Il potere dei social network. Come influenzano la mente e le nostre vite.

Oggi i social network rappresentano un potente mezzo di comunicazione. Il loro arrivo, però, ha rivoluzionato la società ed il nostro modo di vivere. Vediamo come.

Cosa sono i social network?

I social network sono tecnologie che consentono la creazione e lo scambio di contenuti tra utenti. Sono, quindi, considerati strumenti di comunicazione, che permettono collaborazioni e trasmissioni di informazioni. Questo strumento tecnologico ha rivoluzionato la società, consentendo a persone lontane di interagire e ad aziende di arrivare velocemente ai clienti, grazie ad una pubblicità veloce ed efficace. Infine, i social media hanno promosso la nascita di una vera e propria cultura, quella della partecipazione. Infatti, milioni di persone posso sentirsi parte di un progetto, comunicando pensieri e creando contenuti.

Doggami, nasce il social network per i cani

La rivoluzione digitale

I social media sono, ormai, parte della nostra vita. Grazie ad essi si crea una rete sociale in cui si riescono a connettere persone simili o con gli stessi interessi. Inoltre, questi potenti strumenti hanno permesso di cambiare completamente il nostro modo di rapportarci con gli altri e di pensare. Al contrario di mezzi di comunicazione come televisione e radio, poi, i social network consentono un’interazione con il destinatario, il quale non risulta più solamente un ascoltatore passivo. Grazie a tutto questo si prende parte ad una vera e propria comunità, dove è possibile sviluppare conversazioni in tempo reale, conoscendo persone. Infatti, i social network promuovono lo sviluppo di relazioni interpersonali, consentendo la nascita di relazioni online. Queste, poi, risultano spesso più solide di quelle coltivate nella vita reale e nascono da una condivisione di interessi e affinità.

social network

Immagine di Shutterstock

I vantaggi dei social network

Sono numerosi i vantaggi che la diffusione di questi strumenti di comunicazione ha portato. Infatti, grazie ad essi creare relazioni con terzi è diventato molto semplice ed è, dunque, più facile comunicare e far circolazione informazioni. Grazie alla possibilità di interazione, poi, le persone possono esprimere con minori difficoltà il loro pensiero acquistando disinvoltura e migliorando la propria autostima. Infine, grazie ai social media sono aumentate le opportunità a livello lavorativo. Sono nate nuove figure professionali che ruotano attorno al mondo digitale e grazie a questi nuovi metodi di comunicazione è più facile farsi conoscere ed essere trovati.

Social Warning: l’ecosistema del movimento etico digitale che guida i giovani a un uso consapevole del Web

Come i social network ci influenzano negativamente

Oltre a possedere aspetti positivi, i social network comportano anche svantaggi. Infatti, a causa dell’esistenza di una nuova vita, tutta digitale, le persone tendono a vivere le relazioni reali in maniera molto più superficiale, basandosi più sull’aspetto che sui contenuti. Tutte le piattaforme digitali, poi, sono fonte di distrazione e portano a perdere una grande quantità di tempo durante la giornata, riuscendo addirittura a distorcere la visione che ciascuno di noi ha della realtà. Inoltre, la nascita dei social media ha portato una perdita della privacy, facilitando lo stalking: siamo tutti più facilmente rintracciabili e localizzabili. Per finire, l’eccessivo utilizzo di questi strumenti può portare depressione e condurre le persone ad essere più aggressive sia nella vita reale che in quella oltre lo schermo, dove il cyberbullismo è sempre più diffuso.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • 3,4 miliardi di persone nel mondo sono attive sui social media
  • Facebook, seguito da Instagram, è la piattaforma con più utenti attivi al mondo: 36,9 milioni

  • Le persone trascorrono, in media, 2 ore al giorno sui social network

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione