DFA Partners presenta Forrest in Town, il primo borgo residenziale di Milano dotato di tecnologia idroponica

DFA Partners presenta Forrest in Town, il primo borgo residenziale di Milano dotato di tecnologia idroponica.

Una grande rivoluzione abitativa, un ulteriore passo in avanti per una nuova configurazione dei centri urbani con un ridotto impatto ambientale. Forrest in Town sarà il primo complesso abitativo a produrre alimenti per la comunità residenziale.

DFA Partners presenta Forrest in Town

Il settore immobiliare, negli ultimi anni, ha visto l’affermazione di alcuni trend che ultimamente si sono rafforzati. Dal mercato della casa si sta andando sempre più verso il mercato dell’abitare, dove qualità della vita, green e contesto abitativo sono prerogative determinanti che l’architettura deve sapere tradurre in soluzioni che possono impattare anche sul modello urbano.

Forrest in Town nasce dalla volontà di creare un complesso residenziale verde e sostenibile, in grado di avere anche una propria autosufficienza produttiva alimentare avvalendosi delle avanzate tecnologie di coltura fuori suolo.

Forrest in Town - esterno serale

Forrest in Town – esterno serale

Un vero e proprio scenario futuristico

Il progetto è un’importante operazione di riqualificazione che si inserisce nel programma del recupero delle periferie cittadine, con la nuova destinazione d’uso di un’ex area produttiva nel quartiere Barona, l’ex Cascina Galbani.

Forrest in Town, il primo borgo residenziale di Milano, inverte la tendenza contemporanea alla verticalità a favore di uno sviluppo orizzontale in un susseguirsi di spazi privati, interni ed esterni, e di spazi di condivisione come il grande polmone verde di circa 6000 mq al suo interno.
Qui affacciano tutti gli edifici, che non superano i tre piani fuori terra e che propongono diverse soluzioni abitative per 10.000 mq complessivi.
Le strutture sono realizzate perseguendo i criteri della bioedilizia e del contenimento energetico, per un’impronta green ed ecologica.

Qui sarà collocata anche l’area di coltivazione fuori suolo, un locale di 250 mq dove saranno prodotti vegetali baby leaf e ortaggi ad uso esclusivo dei condomini. Uno scenario futuristico che permetterà di avere ciclicamente verdura fresca coltivata con un ridottissimo impatto ambientale, senza uso di pesticidi e con un apporto nutritivo maggiore.

DFA Partners GREEN FOOTPRINT

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • DFA Partners è uno studio di architettura fondato da Daniele Fiori nel 2012 dove Fiori ha fatto confluire la sua trentennale esperienza di progettista. Lo studio, che comprende un team di venti persone, fra ingegneri, architetti, paesaggisti, senior partner, partner e young assistant, si dedica maggiormente alla riqualificazione urbana, all’edilizia privata, al recupero e al riutilizzo di ex aree dismesse per nuove destinazioni d’uso, sia in Italia che all’estero.
  • Daniele Fiori da sempre opera nell’ambito del real estate come progettista e sviluppatore di impresa, interpretando ed orientando verso soluzioni sempre più sostenibili, le dinamiche del settore immobiliare. Interessato all’applicazione delle nuove tecnologie, alle tendenze contemporanee sul contenimento dei consumi energetici, ai dettami della bioarchitettura e alla costante ricerca di nuovi materiali, il suo lavoro progettuale si svolge nella dialettica continua tra tradizione e innovazione.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Lingue Moderne per il Web. Giornalista pubblicista. Specializzata in Giornalismo dell’Architettura e dell’Interior Design.