Lombardia: bonus fino a 8000 euro per le auto

L’incentivo è per chi intende acquistare una vettura nuova con emissioni di CO2 fino a 130 g/km e vale  solo in caso di rottamazione. Il tutto è cumulabile con il bonus statale.

Se intendete cambiare auto e risiedete in Lombardia è arrivato il momento giusto. Rottamando il vostro vecchio e inquinante automezzo potrete aderire al progetto sperimentale MoVe-In (monitoraggio dei veicoli inquinanti), dedicato agli abitanti della regione  che possiedono un veicolo inquinante e intendano sostituirlo oppure che lo vogliono tenere ma che percorrono meno di 9000 km l’anno.

Coloro che hanno particolari requisiti potranno infatti ottenere una deroga ai blocchi della circolazione grazie all’impatto limitato delle emissioni inquinanti delle loro auto (qui per saperne di più).

Inoltre potranno ottenere incentivi per l’acquisto di vetture meno inquinanti, con bonus che si applicano in modo proporzionale. La Regione ha stabilito che le emissioni inquinanti non devono superare i 130 g/km. Mentre quelle di ossidi d’azoto NOx  non devono superare i 126 mg/km.

Come funziona la black-box: coinvolti 1,3 milioni di automezzi 

I cittadini proprietari di auto Euro 0 benzina ed Euro 0,1,2 e 3 Diesel potranno installare una scatola nera (black-box) denominata MoVe-In, che consentirà di monitorare stili di comportamento come i chilometri percorsi e l’uso effettivo del veicolo. In tutta la Lombardia sono coinvolti 1.300.000 veicoli (autovetture e veicoli commerciali).

I bonus applicati 

Il caso più favorevole si applica per chi intenda acquistare un auto elettrica. In questo caso il bonus regionale  ammonterà a 8000 euro.

Diverso è il caso di un auto “tradizionale”: se la nuova vettura emette del particolato si ha ancora diritto allo sconto ma l’importo varia in base agli NOx e può variare tra 6000 e 3000 euro a seconda che ne emetta rispettivamente meno di 60 mg al km, meno di 85,8 e meno di 126.

Anche per la CO2 vale lo stesso discorso: da 60 a 95 g/km,  gli “sconti” sono di 5000, 4000 e 3000 euro, e fra 95 e 130 g/km, si passa da  4000 a 3000 e 2000 euro.

Il bonus può essere sommato a quello statale. Sempre prendendo come esempio un auto elettrica, il proprietario avrà diritto a un incentivo fino a 14.000 euro.

Ammonta a 18 milioni di euro lo stanziamento che la Regione ha deciso per l’avvio del progetto: 5 milioni sono per il 2019, 13 milioni per il 2020.

Chi ha diritto al bonus

Gli incentivi sono rivolti ai residenti in regione solo su auto nuove per il trasporto persone (quindi sono esclusi i furgoncini) e viene concesso solo in caso di rottamazione o radiazione di una vecchia auto a benzina fino alla classe Euro 2 o una diesel fino alla Euro 5. L’auto da acquistare, inoltre,  deve avere uno sconto almeno del 12% rispetto al prezzo di listino.

Il tutto vale anche retroattivamente se la rottamazione o la radiazione della vecchia auto è stata  fatta prima del 2 agosto.

Per saperne di più qui trovate la scheda dedicata sul sito della Regione Lombardia.

 

Tutti pronti per That’s Mobility 2019: mobilità elettrica e tante altre novità

 

È  STATO UTILE L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it