Vai al contenuto
turismo di lusso Milano

Milano segna record per il turismo di lusso: 8 milioni di euro dalla tassa di soggiorno

Condividi L'articolo su

Per la città di Milano, il 2024 è iniziato a gonfie vele. Il settore del turismo, nello specifico il turismo di lusso, ha superato il record del 2023 nei mesi di gennaio e febbraio.

Scopri di seguito maggiori informazioni in merito al turismo di lusso a Milano.

Turismo di lusso a Milano: nuovo record registrato

Il 2024 è iniziato in modo molto favorevole per quanto riguarda il settore del turismo. Nello specifico, è emerso come i mesi di gennaio e febbraio hanno raggiunto nella città di Milano ben 572.475 e 648.612 arrivi. Si tratta di dati che hanno superato il 2023, l’ormai precedente anno record.

Nello specifico, tale sviluppo è stato possibile grazie agli hotel di lusso e al loro successo. La città di Milano, in particolare, ospita ben 15 hotel cinque stelle, che dispongono in totale di 1.704 camere e 3.962 letti. A questi, è possibile aggiungere 16 hotel cinque stelle con 1.701 camere e 3.486 letti in genere utilizzati come meta dei vip.

Sempre per quanto riguarda il settore degli hotel di lusso, questo conta più di 3.500 dipendenti e un indotto pari a un miliardo e mezzo di euro.

Guglielmo Miani, presidente di MonteNapolene District, si è espresso in merito evidenziando come “Ogni persona che viene in un negozio (del Quadrilatero, ndr) spende 2.350 euro che è il più alto scontrino medio al mondo”.

Un altro elemento che ha favorito lo sviluppo del settore del turismo di lusso è la tassa di soggiorno. Scopri di seguito maggiori informazioni in merito.

turismo di lusso a Milano
Canva

Parla Martina Riva, l’assessora al Turismo e il suo attacco al governo

“E se il governo ci avesse aiutato facendoci aumentare la tassa per i quattro e cinque stelle (oggi è di 5 euro a persona, a notte, ndr) avremmo potuto contare su 20 milioni in più che significano una scuola in più, una biblioteca, una piscina.

Per noi ospitare Duco, il piu grande evento italiano di turismo del lusso è strategico. Così come è strategico rinforzare anche gli altri settori. Abbiamo deciso di puntare su filoni ben precisi: il turismo giovane internazionale, il turismo sostenibile e inclusivo, il turismo sportivo e il lusso. I dati di questi mesi sembrano confermare che siamo sulla strada giusta. La diversificazione e la selezione dei target restano il metodo migliore per guidare il flusso degli arrivi anziché subirlo”.

Le parole di Luca Finardi, direttore del Mandarin Oriental e consigliere di Milano&Partners

Luca Finardi, direttore del Mandarin Oriental e consigliere di Milano&Partners, ha stilato la classifica in merito alle presenze a Milano. Nello specifico, egli ha evidenziato come “Il 25% arriva dagli Stati Uniti, un ruolo importante è quello del mercato inglese che si attesta tra il 12 e il 15%. Percentuale vicina al mercato del Medio Oriente, tra il 12 e il 13%. E non dimentichiamoci gli italiani che sono il 10%.

La vita milanese, tra arte, cultura e gastronomia è un trend che attira il turismo di alto livello. Milano inizia a essere in competizione con Londra e Parigi.”

Finardi ha evidenziato come sono aumentati dal 2014 anche i giorni di permanenza, passando da 1,8 giorni all’attuale 2,6. Di conseguenza, questo ha portato un aumento delle tariffe registrate. Basti pensare, infatti, che i dati dichiarati si attestato sopra i mille euro a notte.

turismo di lusso a Milano
Canva
Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News