Festa della mamma: torna l’Azalea della ricerca, ma solo online

Per la prima volta in trentasei anni l’Azalea della Ricerca AIRC non sarà distribuita nelle piazze. A causa della Covid-19, e per tutelare i volontari,  si potrà ordinare solo on line

L’Azalea della Ricerca di Fondazione AIRC è un  appuntamento annuale che, con  l’aiuto di 20.000 volontarie è simbolo della ricerca sui tumori delle donne. Per la prima volta dal 1984, le piantine di azalea non coloreranno le piazze delle nostre città ma si possono prenotare, a fronte di una donazione di 15 euro, solo su Amazon.it.

Azalea della ricerca.

Fiore simbolo della lotta contro i tumori che colpiscono le donne  torna a sbocciare in occasione della Festa della Mamma e che quest’anno esclusivamente online a partire da lunedì 27 aprile – ordinandola su Amazon. (info anche su AIRC.it) per riceverla direttamente a casa – a fronte di una donazione di 15 euro.

Festa della mamma: quando e perché si festeggia

.

La scelta di proporre  solo online la raccolta fondi è dovuta per tutelare la salute dei 20.000 volontari della Fondazione dai rischi dell’emergenza Covid-19. Grazie al coinvolgimento di Amazon. Una scelta che consente di continuare a raccogliere fondi per  la ricerca oncologica, importante per il miglioramento della salute delle donne: i numeri ci dicono infatti che circa una donna su tre sarà colpita da un cancro nel corso della vita.

L’Azalea della Ricerca, 100% italiana, è  dunque un prezioso alleato per le ricercatrici e i ricercatori AIRC che in trentasei anni, attraverso la sua distribuzione, ha permesso di raccogliere oltre 270 milioni di euro. Fondi che hanno permesso di sviluppare diagnosi sempre più precoci e terapie più efficaci e meglio tollerate per tutte le pazienti.

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • Tutte le informazioni sull’iniziativa, gli approfondimenti sulla prevenzione, gli screening e gli stili di vita, e un ricco ricettario, sul sito dell’Airc www.lafestadellamamma.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Si occupa da un ventennio di divulgazione scientifica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.