di più sono piante economiche e facili da reperire in un’innumerevole varietà di specie diverse.

Aloe

Anche l’aloe è una pianta grassa molto semplice da curare. La pianta perenne e sempreverde cresce bene in ambienti chiusi e se ben allevata raggiunge anche il metro di altezza. Inoltre, è ottima per le sue proprietà curative, infatti, ha delle particolari proprietà naturali cicatrizzanti e coagulanti. Questa pianta apporta numerosi benefici a chi ne fa uso. Per molti infatti, grazie al suo effetto detox, antidolorifico e idratante, è considerata la miglior soluzione naturale per molti problemi fisici e cutanei.

Agave

Anche l’agave, originaria del Messico, è una pianta grassa, che ha bisogno di pochissime cure ed è ideale per essere posizionata sulla scrivania. In natura fiorisce una sola volta nella vita. Tuttavia, resiste benissimo senz’acqua anche per lunghi periodi crescendo molto lentamente.

Quali sono le migliori piante da ufficio

Quali sono le migliori piante da ufficio – shutterstock foto di Mallmo

Piante da ufficio per un tocco esotico

Ficus benjamin

Questa pianta grazie al suo verde brillante è ideale per portare colore e freschezza nella stanza utilizzata per lavorare. Tuttavia, questa pianta tropicale, ha bisogno di molta luce indiretta e terriccio umido. Per di più, oltra a vivere a lungo può essere potata per creare forme dal design unico.

Bambù

Questa è una pianta sostenibile perché a rapida crescita, che può essere utilizzata per decorare gli ambienti, con la possibilità di creare anche divisori verdi. Inoltre, è famosa per le sue potenti proprietà benefiche. È in grado di filtrare la formaldeide, il benzene e il tricloroetilene. Sopravvive bene sia in ambienti illuminati che in ombra. Ha però, bisogno di spazio, soprattutto in altezza. Questa pianta, secondo la filosofia zen, se posizionata in ufficio influisce in maniera rilassante sulla mente allontanando lo stress da iperlavoro.

Le iniziative sostenibili nel mondo: dormire con le piante in camera da letto

Falangio

Il Falangio, pianta originaria del Sud Africa, è ideale per essere appesa al soffitto e l’effetto cascata è garantito. È una pianta super facile da curare, non ama la luce diretta e non necessita di grosse innaffiature. Infatti, si pota solo quando le foglie non sono in salute.

Pilea peperomioides

Questa pianta originaria della Cina, è da tempi antichi una pianta utilizzata per scopi decorativi, grazie alla forma delle sue foglie quasi perfettamente circolari. Conosciuta come ‘pianta del missionario’ perché si racconta che sia stata introdotta in Europa da un prete missionario svedese.

Piante Mania e lockdown: esplosione di piante da appartamento

Le migliori piante per purificare l’aria

Spatifillo

Come le orchidee, anche lo spatifillo è una pianta molto utile a depurare l’aria da alcune tossine che si accumulano nella stanza, durante le intense giornate lavorative. Le varietà più comuni producono fiori di colore bianco o crema. Ma ci sono anche quelle più vivaci caratterizzate da fiori di un intenso colore rosso. Inoltre, sono facili da curare! Basta innaffiarle 2-3 volte a settimana.

Quali sono le migliori piante da ufficio

Quali sono le migliori piante da ufficio – shutterstock foto di New Africa

Melissa

La melissa, conosciuta anche come citronella, è una pianta perenne rustica e adatta ad un ambiente ampio, in quanto è in grado di donare un intenso profumo di natura nell’ufficio. Le sue foglie seghettate di colore verde acceso infatti, sprigionano un fresco aroma di limone.

Dracena o tronchetto della felicità

Il tronchetto della felicità è una delle piante da ufficio decorative più utilizzate.  Questa è una pianta che rende l’ufficio più pulito! È in grado infatti di purificare l’aria assorbendo varie sostanze nocive, come per esempio il benzene, donando all’ufficio un’aria pulita e sana.

Felce di Boston

La Felce di Boston è una pianta in grado di purificare l’aria da formaldeide e xilene. Cresce rigogliosa, e il suo verde brillante è in grado di riempire gli spazi. L’unica accortezza è che non ama la luce diretta e il terriccio deve essere mantenuto umido.

Potus

Il Potus, la pianta che non muore mai, cresce in un semplice un vasetto riempito d’acqua. È la pianta migliore per purificare l’aria negli ambienti interni. Infatti, è in grado di assorbire elevate quantità di CO2 e di sostanze chimiche volatili. Tutto quello che le occorre è un po’ di luce e un po’ d’acqua.

10 Piante utili per arredare il bagno

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Alexander Haslam ha spiegato che “un ufficio verde comunica ai dipendenti che il datore di lavoro li apprezza e si cura del loro benessere. Infatti, nei dipendenti che lavorano in ambienti green si assiste ad una crescita del livello di benessere e dell’attività produttiva.
  • Anche Marlon Nieuwenhuis, della Cardiff University’s School of Psychology, che ha monitorato diversi ambienti lavorativi nel Regno Unito e in Olanda, è arrivato agli stessi risultati e ha spiegato che: “nonostante altre precedenti ricerche abbiano puntato in questa direzione, la ricerca inglese è la prima che ha esaminato reali benefici negli uffici e nei luoghi di lavoro. Sconfessando quella filosofia aziendale che vuole spesso le scrivanie pulite e anonime.
  • Uno studio della Nasa ha confermato che le piante da interni sono in grado di assorbire le sostanze volatili (VOC) che possono creare seri problemi respiratori o gravi irritazione agli occhi.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.