Google sceglie la natura per le sue mappe

Google sceglie la natura per Maps. Le Mappe infatti si arricchiscono di colori e dettagli in modo da far distinguere gli elementi naturali, dai ghiacciai ai deserti, fino spiagge e alle foreste, per gli oltre 100 milioni di chilometri quadrati di superficie terrestre.

Mapire: le Google Maps dell’800

Google sceglie la natura e aumenta la definizione delle sue mappe

Anche per le città ci sarà una maggiore accuratezza. Così si potranno mostrare marciapiedi e attraversamenti pedonali a chi preferisce spostarsi a piedi.

 “Esplorare un luogo consente di vedere le sue caratteristiche naturali, così si possono facilmente distinguere spiagge e deserti da fiumi e laghi blu. Con un colpo d’occhio si può sapere quanto è lussureggiante un’area verde e se ci sono cime innevate sulle montagne”, scrive Google sul suo blog.

Sono quindi in arrivo informazioni stradali più dettagliate per ogni città.

Ad esempio “si potrà vedere esattamente dove si trovano marciapiedi, strisce e isole pedonali, informazioni cruciali se hanno esigenze di accessibilità”, osserva Google. “Questi dettagli sono particolarmente utili perché, a causa della pandemia, più persone scelgono di andare a piedi o usare mezzi di trasporto individuali”.

Gli influencer e i Millennials impazzano per le piante

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • Google Maps è un servizio internet geografico che consente la ricerca e la visualizzazione di carte geografiche di buona parte della Terra. È accessibile da sito web, o da app mobile e viene utilizzato anche per ricercare servizi in particolari luoghi, tra cui ristoranti, monumenti e negozi.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post