Il Parco tra i cittadini: il nuovo progetto di riqualificazione urbanistica a Somma Vesuviana

Nonostante la pandemia da Covid-19, i progetti di riqualificazione urbanistica per una ripartenza caratterizzata da innovazione e sostenibilità sono tanti. Tra questi c’è il Parco tra i cittadini: il nuovo progetto di riqualificazione urbanistica a Somma Vesuviana.

La riqualificazione urbanistica a Somma Vesuviana

Il progetto di riqualificazione urbanistica del Museo Etnostorico di Santa Maria a Castello non prevede solo nuove panchine e un sistema di segnaletica nei pressi delle stazioni ferroviarie. Infatti, sono previste tante innovative attività tese all’educazione sostenibile, che si inseriscono nel più ampio discorso del turismo sostenibile. L’obiettivo è quello di promuovere e valorizzare il patrimonio ambientale e culturale di questo territorio attraverso temi specifici quali il ciclo dell’acqua e il suo utilizzo, le civiltà del Monte Somma e del Vulcano e l’evoluzione del paesaggio e dell’agricoltura in questi territori. Inoltre, sono previsti laboratori per l’apprendimento di buone pratiche per lo sviluppo sostenibile di un turismo di qualità.

Il Parco tra i cittadini il nuovo progetto di riqualificazione urbanistica a Somma Vesuviana

Il Parco tra i cittadini il nuovo progetto di riqualificazione urbanistica a Somma Vesuviana – Unsplash foto di andy holmes

Il Parco tra i cittadini che unisce Comuni del Parco Nazionale del Vesuvio a Somma Vesuviana

Voluto da GAL VESUVIO, Il Parco tra i cittadini prevede eventi di promozione turistica, escursioni, conferenze e la riqualificazione urbana e del Museo di Tradizioni Etnostoriche di Somma Vesuviana. Ciò per una ripartenza in chiave innovativa e sostenibile. Infatti, il progetto comprende prima di tutto la partecipazione dei bambini dei Comuni del Parco Nazionale del Vesuvio in attività laboratoriali presso il Museo. Questi realizzeranno opere di letteratura, pittura, scultura e altre varie forme artistiche, raccontando il Parco dalla loro prospettiva. Questo per creare itinerari significativi dal punto di vista del turismo sostenibile  e per mettere al centro la valorizzazione turistica della Montagna e portare al riconoscimento MAB – UNESCO del Parco Nazionale del Vesuvio.

Il borgo di Buonconvento: i colori del cotto e delle crete

Il turismo sostenibile per la ripartenza post Covid-19

L’innovativo progetto “Il Parco tra i Cittadini” è un percorso educativo-formativo e didattico con finalità ben precise. I laboratori naturalistici-ambientali previsti per le scuole e per le comunità hanno come obiettivo un processo di integrazione di Santa Maria a Castello, zona alta del paese. Per una ripartenza innovativa post Covid-19. Non solo strade, pubblica illuminazione, parchi e scuole nuove. Infatti, prevede anche la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale della città incentivando i musei ed il turismo basato sui cammini. Infatti, Il Parco tra i cittadini con sentieri, visite guidate, attività laboratoriali vuole portare svariati benefici anche all’economia. Pertanto, nella zona di Santa Maria a Castello, grazie ad un turismo sostenibile, si porrà attenzione a Villa Augustea di Somma Vesuviana, Villa Arianna di Castellammare di Stabia e Oplonti di Torre Annunziata.

Habitante viaggiatore nel mondo intervista Paola Zavagnin, viaggiatrice con lo scambio casa

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Gli obiettivi del progetto sono stati riconosciuti da MAB – UNESCO del Vesuvio per la valorizzazione del turismo sostenibile e del patrimonio ambientale.
  • Per la ripartenza post Covid-19 sono previsti svariati eventi e comprendono la conoscenza delle Tradizioni Popolari e Religiose nel Parco Nazionale del Vesuvio attraverso il Sabato dei Fuochi, la Festa della Montagna il 3 Maggio, la Festa delle Lucerne e la Pertica.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.