Coronavirus, chi sono i congiunti?

Dopo il discorso di domenica sera del presidente del consiglio Giuseppe Conte in molti hanno cominciato a chiedersi chi sono i congiunti.

Ad alcune persone, l’ultimo discorso relativo alle misure intraprese per la fase 2 – che inizierà il 4 maggio – non è sembrato particolarmente chiaro. Forse perché ci si aspettava un’apertura più evidente rispetto alle restrizioni a cui siamo abituati da ormai da quasi due mesi, ma in realtà il cambiamento ci sarà. Questo ha fatto subito scaturire una perplessità: chi sono i congiunti?

Sebbene il discorso è stato introdotto spiegando la facilità di contagio negli ambienti familiari, il governo ha voluto concedere un po’ più di libertà agli italiani, permettendo le visite, entro la regione, ai propri cari.  All’indomani di questa dichiarazione, in molti si sono sentiti tralasciati o semplicemente perplessi dalla poca chiarezza di questa affermazione.

Non solo legami giuridici

Secondo gli esperti di diritto, si tratta di parenti e affini. Dal punto di vista della parentela, si tratta di consanguinei legati da ascendenza e discendenza, come genitori e figli, nonni e nipoti, e chi ha legami orizzontali, come fratelli e sorelle. Gli affini sono invece i cosiddetti parenti acquisiti: suoceri, generi, nuore, cognati e coniugi. In senso tecnico quindi, la frase ha escluso tutti quelli non legati da un vincolo affettivo giuridicamente rilevante, cioè fidanzati e coppie di fatto.

Ecco perché è stato necessario che Palazzo Chigi intervenisse nuovamente il giorno successivo. È stato infatti chiarito che nella definizione rientrano anche «fidanzati e affetti stabili».  Dunque, dal 4 maggio sarà possibile visitare non solo genitori, figli, nonni, nipoti e consanguinei ma qualsiasi persona alla quale si sia legati da una relazione affettiva stabile.

Resta però ora un dubbio fondamentale. Premesso che l’autocertificazione cambia nuovamente, viene comunque da chiedersi in che modo questi legami possano essere certificati. Il rischio è che gli “irregolari” contribuiscano a rialzare la curva dei contagi.

Ecco come lavarsi le mani contro il Coronavirus Covid-19

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Gli amici si potranno vedere ma l’articolo 1 comma d vieta ancora «l’assembramento di persone in luoghi pubblici e privati». È lecito darsi appuntamento con un amico per passeggiare insieme ma non è possibile vedersi in gruppo.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it