Vai al contenuto
liquidi in aereo

Stop limite liquidi in aereo: cambiano i controlli e le limitazioni

Condividi L'articolo su

Se stai pianificando un viaggio in aereo, è importante essere a conoscenza delle regole e dei regolamenti riguardanti i liquidi che è possibile portare a bordo. Questo è particolarmente importante per evitare inconvenienti durante i controlli di sicurezza e garantire un’esperienza di viaggio senza problemi.

Ma cosa devi sapere prima di imbarcarti? Scopriamo insieme tutto ciò che c’è da sapere sui liquidi in aereo.

Il limite di 100 ml: una regola fondamentale

Uno dei principali regolamenti riguardanti i liquidi in aereo è il limite di 100 ml per ciascun contenitore. Questo significa che qualsiasi liquido che desideri portare a bordo dell’aereo deve essere contenuto in recipienti che non superano i 100 ml ciascuno. Questa regola si applica a tutti i tipi di liquidi, inclusi cosmetici, creme, lozioni, profumi, bevande e altro ancora.

liquidi in aereo
Canva

Come cambiano i controlli negli aeroporti?

Negli ultimi anni, i controlli di sicurezza negli aeroporti sono diventati sempre più rigidi per garantire la massima sicurezza dei passeggeri. Ciò significa che i passeggeri sono sottoposti a controlli più accurati e approfonditi, inclusi quelli relativi ai liquidi portati a bordo. I liquidi devono essere trasportati in sacchetti trasparenti e sigillati, e devono essere facilmente accessibili per essere sottoposti a ispezioni da parte del personale di sicurezza.

La regola dei liquidi in aereo si applica a tutti i voli commerciali, indipendentemente dalla destinazione o dalla compagnia aerea. Questo significa che anche se stai volando su un volo nazionale o internazionale, la regola dei liquidi si applica uniformemente. È importante essere consapevoli di questa regola e pianificare di conseguenza, per evitare eventuali problemi o ritardi durante il processo di imbarco.

Nuove tecnologie per la sicurezza aeroportuale: gli Scanner TC all’avanguardia

In un costante sforzo per garantire la sicurezza dei viaggiatori, gli aeroporti stanno adottando tecnologie all’avanguardia per migliorare i controlli di sicurezza. Tra queste, gli Scanner TC rappresentano un passo avanti significativo. Utilizzando la Tomografia Computerizzata, una tecnica originariamente concepita per la medicina, questi dispositivi consentono di esaminare il contenuto dei bagagli a mano con una precisione senza precedenti.

La Tomografia Computerizzata al servizio della sicurezza

Gli Scanner TC sfruttano la potenza della Tomografia Computerizzata per analizzare in dettaglio il contenuto dei bagagli dei passeggeri. Questo metodo avanzato consente di identificare con precisione la composizione dei liquidi presenti nei bagagli, distinguendo tra sostanze innocue e potenziali minacce. Ciò rappresenta un importante passo avanti nel migliorare l’efficienza dei controlli di sicurezza negli aeroporti.

Secondo fonti britanniche, il governo inglese aveva inizialmente imposto agli aeroporti di dotarsi di questi scanner entro la fine del 2022. Tuttavia, l’intero processo è stato rallentato a causa delle sfide derivanti dalla pandemia. Nonostante ciò, gli aeroporti stanno continuando a implementare queste nuove tecnologie per garantire la sicurezza e la tranquillità dei passeggeri.

liquidi in aereo
Canva

Qual è la situazione italiana?

In Italia, alcune delle principali infrastrutture aeroportuali, tra cui Milano Linate, il Terminal 1 di Milano Malpensa, il Terminal 1 di Roma Fiumicino e Torino (con un apparecchio), sono attrezzate con queste tecnologie all’avanguardia. Tuttavia, è importante notare che la disponibilità di tali dispositivi può variare da aeroporto ad aeroporto.

Pertanto, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile consiglia vivamente ai passeggeri di informarsi prima della partenza per evitare inconvenienti, soprattutto durante eventuali scali o all’arrivo presso l’aeroporto di destinazione. Essere preparati e aggiornati sulle opzioni disponibili può contribuire a rendere il viaggio più agevole e senza intoppi.

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News